Lo yoga delle relazioni

Portare consapevolezza nelle tue relazioni ti consente di lavorare con le inevitabili difficoltà e delusioni che sorgono.

Mi sono seduto in silenzio mentre la donna si è sistemata coscientemente sul divano nel mio ufficio. Aveva trent'anni, sposata, ben avviata nella sua professione e una sincera studentessa del dharma. Alzò lo sguardo dopo alcuni momenti di riflessione, sorrise nervosamente e disse: "Immagino che ti chiedi perché sono qui. So che normalmente non fai questo tipo di incontri con gli studenti, ma non ho bisogno di un colloquio sulla mia pratica; ho bisogno di una prospettiva sulla mia vita personale ". Di recente avevo lavorato intensamente con questa donna in un ritiro, dove mi aveva detto che era in terapia e che era stata utile nella sua vita e nella sua pratica. Era sicura di sé e molto autosufficiente, quindi sapevo che non avrebbe chiesto un appuntamento a caso. "Allora ascoltiamolo", ho risposto.

"Sono confusa e contratta riguardo al mio matrimonio", iniziò a spiegare. "Non è che ci sia qualcosa di veramente sbagliato; è solo che non ho la sensazione che pensavo avrei avuto. Più sono soddisfacenti e soddisfacenti le altre parti della mia vita, meno è vibrante la relazione. È un bravo ragazzo, e siamo gentili l'uno con l'altro. Non mi interessa un altro uomo; è solo ... beh, è ​​per questo che sono qui. Non so cosa sia. "

Vedi anche 3 pose per aiutarti ad amare il tuo corpo

La donna aggrottò le sopracciglia e continuò: "Poi, nella mia pratica di meditazione, vedo la mia mente infinitamente desiderosa e l'inutilità di inseguire un po 'di felicità che si suppone possa fornire. So che la mia felicità può essere trovata solo dentro, ma c'è ancora questa ... delusione. Proprio la scorsa notte, mentre camminavamo per strada dopo aver cenato con gli amici, sembrava che dovessi andare a casa mia e lui a casa sua. Eravamo solo amici, non era romanticismo. È non che devo avere una storia d'amore; è solo che ho pensato ... È tutto semplicemente ridicolo! " Finì in fretta, il suo viso ora completamente arrossato. "Cosa devo fare con questi sentimenti? Cosa mi dice il dharma di fare?"

Ho provato una grande empatia per la sua confusione. Ho commesso molti errori nelle relazioni, compreso l'essere confuso tra l'idealismo della mia pratica e la realtà dei miei bisogni emotivi. Ma stava facendo qualcosa di meraviglioso con la sua confusione: stava usando la sua energia per ampliare la sua indagine su se stessa e sull'amore. Supportata da tutto il lavoro psicologico che aveva svolto, dalla sua integrità e dalla sua pratica di consapevolezza, si stava aprendo all'esplorazione della verità più grande che è alla base del nostro desiderio di una relazione romantica.

Che tu sia un uomo o una donna, potresti avere una domanda simile alla sua. Potresti cercare chiarezza su come prendere un impegno. Forse ti starai chiedendo se dovresti lasciare un matrimonio, o come migliorare quello che hai, oppure potresti sentire che il tempo per stare con qualcuno ti è passato. In ciascuna di queste situazioni, è opportuno chiedersi in che modo le tue idee di romanticismo si adattano ai tuoi valori e aspirazioni spirituali. Sfortunatamente, è facile confondersi nel pensare alle relazioni nel contesto della pratica del dharma e, di conseguenza, indebolire entrambi.

Così ho esitato mentre mi sedevo lì chiedendomi come rispondere alla domanda della donna. Certamente, la sua pratica del dharma potrebbe aiutarla a vedere la sua relazione più chiaramente e potrebbe aiutarla a implementare più abilmente qualunque cosa avesse deciso di fare, ma era sufficientemente matura per considerare consapevolmente che la sua relazione parte della sua pratica del dharma? È allettante sentire parlare di un modo profondo di lavorare con amore romantico e pensare: "Questo risolverà tutti i miei problemi!" Ma è solo teorico. Per praticare effettivamente la consapevolezza in una relazione, devi trovare la forza del cuore e della mente per persistere attraverso molte difficoltà e dubbi per renderlo reale nella tua vita.

