Ti senti arrabbiato e non riesci a lasciarlo andare? Questa sequenza può aiutare

Uno dei più grandi pezzi di guarigione dal mio trauma è stato fare pace con la mia rabbia, un processo necessario che, sfortunatamente, è stato ostacolato da tutti i bypass spirituali che ho incontrato all'interno della comunità yoga in cui cercavo la guarigione.

Stavo cercando modi per trovare la pace dentro di me e mi è stato costantemente detto che la rabbia era un male e il perdono e l'amore erano le vere risposte. Per quanto ben intenzionato possa essere stato questo consiglio, è una stronzata. Non puoi aggirare la rabbia e passare al perdono. La rabbia è una risposta necessaria e appropriata alle situazioni in cui siamo stati danneggiati, manipolati o ingannati fisicamente o emotivamente. Negare a noi stessi il diritto di arrabbiarci quando siamo stati feriti significa negare parte della nostra umanità. La rabbia deve essere sentita prima di poter essere rilasciata.

Vedi anche  Padroneggia l'alchimia delle tue emozioni per trasformare rabbia, odio e dolore in qualità superiori

Rabbia nell'era del #MeToo

Mentre scrivo questo, più di 400 dirigenti e dipendenti di alto profilo in vari settori sono stati denunciati per aggressione sessuale e molestie a seguito del movimento #MeToo, che ha portato a dimissioni, licenziamenti, sospensioni e arresti. È un senso collettivo di indignazione che sta aprendo una conversazione globale sulla violenza sessuale e sta contribuendo a creare un futuro più sicuro per le donne di tutto il mondo. La rabbia sana ci aiuta a creare i confini necessari, ci autorizza all'azione e all'attivismo e ci aiuta a resistere all'ingiustizia.

Tuttavia, la rabbia può facilmente diventare tossica senza uno sfogo sano. La mia rabbia è stata una delle principali fonti di colpa e vergogna nella mia vita. Anche se in genere ho evitato conflitti e confronti, la rabbia che sarebbe uscita da me quando sono stato innescato mi ha lasciato scioccato, spaventato e profondamente vergognoso. Come qualcuno che ha subito abusi, non riuscivo a conciliare come una parte di me potesse essere buona se portassi dentro di me la stessa rabbia ribollente di coloro che mi avevano abusato. Nella mia mente, solo le persone abusive sono arrabbiati, così ho creato un'ombra convinzione che io  ero intrinsecamente cattivo.

Vedi anche  10 importanti insegnanti di yoga condividono le loro storie #MeToo

Ero terrorizzato dal fatto che se le persone solo sapessero quanto ero arrabbiato, nessuno avrebbe potuto amarmi. Così ho fatto tutto quanto in mio potere per respingerlo, nasconderlo e negarne l'esistenza. Non funziona mai. Sopprimere le nostre emozioni crea un accumulo tossico che porta a un'inevitabile implosione (collassare su noi stessi) o esplosione (scagliarsi contro gli altri). Per evitare che la nostra rabbia diventi tossica, dobbiamo permettere a noi stessi di sentirla ed esprimerla in modo costruttivo.

Lavorare con la nostra rabbia in modo costruttivo significa affrontarla con consapevolezza e ascoltare con compassione ciò che ha da dire. La rabbia ha sempre un messaggio di fondo. Quando apriamo il sipario, di solito c'è un'altra emozione che si nasconde dietro di essa come delusione, paura, dolore o vergogna. Ascoltare la nostra rabbia senza scagliarsi o scagliarsi getta le basi per una comunicazione sana, assertività e responsabilizzazione.

La seguente sequenza è stata creata per onorare la tua rabbia e darle uno spazio sacro per essere sentito, commosso e rilasciato. Si apre con un soffio corroborante di pratica del fuoco per aiutare a rivelare la rabbia latente. La sequenza si sposta quindi nel lavoro di riscaldamento del nucleo, nelle arti marziali e nei colpi di scena profondi, che attivano il nostro terzo chakra, il plesso solare o manipura chakra. È qui che risiedono rabbia e frustrazione irrisolte. Ti incoraggio a respirare nelle tue emozioni e lasciare che tutto ciò che hai soppresso salga in superficie. Chiudiamo con una tecnica di respirazione rinfrescante per riportare il nostro corpo e la nostra mente in equilibrio.

Sequenza di yoga primordiale per liberare la rabbia

1. Respiro di fuoco

Trova una posizione seduta comoda e pratica il respiro di fuoco per 3 minuti. Stabilisci l'intenzione di liberare la rabbia o la frustrazione a cui ti sei aggrappato. Consenti a qualsiasi rabbia repressa di sollevarsi dalla parte inferiore dell'addome e rilasciarla mentre espiri.

