Respira per rilassarti nello yoga riparatore + meditazione

Gli studenti principianti spesso chiedono istruzioni sul modo "giusto" di respirare. Purtroppo, non esiste una risposta unica a questa domanda, poiché il modello di respirazione ottimale in un dato momento dipende dal tipo di pratica. Lo yoga riparatore si concentra esclusivamente sul rilassamento, tuttavia, e sottolinea la respirazione che crea stati d'essere calmi e sereni. Quando ti stabilisci in pose riparatrici, prova le seguenti tecniche per coltivare schemi di respirazione che sono segni di rilassamento e benessere.

Vedi anche A Beginner's Guide to Pranayama

Muovi la pancia con il respiro

Quando siamo a nostro agio, il diaframma è il motore principale del respiro. Mentre inspiriamo, questo muscolo simile a una cupola scende verso l'addome, spostando i muscoli addominali e gonfiando delicatamente la pancia. Mentre espiriamo, il diaframma si rilascia indietro verso il cuore, consentendo alla pancia di rilasciare verso la colonna vertebrale.

Mantieni la parte superiore del corpo tranquilla

Durante i periodi di forte stress, è normale sollevare la parte superiore del torace e afferrare i muscoli delle spalle e della gola. Quando siamo a riposo, i muscoli della parte superiore del torace rimangono morbidi e rilassati mentre respiriamo e il vero lavoro avviene nella gabbia toracica inferiore. Per promuovere questo tipo di schema respiratorio, rilassa consapevolmente la mascella, la gola, il collo e le spalle e osserva il respiro che penetra nelle parti più profonde dei polmoni mentre inspiri ed espiri.

Respirare facilmente

Sebbene alcuni respiri possano essere più profondi o più veloci di altri, quando siamo rilassati, il ritmo alternato delle inspirazioni e delle espirazioni sembra una ninna nanna: dolce, dolce e ininterrotto da sussulti e scatti. Rilassarsi coscientemente in questa qualità oceanica e ondulatoria del respiro approfondisce il nostro senso di pace e tranquillità.

Allunga l'espirazione

Quando ci sentiamo stressati, le nostre espirazioni tendono a diventare brevi e instabili. Quando siamo rilassati, però, le espirazioni si estendono così completamente che spesso sono più lunghe delle inspirazioni. Alcuni insegnanti dicono addirittura che se siamo profondamente rilassati, ogni espirazione sarà lunga il doppio dell'inspirazione. Per facilitare ciò, prova ad estendere delicatamente ogni espirazione di uno o due secondi.

Pausa dopo ogni espirazione

Nel nostro stato più rilassato, la fine di ogni espirazione è punteggiata da una breve pausa. Indugiare in questo punto debole può essere profondamente soddisfacente e può evocare sentimenti di profonda quiete e quiete.

Lascia respirare tutto il corpo

Quando siamo a nostro agio, tutto il corpo partecipa al processo di respirazione. Immagina un bambino che dorme: quando inspira ed espira, la pancia si gonfia e rilascia, i fianchi oscillano avanti e indietro, le spalle ondeggiano e la colonna vertebrale ondeggia dolcemente. Questo offre un mini-massaggio per i muscoli e gli organi di tutto il corpo e trasforma ogni respiro in una melodia rilassante che calma e calma ulteriormente ogni cellula all'interno.

Vedi anche  Pranayama Practices for Stress, Anxiety, and Depression

Claudia Cummins insegna yoga nell'Ohio centrale.

Raccomandato

Uno contro uno
"Posture": un nuovo documentario esplora il controverso mondo dello yoga competitivo
Anatomia 101: come sfruttare il vero potere del tuo respiro