Vedi anche The Power Of Love Meditation

Ho incontrato per la prima volta la possibilità di integrare l'amore esteriore e la pratica interiore in un insegnamento di Ram Dass. Uno studente gli aveva fatto una domanda sulla relazione. All'inizio, Ram Dass ha dato una risposta superficiale, ma quando lo studente ha insistito, ha detto: "Beh, se vuoi davvero guardare all'amore dal lato spirituale, puoi rendere la tua relazione il tuo yoga, ma è lo yoga più difficile che tu lo farà mai. "

Anche se all'epoca avevo solo vent'anni, avevo già una pratica vibrante che filtrava nella mia vita quotidiana, quindi ho subito capito l'implicazione di fare della relazione il mio yoga. E non volevo averci niente a che fare! Non si adattava alla mia idea idealizzata di romanticismo - amore incondizionato che coinvolgeva molto dramma intorno al dire la verità e sentimenti intensi dentro e fuori dal letto mentre ognuno di noi risolveva le ferite della nostra infanzia e cercava il significato della vita. Non riuscivo a immaginare di abbandonare la passione al fuoco purificatore della pratica. Ma Ram Dass stava parlando di un modo di essere in una relazione che è più appagante che vivere con intense aspettative l'uno dell'altro. Come può essere?

Solo con ripetute esperienze in relazioni a lungo termine e anni di pratica meditativa ho iniziato a vedere l'illusione che era insita nelle mie aspettative romantiche e la sofferenza che comportava. Le aspettative sono una forma di vista, e il Buddha insegnò che la visione è un ostacolo alla libertà. La verità di questo è chiaramente visibile nelle relazioni.

Amore culturalmente condizionato

Le nostre attuali aspettative sull'amore si basano sul concetto di romanticismo della nostra cultura, che ha avuto origine in Inghilterra e in altre parti d'Europa durante il XII e il XIII secolo con l'emergere dell'amore cortese associato ai cavalieri e alle loro dame. Non era che l'amore romantico fosse stato improvvisamente inventato o scoperto allora; piuttosto, si è evoluto in una forma idealizzata che ha ridefinito il modo in cui percepiamo l'amore e come lo recitiamo.

Vedi anche 5 cose che lo yoga mi ha insegnato sull'amore

Secondo l'analista junghiano Robert Johnson, autore di We: Understanding the Psychology of Romantic Love, l'amore romantico ha umanizzato l'amore dello Spirito Santo, che in precedenza era stato espresso solo con simboli religiosi, proiettando su una donna l'immagine della perfezione spirituale. Detto in un altro modo, l'amore romantico divenne l'idealizzazione dei sentimenti che un uomo era in grado di provare nei confronti di una donna, sentimenti che erano superiori alla lussuria carnale o alla praticità economica. Nel tempo, è nata la convinzione che questi puri sentimenti d'amore si stavano trasfigurando in entrambi i sessi e che l'amore fosse un mezzo di crescita spirituale. Questa nuova nozione di romanticismo combinava l'amore disinteressato e spirituale (noto come agape in greco) con l'amore terreno e lussurioso (eros) e un terzo tipo di amore, l'amicizia(filia) .

L'idea che i sentimenti di cura tra due persone abbiano un significato spirituale era rivoluzionaria. In origine, non c'era recitazione sessuale. La donna che rappresentava la perfezione spirituale era spesso sposata con qualcun altro; così, l'amore romantico era un'esperienza interiorizzata di estasi dello spirito, non di piacere sessuale. Tuttavia, poiché questa idea di amore romantico si diffuse, divenne sempre più un fattore nella scelta di un coniuge. Storicamente, i matrimoni venivano organizzati dai genitori per servire fini economici e sociali. Ma nel 20 ° secolo, la maggior parte delle persone credeva che questo sentimento di amore romantico, non matrimonio combinato, fosse la base per prendere un impegno per tutta la vita.

