Yoga per il baseball

Nonostante il fatto che la parola yogi evochi l'immagine di un acchiappasogni che oscilla liberamente e vomita malaprop per gli Yankees, le immagini stereotipate dei giocatori di baseball - mazzette di tabacco conficcate nelle loro guance, rispondendo ai manager con generose budella di birra - don ' Sembra che si armonizzi con la serenità e la filosofia dello yoga.

Ma l'immagine è una cosa, la realtà un'altra. Il ritmo a volte languido delle partite di baseball e softball smentisce le loro esigenze fisiche (i buoni giocatori hanno bisogno di tutto, dai riflessi veloci all'eccellente coordinazione occhio-mano). Lo yoga è il complemento perfetto per rafforzare e allungare i muscoli della mente e del corpo. "Lo yoga migliora qualsiasi prestazione atletica", afferma Jimmy Barkan, proprietario dello Yoga College of India a Fort Lauderdale, in Florida, "e il baseball non fa eccezione". Dovrebbe saperlo: ha lavorato con i membri dei Florida Marlins durante la stagione delle vittorie delle World Series 1997. Coincidenza o no? "Non posso davvero assumermi la responsabilità di questo", dice Barkan con una risata.

Ciò di cui può assumersi la responsabilità, tuttavia, è sciogliere alcuni muscoli fortemente tesi e di conseguenza migliorare, anche se in modo intangibile, le prestazioni sul campo. Barkan pratica Bikram Yoga, una serie di 26 asana eseguite in una stanza riscaldata a circa 95 gradi. Gli uomini tipicamente inflessibili (leggi: la maggior parte dei giocatori di baseball) affollano queste classi per due ragioni: primo, la temperatura ardente riscalda istantaneamente il corpo, consentendo un allungamento più intenso; e in secondo luogo, le posture non richiedono molta flessibilità per cominciare. "Non importa cosa, c'è un livello in cui puoi partecipare e beneficiare di questo corso", afferma Barkan.

Segreto del mio successo

Inizialmente, il lanciatore Al Leiter, un ex Marlin, attuale New York Met e devoto di yoga di lunga data, ha cercato i servizi di Barkan. "Questo è un ottimo allenamento", ha detto al Palm Beach Post. "È sicuramente una risorsa per il mio successo." Una volta che i suoi compagni di squadra e vari membri dello staff lo hanno sentito diventare om-estatico, molti di loro volevano entrare, quindi Barkan è andato al Pro Player Stadium per guidare le loro sessioni. "Abbiamo raccolto una serie di stufe", ricorda Barkan, "ma la stanza non era calda come piace a noi".

Tuttavia, le posture che ha guidato i giocatori attraverso aree chiave del corpo allungate e rafforzate utilizzate nel baseball e nel softball. Sebbene ogni posizione in campo richieda una specialità atletica diversa - gli shorttops devono essere agili e acrobatici, i primi basemen hanno bisogno di flessibilità per fare le spaccate, i lanciatori hanno bisogno di spalle d'acciaio, i ricevitori hanno bisogno di equilibrio e gambe forti - i muscoli usati nei movimenti di base della battuta e il lancio abbraccia quasi tutto il corpo.

Quando sali in casa base, sebbene sia la mazza a oscillare, in realtà è la rotazione dei fianchi che genera la potenza necessaria per superare la recinzione. Maggiore è il raggio di movimento dei tuoi fianchi, maggiori sono le tue possibilità di un colpo decente.

Twist Like Joe

Jeff Conine (ex Marlin, ora Baltimore Oriole) guarderebbe film di Joe DiMaggio, i cui fianchi erano così flessibili che sarebbero stati di fronte alla terza base alla fine del suo swing. Dice Barkan, "Conine riusciva a malapena a convincerlo fino a quando non ha iniziato a praticare yoga". La postura Bikram Dandayamana-Dhanurasana (posa in piedi per tirare l'arco), Utkatasana (posa della sedia) e Ardha Matsyendrasana (posa del mezzo signore dei pesci) ti aiuteranno a far oscillare i fianchi con la stessa completezza della mazza.

