Mula Bandha: il tuo biglietto per l'infinito e oltre!

Il fondatore di Jivamukti David Life scopre che la pratica del mula bandha rende il corpo meno legato alla terra.

Eravamo solo in tre in una stanza di cemento pulita e lucida ... e lui. Era la nostra prima lezione con questo maestro di yoga di fama mondiale. Ha lottato per esprimersi in inglese, ma ciò che non riusciva a esprimere a parole è emerso dal suo tocco, un tocco che esprimeva i suoi anni di devota pratica yoga.

Sudando copiosamente, eravamo giunti alla fine delle nostre asana per quel giorno. In Full Lotus, abbiamo piantato i palmi delle mani lungo le cosce e abbiamo spinto verso il basso, sollevando i nostri sedili dal pavimento in finta levitazione. All'improvviso, mentre ci sforzavamo di rimanere in alto, quest'uomo imponente iniziò a gridare: "Contatta Urano!"

Contattare Urano? Di cosa diavolo sta parlando questo ragazzo? Mi chiedevo. Ho avuto visioni di piccole persone verdi e stazioni spaziali orbitanti. Non so quanto tempo mi ci è voluto per rendermi conto che quello che il mio insegnante stava davvero dicendo era "Contrai il tuo ano, contra il tuo ano". Stava cercando di dirci di applicare mula bandha, il blocco energetico che consente a uno yogi di eseguire i compiti più impegnativi con poco o nessuno sforzo.

Ora, più di 10 anni dopo, mi rendo conto che "contattare Urano" non è una cattiva metafora di ciò che il maestro spirituale mi stava davvero dicendo di fare. Sebbene possa sembrare un semplice movimento fisico, contrarre l'ano con consapevolezza può essere il primo passo in un viaggio verso il contatto con la tua identità cosmica.

Abbattere "Mula Bandha"

Hai mai sentito le istruzioni "Applica mula bandha" o "Applica le serrature" durante una lezione di yoga? Sospettavi che la maggior parte degli studenti, forse te compreso, non avesse la più pallida idea di come avrebbero dovuto fare a riguardo? Spesso un insegnante menziona mula bandha ma non spiega mai veramente cosa significa o come farlo.

In sanscrito, "mula" significa radice; "bandha" significa un lucchetto o una legatura. Non solo fisicamente ma anche in modi più sottili, mula bandha è una tecnica per contenere e canalizzare l'energia associata al chakra mula-dhara ("luogo della radice"). Situato sulla punta della spina dorsale, il muladhara chakra rappresenta lo stadio della coscienza in cui dominano i bisogni fondamentali di sopravvivenza.

"Mula" si riferisce anche alla radice di ogni azione, e la radice di ogni azione è un pensiero. Quando iniziamo a perfezionare i nostri pensieri, restringendo e vincolando le intenzioni dietro le nostre azioni, le azioni stesse diventano raffinate. Nella pratica dello yoga leghiamo il nostro corpo e la nostra mente, limitando i nostri impulsi ai canali ordinati dell'etica, della responsabilità individuale e dell'azione giusta.

È possibile che gli insegnanti evitino di spiegare mula bandha perché trovano imbarazzante parlare dell'anatomia del pavimento pelvico. Ma i vantaggi di una piena comprensione del mula bandha superano di gran lunga qualsiasi imbarazzo subito. Il motivo per cui si pratica yoga è avere esperienze che trascendono il banale, e i bandha - insieme ad asana, kriya (azioni purificanti), laya (assorbimento meditativo), yama (restrizioni etiche) e dharana (concentrazione) - sono tecniche yogiche che può portare alla trascendenza

Perché utilizzare il Root Lock?

Si dice che il mula bandha tagli il brahma granthi , il nodo energetico della nostra resistenza al cambiamento, che si trova nel mula-dhara chakra. A livello fisico, la pratica del mula bandha crea attenzione nella muscolatura di supporto del bacino. Ciò aumenta la stabilità del bacino e, poiché il bacino è la sede della colonna vertebrale, la sua stabilità crea un ambiente sicuro per il movimento della colonna vertebrale. Così, mula bandha rafforza - e insegna l'importanza di - le solide fondamenta che dovrebbero essere alla base di ogni movimento.