Man mano che le idee originali dell'amore cortese si sono diffuse, sono state sempre più diluite con i desideri ordinari, sebbene le tracce siano ancora lì mentre cerchiamo una "anima gemella", ci innamoriamo a prima vista e leggiamo le poesie di Pablo Neruda . L'amore è spesso considerato come la massima esperienza individuale, ma senza la sensazione che sia radicato nello Spirito (nonostante la tradizione della nostra cultura dei matrimoni in chiesa). In assenza di una forte connessione con l'idea che l'amore sia la sua ricompensa, è difficile per una relazione sembrare che sia "abbastanza". Le aspettative sono semplicemente troppo grandi.

Per molte persone, una relazione è considerata di successo solo se tutti i loro bisogni sessuali ed emotivi sono soddisfatti e le loro aspirazioni economiche e di status sociale sono soddisfatte. Ovviamente, le cose spesso non funzionano in questo modo e c'è una sensazione di delusione nella relazione. Molte coppie affrontano questo problema avendo figli e connettendosi attraverso di loro all'amore disinteressato. In effetti, la genitorialità è l'atto spirituale più idealizzato nella nostra cultura. Ma in molti casi, la sensazione di connessione spirituale attraverso il bambino non si diffonde alla relazione o alla vita interiore. Quando i bambini non sono più l'obiettivo primario, ciò che rimane è un'arida distanza tra due persone.

Vedi anche 5 cose che i bambini mi hanno insegnato sullo yoga

Hollywood Romance

Le commedie romantiche per sempre felici di Hollywood portano il messaggio implicito che se la tua relazione non è ideale in tutti i modi, allora è di seconda classe. Niente potrebbe essere più sbagliato e molti film romantici non fanno riferimento alla connessione tra amore umano e amore spirituale. Pretty Woman, uno dei film di relazione più popolari degli ultimi 25 anni, è sia una storia di Cenerentola, in quanto la donna sfugge alla miseria della sua vita esteriore ed è beatamente adorata, sia una storia di La Bella e la Bestia, in cui l'uomo viene riscattato dai suoi sentimenti congelati da una donna senza inganni sebbene ancora molto sexy.

Pretty Woman era popolare tra uomini e donne di ogni estrazione; tuttavia, nessuno dei personaggi principali del film fa il duro lavoro che genererebbe la forza o la generosità per essere effettivamente un partner liberatorio per l'altro. In effetti, il loro comportamento di prostituta e predatore capitalista rinforza proprio i tratti opposti. A differenza delle fiabe che riflettono - in cui i personaggi sono riscattati in parte dalla loro onesta sofferenza e dai cuori aperti - tutto accade spontaneamente a quest'uomo e questa donna semplicemente per "magia". L'appello di Pretty Woman riflette la grande fame della nostra cultura di redimere l'amore in una relazione, ma la sua superficialità rafforza in realtà l'afferrare una relazione definitiva, ignorando la necessità di compiere quei passi difficili che lo rendono possibile. Allo stesso modo, quando Harry incontrò Sally,che illustra l'aggiunta del migliore amico all'equazione dell'amore, e Insonne a Seattle, in cui né il protagonista maschile né quello femminile hanno trovato un posto di centro dentro di sé, trasmettono il messaggio che una profonda connessione può essere fatta dalla superficie del vita. Incontro spesso uomini e donne che hanno aspettative così irrealistiche sulle relazioni da essere infelici confrontando la loro situazione con come pensano che dovrebbe essere l'amore.Incontro spesso uomini e donne che hanno aspettative così irrealistiche sulle relazioni da essere infelici confrontando la loro situazione con come pensano che dovrebbe essere l'amore.Incontro spesso uomini e donne che hanno aspettative così irrealistiche sulle relazioni da essere infelici confrontando la loro situazione con come pensano che dovrebbe essere l'amore.

Approfondimenti amorevoli

La donna seduta nel mio ufficio incarnava questo dilemma di aspettative. Per tre anni, si era chiesta se doveva rimanere nel suo matrimonio e farlo funzionare o andare a cercare l'amore con qualcun altro. Sentiva che nulla era cambiato in quel periodo e che finalmente aveva bisogno di fare qualcosa, perché voleva dei bambini e credeva che più cresceva, meno "uomini buoni" ci sarebbero stati con cui collaborare. Non potevo dirle cosa fare, ma potevo mostrarle come applicare la consapevolezza ai suoi problemi, parlarle delle differenze tra una relazione sana e una malsana e condividere ciò che avevo imparato sulle diverse opzioni per usare la relazione come pratica del dharma.