Una volta entrato in contatto con la palla, il decollo da fermo a uno scatto completo costringe i muscoli posteriori della coscia a entrare in azione. Se non sono flessibili e forti, lo sentirai sicuramente, probabilmente sotto forma di un muscolo tirato.

"Quando vedi un ragazzo rallentare mentre gira la terza base", dice Barkan, "ha problemi con il nervo sciatico". I fielders inoltre praticano comunemente lo sprint improvviso dal dead-stop mentre decollano per mettere in campo una mosca o afferrare un terrestre.

Dandayamana-Janu Sirsasana (posizione in piedi dalla testa al ginocchio) e Janu Sirsasana (posizione dalla testa al ginocchio) aiuteranno a sciogliere il nervo sciatico, la vera fonte della sensazione di tensione ai muscoli posteriori della coscia secondo la filosofia Bikram.

Colpiscili

Il lancio della palla comporta una serie di movimenti complessi che, se eseguiti correttamente, impiegano tutto, dai piedi alla punta delle dita. Durante il caricamento, dopo che le gambe hanno impostato la posizione, una gamba si spinge mentre i muscoli delle spalle sostengono il braccio armato; quindi l'energia generata nella metà inferiore viene trasferita, tramite il busto, al petto, al dorsale, ai tricipiti e alla spalla mentre rilasci la palla; per il follow-through, quando le spalle, i tricipiti e i bicipiti rallentano, il tronco si piega in avanti per evitare lesioni alla spalla. "Il lancio ti prende molto", dice Craig Moriwaki, un allenatore della squadra di softball dell'Università di Washington. "È importante che tu abbia la forma giusta. Altrimenti, può essere estremamente stressante per le spalle." Barkan consiglia asana come Garudasana (Eagle Pose),Trikonasana (Triangle Pose) e Tuladandasana (Balancing Stick Pose) per allungare e rafforzare le articolazioni delle spalle, utili quando ti affondi per prendere o lanciare una palla. Oppure, seguite l'esempio del lanciatore yankees Orlando Hernandez, originario di Cuba, che fa abitualmente Headstand e Handstand "per rilassarsi" e Supta Padangusthasana (Supine Hand-to-Foot Pose) per allungare i muscoli posteriori della coscia.

È tutto nella tua testa

L'aspetto mentale del baseball e del softball è importante quanto la preparazione fisica. Con i giochi professionali che possono trascinarsi per ore e la partita di softball universitaria media che va da 90 minuti a due ore, la capacità di concentrarsi per lunghi periodi di tempo è fondamentale. Anche se un difensore destro può ricevere solo una palla a partita, deve comunque essere presente mentalmente per l'intera partita. "Praticare yoga, quando devi stare dentro te stesso e nel momento, aiuta sul campo", dice Barkan.

Anche la capacità di prendere decisioni rapidamente è fondamentale. "Ho circa un secondo per decidere se lanciare o meno per cercare di far uscire qualcuno", dice Vicki Siesta, che gioca nella squadra di softball alla Princeton University. "La differenza può essere due run in arrivo o uno fuori." E quando è lei a cercare di segnare i punti, deve pensare ancora più velocemente. "Devo decidere se scivolare o meno. Se è sì, allora devo scegliere se andare prima con la testa o con i piedi, all'esterno o all'interno della borsa, tutto in un istante", dice.

Gli esercizi di respirazione che promuovono l'inspirazione e l'espirazione regolari aiutano a mantenere la testa nel gioco e la mente acuta come una tacchetta, vantaggi che tornano utili in tutti gli sport con la palla: "Giocavo a golf con Leiter e [poi] il Miami Dolphins Center Jeff Uhlenhake un giorno, e mi chiedevano di insegnare loro come riprendere fiato alla normalità ", dice Barkan. "Aiuta la tua concentrazione, non importa quale sia il tuo gioco."

Dimity McDowell è una scrittrice freelance di Brooklyn, New York.

Raccomandato

Lo yoga è pericoloso per le donne?
3 pose preparatorie per l'equilibrio dell'avambraccio (Pincha Mayurasana)
Solleva il tuo spirito con questi oli essenziali equilibranti Dosha