Alla fine della pratica del respiro di fuoco, apri i palmi delle mani, allunga le braccia verso il cielo e permetti a te stesso di dare voce alla tua rabbia. Urla a squarciagola per alcuni secondi per liberare ogni emozione rimanente. Quindi rilascia lentamente le braccia lungo i fianchi e prenditi alcuni minuti per sederti in silenzio e osservare come ti senti. È cambiato qualcosa? Ti senti più leggero? Ti senti più autorizzato? Come ti sei sentito darti il ​​permesso di urlare?

Vedi anche  Anatomia 101: come sfruttare il vero potere del tuo respiro

2. Navasana ( posa della barca)

Inizia in posizione seduta. Allunga la colonna vertebrale e solleva il petto. Appoggiati leggermente all'indietro mentre pieghi le ginocchia e sollevi i piedi dal pavimento. Continua ad allungare la colonna vertebrale mentre premi le ginocchia e solleva gli stinchi parallelamente al pavimento. Allunga le braccia in avanti e ammorbidisci le spalle lontano dalle orecchie. Mantieni la posizione per 5 cicli di respiro. Se sei dell'umore giusto per una sfida maggiore, coinvolgi i muscoli della coscia per raddrizzare le gambe davanti a te.

Vantaggi : questa posizione rafforza il core, i flessori dell'anca, i quadricipiti e i muscoli della schiena; crea fiducia; e ti connette al tuo centro.

Vedi anche  Hai bisogno di un buon allenamento? Queste 10 sequenze principali ti accenderanno

3. Biciclette scricchiolio

Sdraiati sul pavimento sulla schiena. Porta le mani dietro la testa con i gomiti larghi. Durante un'espirazione, solleva la testa e le scapole dal pavimento, facendo attenzione a non tirare o sforzare il collo e attirare le ginocchia verso il petto. Inspira e distendi la gamba sinistra, in bilico a pochi centimetri da terra. Tieni la parte bassa della schiena piatta a terra e le costole anteriori che si abbracciano. Espira mentre giri la parte superiore del corpo verso destra e tira il gomito sinistro verso il ginocchio destro. Cambia lato in modo fluido (come se stessi pedalando su una bicicletta con le gambe) per completare una ripetizione. Fai 2 serie da 10 ripetizioni.

Benefici : questa posizione rafforza i muscoli addominali, in particolare il retto dell'addome, o addominali "da sei", e gli obliqui; aiuta a migliorare la circolazione sanguigna ai tuoi organi interni; aiuta la digestione; e crea un senso di forza e fiducia.

Vedi anche  Questi 3 esercizi rafforzeranno il tuo core velocemente

4. Pugni in posizione di cavallo

Stare in piedi e divaricare i piedi circa due volte più largamente della distanza dell'anca. Espira mentre pieghi le ginocchia per cadere in uno squat a gambe larghe, noto anche come posizione del cavallo. Mantieni la colonna vertebrale allungata sollevando la sommità della testa mentre allunghi il coccige verso il pavimento. Impila le spalle direttamente sopra i fianchi e abbraccia le costole anteriori per coinvolgere il core.

Fai pugni con entrambe le mani, le nocche rivolte verso l'alto e stringi i gomiti strettamente contro il tuo corpo. Inspira e tira indietro i gomiti, stringendo insieme le scapole e tira i pugni verso il corpo appena sotto le costole inferiori. Espira ed estendi il braccio destro in avanti in una posizione diritta di pugno mantenendo il braccio all'altezza delle spalle. L'avambraccio e la mano ruotano mentre dai un pugno, quindi le nocche finiscono a faccia in giù. Tieni il braccio sinistro in un pugno stretto all'anca sinistra. Alla tua successiva espirazione, manda il braccio sinistro in fuori con potenza in un pugno dritto, facendo ruotare le nocche verso il basso. Ritira contemporaneamente il braccio destro nella posizione del gomito piegato all'altezza dell'anca. Espira con forza dalla bocca, con un suono shhhhh udibile . Esegui 3 serie da 10 pugni.

OPZIONE

Nelle arti marziali, la posizione del cavallo viene tradizionalmente eseguita con i piedi paralleli e le dita dei piedi rivolte in avanti, ma se questo provoca disagio alle ginocchia, puoi girare leggermente le dita dei piedi e far puntare le ginocchia nella stessa direzione delle dita dei piedi.

Vantaggi : questa posizione rafforza gambe, glutei, fianchi, ginocchia, caviglie, spalle, braccia, colonna vertebrale e core; rilascia rabbia e frustrazione e crea fiducia e potere.