Vedi anche Trova il tuo scopo usando Dharma + Shraddha

Anche se non scegli di fare della relazione la tua pratica spirituale, le intuizioni della consapevolezza possono aiutarti a chiarire tutte le aspettative e le interpretazioni che determinano quanto soffri con l'amore romantico. Man mano che impari il dharma, diventa ovvio che gran parte della sofferenza che provi nelle relazioni non è causata dalla situazione stessa, o da "ciò che è", ma dalla reazione della tua mente ad essa. Scopri rapidamente che sei tormentato da ciò che il Buddha ha descritto come "mente desiderosa". Volere la mente ti lascia insoddisfatto della tua relazione e della tua vita perché definisce la vita in base a ciò che non ha; quindi non c'è mai fine al volere. Oppure provi avversione per certe caratteristiche del tuo altro significativo, di te stesso o della tua vita insieme.Quindi confronti queste irritazioni o frustrazioni con un'alternativa perfetta immaginata e soffri. Questi giudizi sul fatto che la tua vita è insufficiente si costruiscono costantemente finché non formano la realtà della tua percezione. Allora diventi irrequieto e preoccupato, o senza vita e insensibile, nella relazione.

Questo non significa che i problemi nella tua relazione non siano reali, né che non siano una ragione sufficiente per andartene. Il punto è che i tuoi sentimenti diventano così distorti che è difficile sapere cosa senti veramente, figuriamoci prendere una decisione saggia.

Quando porti consapevolezza nella tua relazione, inizi a vedere che la mente si aggrappa senza fine alle cose, si aggrappa alle aspettative e si risente del tuo partner se lui o lei non condivide gli stessi valori o non soddisfa le tue aspettative. L'amore e l'affetto si dimenticano facilmente in mezzo a tali ostacoli. La mente può così aggrapparsi alle immagini di come dovrebbero essere le cose che "ciò che è" non viene mai esplorato come un'opportunità per approfondire l'amore.

Quando sei più consapevole in una relazione, diventi consapevole di quanto sia difficile rimanere vulnerabili quando c'è così tanta ansia. Inoltre, scopri che senza un impegno consapevole a rimanere emotivamente presente nella relazione, indipendentemente da ciò che sorge, c'è una tendenza ad abbandonare l'amore e la fiducia quando uno di voi commette un errore, diminuendo la possibilità che vi avviciniate sempre di più. Le relazioni implicano inevitabilmente il sentirsi vulnerabili, timorosi, incerti e delusi: come potrebbe essere altrimenti? Eppure la mente inesperta non è attrezzata per mantenere l'equanimità, per non parlare della compassione e della gentilezza amorevole, di fronte a queste difficoltà. C'è anche la tendenza a desiderare, persino aspettarsi, che la tua relazione d'amore guarisca le ferite della tua infanzia,essere una fonte di amore incondizionato e di lodi senza fine per aiutarti a superare il disgusto di te stesso, o per salvarti dalla noia e dall'infelicità o dalla tua mancanza di scopo. Essere più radicati nella tua pratica spirituale fornisce la forza e la consapevolezza per affrontare tutti questi problemi. Lavorate consapevolmente, le relazioni diventano un veicolo per aiutarti a viaggiare più a fondo in te stesso e, nel tempo, a diventare più contenuto in te stesso e meno pauroso o bisognoso.