Mula bandha solleva e comprime anche l'intestino e la regione addominale inferiore. Questo crea una solida base, una piattaforma sotto il respiro che permette di aumentare o diminuire la pressione all'interno del busto e facilitare il movimento. Il bandha crea leggerezza e fluidità; quando è applicato correttamente, il corpo è meno legato alla terra e più mobile.

Attraverso il graduale affinamento, la mula bandha diventa meno muscolosa e più sottile, energica ed eterica. Questo movimento dall'esterno all'interno, dal mondano al rarefatto, dall'incoscienza all'illuminazione, è il modello di base del risveglio yogico trascendentale. A livello energetico, mula bandha ci consente di sentire, trattenere e quindi dirigere le nostre energie verso l'illuminazione. Infine, quando pratica mula bandha al livello più alto, lo yogi vede il Divino in tutto con equanimità e distacco.

Come applicare Mula Bandha

A livello fisico, la mula bandha consiste in una contrazione, un sollevamento muscolare nel pavimento del bacino. Sebbene il bacino stesso sia principalmente una struttura ossea supportata da legamenti, il pavimento pelvico è costituito da fibre muscolari e fascia (tessuto connettivo). Questi tessuti si intersecano e si sovrappongono in modi complessi; per i nostri scopi, possiamo dividere il pavimento pelvico in tre livelli muscolari, ciascuno dei quali può essere percepito e spostato separatamente.

Il livello fisico più superficiale di mula bandha corrisponde all'istruzione "contrarre l'ano". Se non sei sicuro di aver compreso questa contrazione, metti un dito dentro o sopra l'apertura anale e alternativamente schiaccialo per chiuderlo e sporgerlo verso l'esterno. Il movimento verso l'esterno è la direzione sbagliata.

Tecnicamente, l'isolamento della contrazione dello sfintere anale non è mula bandha ma un cugino, chiamato ashvini ("cavallo dell'alba") mudra, dal nome dell'abitudine piuttosto peculiare che i cavalli hanno di inseguire lo sfintere anale. Ma la contrazione dello sfintere anale fornisce una porta per gli strati più profondi di mula bandha. Questo muscolo è collegato da legamenti alla punta della colonna vertebrale; quando lo contraete, tirate verso l'alto il mula-dhara chakra, come in mula bandha. Alla fine, con la mula bandha applicata correttamente, l'ano si ammorbidirà e si solleverà nel corpo. All'inizio, probabilmente contrarrai inconsciamente altri muscoli del pavimento pelvico insieme allo sfintere anale. Il passo successivo nel perfezionamento del tuo mula bandha è quello di risolvere alcune di queste altre contrazioni inconsce e renderle coscienti.

Il livello fisico intermedio di mula bandha comporta l'isolamento della contrazione del perineo (la regione tra l'ano e i genitali) e del corpo perineale (che si estende verso l'interno dal perineo ed è il punto di inserimento di otto muscoli del pavimento pelvico), senza contrarre lo sfintere anale.

Per sentire il perineo, premi un dito nello spazio tra l'ano e lo scroto o le labbra. O, meglio ancora, siediti per qualche minuto con una pallina da tennis o il tallone del piede posto nello spazio tra l'ano e i genitali. Alterna tra contrazioni anali e perineali finché non senti la differenza. Con un po 'di esperienza, scoprirai che puoi affinare la tua esperienza di mula bandha spostandoti più in profondità nel bacino attraverso l'isolamento del perineo. Questa raffinatezza porta la contrazione del bandha verso l'interno e verso l'alto, dandoti un'esperienza fisica del processo yogico del passaggio dalla consapevolezza esterna a quella interna.