Vedi anche  Perché il tuo diaframma potrebbe essere il punto di svolta della forza fondamentale che hai trascurato

5. Twisting Crescent

Inizia con Crescent Lunge. Espira e unisci le mani al centro del petto con i gomiti larghi. Ruota il busto verso destra mentre ti pieghi in avanti, mantenendo la colonna vertebrale allungata. Aggancia il gomito sinistro fuori dalla coscia destra, appena sopra il ginocchio. Premi il gomito contro la gamba esterna per creare una leva per aumentare la torsione mentre apri il petto. Allontana le spalle dalle orecchie, raggiungi la sommità della testa e premi la gamba posteriore dritta, raggiungendo il tallone sinistro. Disegna la parte inferiore dell'addome mentre ti giri, sollevando il busto dalla coscia. Mantieni la posizione per 5 cicli di respiro, quindi ripeti sul lato opposto.

Vantaggi:  questa posizione rafforza gambe, glutei, colonna vertebrale e core; allunga i flessori dell'anca; apre il petto e le spalle; crea mobilità nella colonna vertebrale; migliora l'equilibrio; aiuta a migliorare la circolazione sanguigna ai tuoi organi interni; aiuta la digestione; e aiuta a liberare rabbia e frustrazione.

Vedi anche  Dare una sorpresa alla schiena con questa serie di colpi di scena

6. Twist seduto

Inizia seduto con la colonna vertebrale allungata e entrambe le gambe dritte di fronte a te. Piega il ginocchio destro e porta il tallone destro verso l'osso destro seduto. Solleva la gamba destra e incrocia il piede destro sulla gamba sinistra. Tieni il ginocchio destro piegato e posiziona il piede destro piatto sul pavimento appena fuori dalla coscia esterna sinistra. Inspira e allunga il braccio sinistro verso il soffitto. Espira, ruota il busto verso destra, piega il gomito sinistro e porta il gomito sinistro fuori dalla coscia destra con le dita rivolte verso l'alto. Posiziona la mano destra direttamente dietro di te, apri la spalla allontanandola dall'orecchio, continua a sollevare la colonna vertebrale ed espandi il petto. Guarda oltre la tua spalla destra. Mantieni questa posizione per 3-5 cicli di respiro mentre visualizzi le emozioni negative che escono dal corpo come l'acqua da uno straccio bagnato.Ripeti sul lato opposto.

OPZIONE

Invece di tenere la gamba sinistra dritta, piegala verso l'osso seduto destro. Questa è una variazione leggermente più profonda che crea un ulteriore allungamento delicato nell'anca, nel ginocchio e nella caviglia sinistra.

Benefici : questa posa tonifica l'addome; aumenta il flusso sanguigno ai tuoi organi digestivi, che migliora la digestione; crea forza e mobilità nella colonna vertebrale; aiuta ad alleviare alcuni tipi di mal di schiena; libera rabbia e frustrazione; e ti apre il petto.

Vedi anche  A Cyndi Lee Sequence, Deconstructed

7. Janu Sirsasana (piegamento in avanti dalla testa al ginocchio)

Siediti sul pavimento con entrambe le gambe dritte davanti a te. Se hai bisogno di ulteriore supporto, metti una coperta sotto i glutei. Piega il ginocchio destro e porta la pianta del piede destro sulla parte interna della coscia sinistra. Inspira, siediti in posizione eretta ed espandi il petto mentre raggiungi la sommità della testa verso il soffitto. Espira, ruota delicatamente il busto verso il ginocchio sinistro e piega il busto sulla gamba sinistra. Allunga le braccia in avanti fino al piede e intreccia le dita attorno alla pianta del piede, se possibile. Rilassa il collo e abbassa lo sguardo.

OPZIONE

Appoggia la fronte su un cuscino per ulteriore supporto e comfort. Mantieni la posizione per 5 cicli di respiro, quindi ripeti sul lato opposto.

Vedi anche 4 pose per approfondire l'intimità e rafforzare le relazioni

8. Respiro rinfrescante

Chiudi la pratica con 5 cicli di respiro rinfrescante per bilanciare e raffreddare il tuo corpo dopo una pratica molto accesa. Mentre respiri, visualizza la rabbia, la frustrazione o l'agitazione rimanenti che lasciano delicatamente il tuo corpo. Termina sedendoti in silenzio per alcuni istanti e osserva come ti senti.

Tratto con il permesso da The Courage to Rise di Liz Arch.

Raccomandato

Affrontare la rabbia attraverso la comprensione e il controllo
Lo yoga del denaro: porta la saggezza dal tappeto alle tue finanze
Lo yoga mi ha trasformato dopo l'amputazione