Vedi anche A Sequence For Happy Days

Relazioni malsane

È imperativo, tuttavia, che tu sia in grado di fare la distinzione tra una relazione sana e una che è malsana al suo interno. Fondamentalmente, in una relazione malsana, il tuo senso di un sé aperto e vulnerabile viene devastato e la tua connessione con lo Spirito viene soppressa, così come la tua spontaneità. Non hai alcun senso di possibilità per lo sviluppo interiore e ti senti escluso dalla gioia della vita. Queste condizioni malsane possono sorgere a causa di fattori psicologici, emotivi o fisici abusivi o per una forte incompatibilità che non offre alcuna possibilità di negoziazione. La relazione attutisce lo Spirito; ti senti senza vita dentro. Il tuo partner potrebbe essere il colpevole, o tu, o entrambi, a causa di ferite personali o perché voi due non siete semplicemente corrispondenti. Se sperimentate ripetutamente la relazione come avente un nucleo malsano,finirla può essere la linea di condotta saggia e compassionevole.

Tuttavia, non ottenere esattamente ciò che desideri materialmente da una relazione e non soddisfare i tuoi bisogni sessuali non rende automaticamente una relazione malsana al suo interno. Allo stesso modo, non ricevere le lodi che desideri o lo stile di vita che avevi sperato, o essere deluso dal fatto che il tuo partner non abbia i tratti della personalità che preferiresti, non significa necessariamente che una relazione sia malsana. Una o più di queste condizioni potrebbero indicare che la tua relazione è fondamentalmente malsana, o potrebbe semplicemente significare che hai del lavoro da fare in queste aree della tua relazione e che devi esaminare le tue aspettative. Ciò non significa che non puoi scegliere di lasciare una relazione per questi motivi secondari,ma c'è una grande differenza tra partire per difficoltà e insoddisfazione e partire urgentemente a causa di un nucleo malsano.

Opzione 1: fiducia l'uno nell'altro

Se vuoi provare a fare della relazione il tuo yoga, ci sono tre modelli di sane manifestazioni d'amore che potresti considerare di esplorare. La consapevolezza può aiutarti con ciascuno. Il primo è quello che chiamo "due ego sani al centro", che si basa su uno scambio equilibrato e onesto tra due persone.

Questo è l'ideale moderno di ciò che dovrebbero essere le relazioni e l'intimità. È un'unione di uguali, una partnership. Ogni partner desidera agire in modo utile, responsabilizzante e amorevole per l'altro. Allo stesso modo, ogni partner si aspetta di ricevere in cambio la stessa quantità di attenzione e aiuto. Questo scambio equo include il processo decisionale reciproco, la condivisione del lavoro e l'uguale rispetto dei valori e dei bisogni reciproci.

Vedi anche Crea una vita che ami

In una versione sana di questo scambio di partnership, ogni persona vuole sinceramente essere giusta nel dare all'altro. Ciò significa che anche se un partner ha qualche vantaggio, in modo tale da non dover dare quanto riceve, non c'è ancora sfruttamento. Ogni partner dà uno scambio equo, ignorando qualsiasi vantaggio di potere. Perché? Perché ogni persona crede che dare amore all'altro sia una ricompensa in sé. Pertanto, la relazione ha al centro il calore e la spontaneità.

Puoi capire perché questo tipo di relazione richiede due ego sani. Se uno di voi si sente sempre bisognoso o inadeguato, manca la capacità di generosità di spirito. Non che ti sentirai sempre e ti comporterai amorevole l'uno verso l'altro, o che dovresti sempre essere d'accordo su ciò che è giusto o se tu o il tuo partner state facendo la sua parte. Ciò che conta è la tua intenzione di basare la relazione su uno scambio equo e ti fidi l'uno dell'altro che sia così.

Puoi usare la consapevolezza per rimanere presente in una relazione di coppia e per riconoscere "ciò che è" piuttosto che ciò che il tuo ego vuole che sia vero. La tua pratica può aiutarti a evitare la difensiva e farti prendere dalla paura e aiutarti a smettere di essere controllato dai tuoi bisogni. Quando il modello di partnership fallisce, è perché uno o entrambi i partner non sono in contatto con le proprie emozioni o per aspettative non realistiche. La relazione si deteriora in un cinismo disfunzionale e la contrattazione prende il sopravvento mentre entrambi i partner cercano di proteggersi.

