Yoga per malattie mentali

Le lezioni di yoga di solito arrivano con una promessa inespressa: se respiri e fai stretching, se segui le istruzioni e ti sintonizzi sul tuo corpo, ne uscirai sentendoti meglio. Probabilmente non è un'esagerazione affermare che la maggior parte delle persone prova un certo livello di sollievo - fisico, spirituale, mentale o altro - dopo una pratica yoga, la maggior parte delle volte. Ma cosa succede quando c'è qualcosa di grave che turba uno dei tuoi studenti, ad esempio se sta lottando con problemi psicologici in corso come la depressione. Lo yoga può aiutarli a fare di più che sentirsi un po 'meglio? Può curare la loro malattia mentale?

La risposta breve, secondo gli esperti nel campo dello yoga e della psicoterapia, è sì. Ma sebbene facciano cenno allo yoga come potenziale panacea per la salute mentale, i professionisti avvertono che per alcuni disturbi, inclusa la depressione, è in genere meglio combinare lo yoga con un'intensa supervisione da parte di un terapista qualificato per scongiurare la possibilità di effetti negativi.

asana per le emozioni

Lo yoga è stato a lungo considerato uno strumento per migliorare la salute mentale, anche se i concetti di ciò che ciò comporta sono cambiati nel tempo e sono distinti nelle diverse culture. Oggi negli Stati Uniti, molti terapisti incorporano lo yoga e altre pratiche incentrate sul corpo nel loro lavoro terapeutico. Esistono diverse scuole di yoga che si concentrano specificamente sulle intersezioni tra la pratica degli asana e la salute emotiva, e un crescente corpo di studi indica che lo yoga è spesso uno strumento eccellente per trattare la mente turbata.

Come funziona? Secondo la dottoressa Eleanor Criswell, psicoterapeuta abilitata che ha tenuto corsi di psicologia dello yoga presso la Sonoma State University della California dal 1969, "Lo yoga è incredibile in termini di gestione dello stress. Riporta una persona all'omeostasi [o all'equilibrio]. Perché persone che hanno ansie di molti tipi, lo yoga aiuta ad abbassare il loro livello fisiologico di eccitazione di base ".

Criswell fa parte del comitato consultivo della International Association of Yoga Therapists ed è anche l'autore di How Yoga Works: Introduction to Somatic Yoga . Sottolinea che "per la persona in generale, lo yoga migliora notevolmente la salute mentale: umore, senso di sé, motivazione, senso di direzione e scopo interiore, nonché salute fisica - e la salute fisica è così importante per la salute mentale". Nel contesto terapeutico, aggiunge Criswell, lo yoga "abbassa i confini dell'Io, quindi sei più ricettivo agli input di altre persone, incluso il terapeuta. La persona diventa più somaticamente a suo agio, così possono effettivamente ascoltare ciò che viene detto e possono riflettere su di esso. Migliora anche il sonno e aumenta il contatto con i sogni ", che possono essere strumenti utili in terapia.

L'esperienza di Criswell è confermata da dozzine di piccoli studi sugli effetti dello yoga sui cambiamenti di umore. Il dottor David Shapiro, professore presso il Dipartimento di Psichiatria e Scienze Biocomportamentali dell'Università della California, Los Angeles, ha supervisionato diversi studi di questo tipo. Nella sua ricerca, ha ripetutamente visto le emozioni negative diminuire mentre le emozioni positive aumentano. Ancora più incoraggiante, gli studenti che hanno a che fare con una depressione più grave hanno visto un maggiore aumento di stati d'animo positivi rispetto agli altri studenti.

Effetti inversi

La dottoressa Sophia Reinders, psicoterapeuta di orientamento junghiano con sede a San Francisco, sottolinea l'importanza di lavorare a stretto contatto con un terapeuta in sintonia con la guarigione emotiva centrata sul corpo. "Un rilascio emotivo durante la pratica delle asana può portare a un'esperienza inaspettata di gioia e facilità, oppure può far emergere paura, tristezza o altri sentimenti difficili", spiega. "Se ci spaventiamo per quello che sta succedendo, potremmo spingerlo indietro, il che significa tornare nel corpo."

Reinders, che è anche un insegnante certificato di Iyengar Yoga e un membro della facoltà a contratto presso il California Institute of Integral Studies di San Francisco, aggiunge che la guida di un terapeuta attraverso il processo di dragare le emozioni aiuta i pazienti a stabilirsi in un nuovo senso di se stessi, mentre iniziare a lasciar andare vecchi dolori e cattivi schemi. "Prima di poter uscire da uno squilibrio, poiché abbiamo utilizzato lo squilibrio per sentirci al sicuro, dobbiamo trovare un nuovo modo per sentirci al sicuro, un nuovo posto in cui dimorare. E per questo, è importante prima trovare o creare un senso di potenziamento da qualche parte nel corpo ".

Aiuto extra richiesto

Per qualsiasi persona, questo può essere un processo delicato. Per coloro che si occupano di malattie mentali, c'è almeno un po 'di potenziale per lo yoga di essere dannoso se non viene monitorato. "Senza un'adeguata supervisione, uno studente può avere una maggiore tristezza o idee suicide, quindi dovresti essere davvero al corrente del fatto che l'esperienza dello yoga sia benefica o meno", afferma Criswell. "A volte il maggiore senso di vigilanza consente di agire in base a impulsi negativi ... le persone depresse possono sentirsi più depresse con il rilassamento." Ciò non significa che lo yoga sia inappropriato, insiste Criswell. È solo che chi ha squilibri dovrebbe intraprendere con attenzione una pratica che può aprire una persona così profondamente.

Lo stesso, dice Criswell, è vero per chi soffre di stress post-traumatico, persone con tendenze psicotiche o maniaco-depressivi. "A volte lo yoga può aumentare lo stato maniacale", dice. "A volte è una buona cosa, a volte no. In generale, quello che vedi durante le lezioni di yoga è che le persone diventano più felici, ma deve essere entro un raggio gestibile."

Anche se l'idea di aiutare uno studente a superare seri problemi di salute mentale è probabilmente travolgente per i nuovi insegnanti, ricorda che non devi farlo da solo. Tieni a portata di mano un elenco di riferimento di terapisti consapevoli del corpo e tieni d'occhio tutti gli studenti che si sono confidati con te sul loro stato di salute mentale. Se sembra che si stiano ritirando emotivamente o socialmente, Criswell consiglia, offri loro la tua lista di riferimento o suggerisci loro di trovare un terapeuta tutto loro.

Sii positivo

In definitiva, la mentalità yogica che scioglie le preoccupazioni psicologiche è lo stesso tipo di concentrazione che aiuta tutti gli yogi, qualunque sia il loro stato di salute mentale. Reinders delinea un processo di "raffinamento delle qualità dell'attenzione", che inizia chiedendo agli studenti di diventare consapevoli di qualsiasi critica cronica o svalutazione che fa parte del loro pensiero abituale. Invece, dice Reinders, suggeriscono di portare "un'attenzione spaziosa, amorevole, curiosa e giocosa" al loro stato mentale e fisico (attraverso lo yoga o la psicoterapia) e si verificherà un cambiamento positivo.

Per ulteriori informazioni, visitare www.iayt.org, www.ciis.edu o www.wisdombody.com.

Rachel Brahinsky è una scrittrice e insegnante di yoga a San Francisco.

Raccomandato

Master Class con Kathryn Budig: Firefly (Tittibhasana)
The Yoga Journal Makeovers Parte II: Tales of Transformation
Wake Up and Flow: una playlist di yoga di 60 minuti per uccidere il giorno