Yoga per i sopravvissuti all'ictus

—Laura Vasquez

La risposta di Baxter Bell :

Sono d'accordo sul fatto che un ritmo molto lento sia una buona idea, soprattutto se stai lavorando con recenti sopravvissuti a ictus che sono ancora ricoverati in ospedale o si trovano in un'unità di riabilitazione. È difficile lavorare con un gruppo di studenti con ictus, poiché le loro difficoltà possono variare molto. Due problemi comuni che sorgono dopo un ictus sono la difficoltà di equilibrio e la debolezza unilaterale che colpisce un braccio o una gamba o entrambi.

Se lo studente è in grado di spostarsi facilmente dalla sedia al pavimento, considera di iniziare con gli studenti sulle loro spalle. Se uno studente ha le vertigini sdraiato, appoggia leggermente la testa per vedere se le vertigini si risolvono prontamente. Sarai in grado di ricreare quasi tutte le pose in piedi in questa posizione, spesso appoggiando i piedi contro il battiscopa del muro e appoggiando gli arti secondo necessità.

La prossima opzione è lavorare con gli studenti su sedie di metallo pieghevoli. Puoi modificare le pose in piedi, come Virabhadrasana I (Warrior I) e Virabhadrasana II (Warrior Poses II), Utthita Parsvakonasana (Extended Side Angle Pose) e High Lunges tenendoli sugli schienali delle sedie. Le sedie sono anche di grande aiuto con semplici apri anca e variazioni di petto, spalle e braccia. Ricorda che i pazienti con ictus avranno probabilmente seri problemi medici sottostanti, come ipertensione, malattie cardiache o glaucoma, quindi qualsiasi variazione di un'inversione può essere controindicata. Con questo in mente, evita tutte le pose in cui la testa scende sotto la vita. Modifica le flessioni in piedi in avanti facendo in modo che gli studenti non si avvicinino più che paralleli al pavimento e insegna loro a praticare l'Ardha Adho Mukha Svanasana (posa del cane a metà rivolto verso il basso) al muro.

Man mano che la forza e l'equilibrio migliorano, puoi iniziare a lavorare in posizioni erette contro un muro. Tieni le spalle al muro per pose come Utthita Trikonasana (triangolo esteso) e Utthita Parsvakonasana (angolo laterale esteso). Per ulteriore supporto, gli studenti possono appoggiare la mano inferiore sullo schienale di una sedia in queste pose.

Esistono diversi tipi di ictus e un tipo richiede un'attenzione speciale. Questo tipo è il risultato della placca che si sviluppa nell'arteria carotide, che fornisce sangue al cervello. Un ictus si verifica quando un pezzo di questa placca si stacca e si dirige verso il cervello. Dal momento che potresti non avere queste informazioni sui tuoi studenti, presumi che tutti avrebbero potuto avere questo tipo di ictus e modificare le torsioni mantenendo la testa in una posizione neutra, cioè non portare la torsione fino in fondo nel collo. Lascia che la pancia e il petto creino invece il movimento della torsione. Concentrati sull'allungamento della parte posteriore del collo e sul mantenimento della parte anteriore della gola morbida e ricettiva.

L'ictus solleva quasi inevitabilmente una serie di problemi, tra cui paura, ansia, dolore per la perdita di capacità e incertezza sul recupero. Il lavoro sul respiro dovrebbe concentrarsi sul lasciare andare questo stato mentale preoccupato e tornare ancora e ancora all'esperienza del momento presente. Inizia con una semplice osservazione del respiro e introduci gradualmente la semplice respirazione della pancia, concentrandoti sull'espansione uniforme della pancia e del torace in entrambi i lati destro e sinistro del corpo.

Baxter Bell, MD, insegna nella San Francisco Bay Area ea livello internazionale, ed è direttore del programma di formazione per insegnanti del Piedmont Yoga Studio a Oakland, in California. Collabora con il sito web e la rivista Yoga Journal e per l'International Journal of Yoga Therapy.

Raccomandato

Lo yoga è pericoloso per le donne?
3 pose preparatorie per l'equilibrio dell'avambraccio (Pincha Mayurasana)
Solleva il tuo spirito con questi oli essenziali equilibranti Dosha