Dal punto di vista dell'uso dell'amore romantico come percorso per lo sviluppo spirituale, il modello di relazione di partnership è in definitiva limitato, perché la tua felicità e il tuo senso di benessere si basano sul fatto che i tuoi bisogni egoici siano soddisfatti. Non stai stabilendo una relazione interiore indipendente con l'energia dell'amore associata allo Spirito. Il dharma insegna che tutto cambia, comprese le relazioni: ti ammali, o l'altra persona è ferita, oppure i tuoi bisogni cambiano. Accadrà qualcosa che farà perdere al tuo ego e non ti sarai preparato stabilendo una base più duratura per la felicità.

Vedi anche Pratica miracolosa: come lo yoga porta alla trasformazione

Opzione 2: fiducia nell'amore

La seconda opzione per una relazione sana include parte o tutto il sano scambio della partnership, ma si basa più sull'idea che l'amore sia connesso allo Spirito. Chiamo questa opzione "amore ed ego al centro". Nel modello di partnership, il tuo senso del sé dell'ego è al centro della relazione e la relazione riguarda il fatto che il tuo senso del sé diventi sempre più sano. In questa seconda opzione, il tuo ego è ancora al centro, ma il centro si è espanso per includere un'esperienza d'amore diretta che è indipendente dai bisogni dell'ego. Pertanto, l'amore condivide il centro con te e sia tu che il tuo partner potete diventare i beneficiari di quell'amore.

Riesci a vedere quanto sia radicalmente diverso questo tipo di relazione? Quante altre possibilità di una vita piena di significato offre a coloro che sono pronti per questo? Non stai più tenendo il punteggio, perché non stai pensando in termini di scambio, ma piuttosto il tuo rapporto principale è con l'amore stesso. Il tuo partner rappresenta il tuo impegno per la connessione e la non separazione, proprio come era vero con l'amore cortese. Lui o lei è il destinatario e l'ispirazione per la tua relazione più profonda con l'amore, ma non gli chiedi di comprare, barattare o guadagnare in alcun modo il tuo amore.

Questo modello non funzionerà in una relazione malsana; deve essere messo in atto con qualcuno che possa almeno soddisfare il modello di partnership dell'amore. Quando l'amore e l'ego sono al centro, non ti stai abbandonando o martirizzando te stesso. Invece, stai rinunciando a certe aspettative, il che significa che la tua relazione con l'energia dell'amore non dipende dal tuo partner. La tua capacità di amare cresce in base alla tua maturità sempre più profonda. Il piacere di dare felicità a un altro è al centro. Vedi il tuo partner attraverso la lente dell'amore, non perché è perfetto, ma perché l'amore non riguarda il giudizio, il punteggio o la ricerca del vantaggio. Si sta semplicemente esprimendo.

In questo tipo di relazione, il tuo partner potrebbe essere inferiore a quanto desideri e potrebbero esserci molte sfide, ma queste delusioni non sono devastanti per te, perché la tua felicità si basa sull'esperienza dell'amore non egoistico. È simile all'amore di un genitore per un figlio. Se quell'amore è sano, il genitore non misura l'amore con il bambino né si aspetta uno scambio uguale; è la sensazione di piacere nel dare che è importante. Questa nozione ampliata di amore è possibile solo se credi che ci sia uno spazio energetico nella psiche che è l'amore, con il quale puoi entrare in relazione.

Vedi anche Guarigione del crepacuore: una pratica yoga per superare il dolore

Puoi capire perché questa opzione di amare rinvigorisce la tua pratica del dharma. Il tuo ego, sebbene ancora al centro, viene lentamente trasformato da questo amore che non si basa sui bisogni dell'ego. È questo tipo di energia d'amore che porta al voto buddista della bodhicitta di dedizione alla liberazione di tutti gli esseri. Stai passando da un amore personale e interessato a un amore impersonale che può diffondersi dal tuo partner ad altre persone e, infine, a tutti gli esseri.