La contrazione della mula bandha a livello fisico più profondo è simile agli esercizi di Kegel utilizzati per correggere l'incontinenza urinaria e rafforzare le pareti vaginali dopo il parto. Per trovare questo livello di mula bandha, esercitati iniziando a urinare e poi interrompendo il flusso. In alternativa, le donne possono inserire un dito nella vagina e contrarre i muscoli utilizzati per interrompere la minzione: se senti tensione sul dito inserito, stai stringendo i muscoli giusti. Ma la contrazione isolata dei muscoli che controllano il flusso di urina è in realtà vajroli o sahajolimudra. Per il mula bandha completo, devi anche sollevare il diaframma pelvico, principalmente contraendo i muscoli chiamati elevatore dell'ano. Questo diaframma è lo strato più interno del pavimento pelvico, un'imbracatura di muscoli che si estende dal pube al coccige e sostiene la metà superiore della vagina, l'utero, la vescica, la prostata e il retto. Oltre a supportare tutti questi organi, il diaframma pelvico aiuta anche a regolare l'intestino.

Man mano che impari ad applicare mula bandha e ad attivare questa contrazione interna profonda, sentirai il sollevamento sotto la vescica, la vagina, l'utero (o la prostata) e il retto. Rilassa i muscoli superficiali e senti questa contrazione in profondità, alla base dell'addome. Non utilizzare muscoli extra per isolare questa contrazione del diaframma pelvico. Con la pratica, scoprirai che è possibile sollevare il pavimento del bacino in profondità senza contrarre né l'ano né gli strati esterni del perineo.

Il lavoro più profondo di Mula Bandha

Alla fine, la raffinatezza del mula bandha inizia a integrare non solo il corpo ma anche la mente. Il bandha è ancora più profondo della tua psiche, permeando la tua vita.

Il mula bandha, come la pratica degli asana, ha lo scopo di purificare il pranamayakosha, uno degli involucri sottili a cinque strati del corpo energetico. A livello pranico, mula bandha reindirizza l'energia di apana , l'aspetto del prana all'interno del corpo che fluisce naturalmente verso il basso dall'ombelico. Quando reindirizziamo l'energia apana verso l'alto per unirla al movimento naturale ascendente del prana verso l'illuminazione, reindirizziamo enormi quantità di energia verso livelli più elevati di coscienza.

In questa fase, praticare mula bandha significa che cerchiamo di non permettere alle preoccupazioni mondane di ostacolare le aspirazioni divine. Non lasciamo mai che le cattive parole prendano il posto delle buone parole; non permettiamo mai che un'azione sbagliata sostituisca l'azione giusta; cerchiamo buone compagnie ed evitiamo cattive compagnie. Come disse una volta uno dei miei insegnanti, "La tua pratica (e la tua vita) dovrebbe sempre essere intrapresa come se fosse una sessione fotografica ... con Dio come fotografo".

Al livello più profondo del corpo sottile - il livello ananda (beatitudine) - applicare mula bandha significa legare i sensi normalmente in uscita verso l'interno. Normalmente cerchiamo la felicità al di fuori di noi stessi. Ma qualsiasi felicità che troviamo dall'esterno è temporanea, anche se può essere molto inebriante.

Pratyahara (il ritiro interiore dei sensi) è stato descritto come vedere le differenze esteriori del passato per contemplare l'essenza interiore di tutte le cose. Quando tratteniamo il nostro sguardo verso l'esterno per migliorare la visione unitaria dello yoga, apriamo il terzo occhio, l'occhio dell'intuizione.

Per fare questo dobbiamo avere fede e dedicare i nostri sforzi a servire i bisogni e porre fine alla sofferenza di tutti gli esseri senzienti. Invece di concentrarci continuamente sulle differenze, iniziamo a percepire l'identità interiore.

Potrebbe sembrare sorprendente che un tale viaggio cosmico possa iniziare con una direzione terrena come "Contrai il tuo ano". Ma mentre sfuggiamo alla forza di gravità, ci liberiamo dall'attrezzatura di lancio logora e iniziamo a volare. Impariamo a usare mezzi sempre più raffinati per muoverci senza sforzo verso l'obiettivo che è lo yoga: contattare non solo Urano ma l'intero cosmo.

Vedi anche A Woman's Guide to Mula Bandha

Raccomandato

Haitian Heaven Soup
Kirtan 101: Puoi dire "Om Namah Shivaya"?
Ecco cosa è successo quando ho provato la meditazione mantra durante il mese più difficile della mia vita