In questo modello di relazione, tutti e tre gli aspetti dell'amore - agape, eros e filia - sono presenti e ti coinvolgono; tuttavia, è l'enfasi sull'amore disinteressato che lo rende un'opzione così ricca. Puoi anche essere quello che ama l'amore in altri aspetti della tua vita. Ad esempio, se hai altri che ti riferiscono al lavoro, puoi estendere la tua relazione dall'essere semplicemente il responsabile, aspettarti che gli altri si esibiscano, a qualcuno che li guida e li aiuta ad avere successo. In un vero ruolo di mentore, vai oltre il semplice scambio. Potresti anche aiutare gli altri a crescere al punto da lasciarti per un lavoro migliore. Quello che ricevi è la soddisfazione di vederli crescere e il piacere di sapere che stai supportando la trasformazione in un'altra persona. Puoi fare lo stesso nelle amicizie e nella tua famiglia allargata.

Il lato oscuro di questa opzione è che può deteriorarsi in una relazione codipendente o in un martirio, nessuno dei quali è amore, né è compassionevole o abile. Questa opzione può anche essere utilizzata in modo improprio per razionalizzare o evitare qualcosa che deve essere negoziato, o per manipolare l'altra persona o per negare i propri sentimenti. La consapevolezza aiuta a prevenire il verificarsi di questi lati d'ombra.

Opzione 3: fiducia nel Dharma

La terza opzione per fare della relazione il tuo yoga, la chiamo "amore solo al centro". Questo rappresenta la pratica di abbandonare completamente tutti o parte dei desideri del tuo ego nella tua relazione. Rinunci a qualsiasi aspettativa che le tue esigenze vengano soddisfatte. Se vengono incontrati, è fantastico; se non lo sono, la tua pratica è di non prestare attenzione e di non permettere che il tuo dono d'amore ne sia influenzato. Questa è l'ultima pratica nel non attaccamento e nel fare della tua relazione il tuo dharma. Non che ti sottometti a comportamenti offensivi o distruttivi, ma piuttosto abbandoni le normali aspettative. Sembra scoraggiante, non è vero? Mostra quanto sia dominante il modello di partnership.

Vedi anche The Dharma Of Life Changes

L'idea stessa di affrontare una relazione in questo modo sembra strana o addirittura disfunzionale. Allora perché dovresti considerare una tale opzione? Le persone che conosco che hanno scelto questa strada lo hanno fatto per uno dei due motivi: o la loro relazione era brutta ma non pensavano che andarsene fosse la cosa giusta da fare (e avevano una pratica spirituale e una rete di sostegno che potesse sostenerli in un'impresa del genere), oppure erano in una relazione sana ma erano così avanti nella loro pratica che sembrava il passo successivo naturale verso la loro liberazione. Una relazione "l'amore solo al centro" in cui entrambe le persone hanno la sana capacità di amare è fonte di ispirazione per testimoniare. E nei pochi casi che ho conosciuto in cui qualcuno stava praticando questa opzione in una situazione difficile,era piuttosto bello e ancora più stimolante. Era come se lo spirito umano stesse conquistandoduhkha (gli aspetti insoddisfacenti della vita) con l'amore. Voglio sottolineare che questa opzione non riguarda il sacrificio di te stesso o il consentire un'azione sbagliata. Significa semplicemente rispondere alle frustrazioni e alle delusioni quotidiane con amore, ancora e ancora. Questo è un lavoro duro e per farlo devi veramente lasciare andare l'attaccamento. Non c'è da stupirsi che Ram Dass lo definisse lo yoga più difficile!

Una pratica meno impegnativa è lasciare andare le tue aspettative in una singola area della relazione. Conosco molte persone che hanno incontrato un'area di continua insoddisfazione in una relazione, hanno giurato di amare la loro strada attraverso di essa e ci sono riuscite. In quelle situazioni, le altre parti della relazione erano sufficientemente forti da giustificare tale scelta. Lasciando andare solo un aspetto del bisogno nella loro relazione, quelle persone hanno sperimentato una crescita genuina che ha rafforzato il resto della loro vita.

Se stai considerando questa terza opzione, non la annuncerai mai al tuo partner. È qualcosa che fai internamente. Il tuo rapporto con questo tipo di amore è fragile e deve essere protetto da uno di voi che lo utilizza in modo manipolativo nei momenti di tensione. Ovviamente, devi parlare con qualcuno di cui ti fidi e rispetto per fare un test di realtà con te stesso. Va bene anche provare questa opzione e non essere in grado di farlo. Non significa che sei un fallimento; significa semplicemente che non era un'espressione appropriata per te in quel momento.

Amore contro desiderio

Quando ho discusso queste tre opzioni con la donna che cercava il mio consiglio, lei ha interrogato ciascuna in modo riflessivo. Alla fine, ha detto: "Il primo semplicemente non funzionerà in questo momento. La relazione non sembra una partnership, quindi se è quello che voglio, dovrei semplicemente andarmene. Non ho interesse per la terza opzione, ma il secondo è qualcosa che voglio esplorare. In un certo senso corrisponde a come mi sentivo, quindi forse l'ho già fatto un po '. " Le ho detto che la maggior parte di noi tende a trovarsi in una combinazione delle tre opzioni con un'altra persona, una combinazione che cambia sempre.

Vedi anche Your Heart's Desire

Portando la consapevolezza nella relazione, acquisisci il potere di partecipare consapevolmente sia a come si sviluppa la tua relazione sia a come ti sviluppi come persona amorevole. La relazione non perderà il suo disordine o le sue delusioni, ma rendendola una pratica, anche le difficoltà diventano significative. Il tuo impegno per l'amore diventa il terreno da cui incontri qualunque cosa la vita porti. Non sapevo cosa sarebbe successo con questa donna nella sua relazione, ma ero fiducioso che se si fosse aperta in questo modo, ci fosse la possibilità di una trasformazione interiore. Avrebbe fatto della relazione il suo yoga.

Gli yogi che hanno vissuto per anni senza una relazione spesso mi chiedono cosa c'entra tutto questo con loro. Se sei pieno di solitudine, desiderio o risentimento verso la tua situazione, puoi portare la tua attenzione su questi sentimenti comprensibili, che sono ostacoli alla tua stessa felicità. Sedendosi con loro e applicando compassione e gentilezza amorevole, bruceranno ancora di più per un po 'e questo calore aiuterà a purificare il tormento che causano nella tua mente. Potresti vedere che la tua vita è come è, non come vorresti che fosse, e che se vuoi avere amore, deve sorgere dal luogo in cui ti trovi.

Se non sei più interessato alle relazioni intime, allora la tua pratica può essere quella di iniziare a manifestare l'amore in tutte le sue forme, ogni volta che se ne presenta l'opportunità. Può essere al lavoro, con la famiglia, nel servire gli altri o con la natura. Non intendo nulla di sdolcinato con questo, ma piuttosto che inizi a coltivare un tranquillo senso di buone intenzioni e apertura all'incontro e all'apprezzamento della vita, comunque appaia di fronte a te.

L'aspetto spirituale dell'amore è in fondo un paradosso. Sappiamo che è sacro e senza tempo, eppure per noi è in grado di manifestarsi solo nel tempo; quindi, si confonde così facilmente con i nostri desideri. TS Eliot ha scritto in Four Quartets: "Il desiderio stesso è movimento, non in sé desiderabile; / L'amore stesso è immobile, / Solo la causa e la fine del movimento, / Senza tempo e indesiderabile / Tranne nell'aspetto del tempo ..."

Vedi anche Trasformare il desiderio in risultati

Aprire alla possibilità di fare l'amore la tua pratica del dharma significa esplorare la differenza che Eliot indica tra amore e desiderio. Portare la consapevolezza nella tua relazione all'amore ti consente di partecipare più pienamente al suo potere. La vita diventa multidimensionale e inizi a scoprire nuove capacità dentro di te. Impari a lavorare con le inevitabili difficoltà e delusioni che sorgono in tutti i tipi di relazioni. Lentamente quelle emozioni, che prima conoscevi solo come motivi per soffrire, diventano anche opportunità per esplorare il mistero dell'essere un essere umano imperfetto che ama altri esseri umani imperfetti.

Phillip Moffitt è il fondatore del Life Balance Institute e membro del Consiglio degli insegnanti dello Spirit Rock Meditation Center di Woodacre, in California.

Raccomandato

Un saluto al sole che risveglia il nucleo per il supporto della parte bassa della schiena
Let It Fall Away: una sequenza stagionale per lasciarsi andare
Posizione della sfida: Bussola (Parivrtta Surya Yantrasana)