Il potere dell'autoindagine per scoprire il vero te

Lascia che ti chieda di considerare se c'è un abisso tra chi sei veramente nella tua essenza e come stai effettivamente vivendo la tua vita. Non sono sicuro? Potresti aver bisogno di una pratica che ti guidi verso l'introspezione e il discernimento, che apra la strada per comprendere la verità su chi sei e chi non sei. Lo so, tutti i giorni. Questo tipo di conoscenza di sé ti consente di lasciar andare le vecchie storie, le opinioni di altre persone su chi dovresti essere e iniziare a riposare completamente in chi sei.

Ma chi sei? Questa è la grande domanda. 

Che cos'è la pratica dell'autoindagine? 

Proprio come un'attenta pratica degli asana ti fa conoscere le complessità del tuo corpo fisico, la pratica dell'autoindagine ( vichara ) approfondisce con forza la natura del sé. Nata dalla saggezza del Vedanta, la filosofia dominante dell'induismo, l'autoindagine è illuminata nel testo sacro Lo Yoga Vashista. È la pratica di avere un dialogo interno con te stesso e il processo di indagine sulla tua vera natura. Lo studio di ( svadhyaya ) è il processo correlato di esaminare i propri comportamenti, abitudini e schemi in modo da poter coltivare la consapevolezza di sé. 

Una pratica yoga efficiente ti aiuta ad amplificare la resilienza e la grazia necessarie per muoverti ferocemente verso ciò che ti serve e lontano da cosa e chi no. L'autoindagine e le pratiche di autoapprendimento sono elementi chiave per migliorare il tuo discernimento e aiutarti a sviluppare gli aspetti più elevati della tua mente connettendoti con il tuo GPS interno. Ti insegnano a fidarti di te stesso.

Più cerchi dentro le risposte e fai cambiamenti guidati dalla saggezza interiore che la pratica dell'autoindagine nutre, più piccolo diventa il divario tra chi sei e come stai vivendo. Chiediti: "La qualità della mia vita attualmente riflette il mio pieno potenziale?" Cosa deve cambiare? " Solo contemplando e rispondendo alla domanda potresti aver ridotto leggermente il divario.

Se la tua pratica di autoindagine assume la forma di qualcosa di più vicino allo studio personale, non preoccuparti. Entrambi sono preziosi e spesso ci può essere molto da disfare nella vita moderna prima di sentire di avere lo spazio per pratiche più profonde. La pratica coerente di autoindagine, autoapprendimento e impostazione delle intenzioni può aiutarti a decostruire abitudini negative e convinzioni limitanti. Possono tirarti fuori da una routine. Man mano che coltivi più saggezza interiore, la tua auto-compassione crescerà e il tuo rapporto con gli altri cambierà. La tua vita sarà informata con una qualità di conoscenza che viene dal profondo interiore: il tuo insegnante interiore. Questo è essere veramente potenziati. Se sei pronto per attivare una trasformazione positiva nel 2018, questa è la pratica da aggiungere alla tua cassetta degli attrezzi. 

Vedi anche  Discover Your True Nature: Self-Inquiry Meditation

Un paio di sfide da anticipare con la pratica dell'autoindagine

Sappi che raccogliere tutti i frutti della connessione con il tuo vero sé non avviene senza alcune sfide. Se sei umano ... probabilmente dovrai affrontare:

1. Resistenza

Una delle più grandi insidie ​​a cui prestare attenzione quando ti impegni in una pratica di autoindagine è la resistenza. Alcuni di ciò che viene fuori può essere doloroso e difficile da guardare. In effetti potresti sbattere contro qualcosa che hai evitato per tutta la vita. Se provi a ignorare ciò che sta arrivando, rimarrai bloccato in un ciclo che ti ricondurrà al punto in cui hai iniziato. (Pensa a Ricomincio da capo ) . Tieni presente che è un atto di profondo amore per te stesso entrare in contatto con un terapeuta o un consulente se inizi a sentirti sopraffatto. La resistenza arriverà in molte forme, distogliendoti dall'andare avanti: i social media, le notizie, i pettegolezzi, lo shopping, il mangiare non necessario, le abbuffate di Game of Thrones.Il lato positivo è che la resistenza ti dà l'opportunità di sintonizzarti con te stesso e porre le potenti domande che hanno la capacità di trasformarti: "Come mi comporto quando mi sento a disagio?" "Quali comportamenti mi impegno per evitare di provare dolore?" "Sono pronto a cambiare?"

2. Disciplina

La procrastinazione è un'altra forma di resistenza. Quindi potresti aver bisogno di un alleato per aiutarti. Stabilisci un periodo di tempo in cui sei disposto a impegnarti per la tua pratica di autoindagine: 21 o 40 giorni sono l'ideale per cambiare i percorsi neurali nel cervello. Ora trova un amico con cui impegnarti. Insieme potete ispirarvi a vicenda per rimanere sul punto. Discuti le intuizioni che hai acquisito gli uni con gli altri e impegnati a essere autentico e trasparente. 

Vedi anche  Ti senti bloccato? Prova l'autoindagine per resistere

Come iniziare a praticare l'autoindagine

Sapere quali domande porsi può essere una sfida, quindi trovare un set di carte oracolo o un diario con suggerimenti è un buon inizio per metterti a tuo agio con la pratica. Abbiamo incluso una serie di 7 domande di autoindagine che puoi provare per la prossima settimana per iniziare. Preparati una tazza di tè e rendila la tua pratica quotidiana mattutina o serale. Se stai già praticando asana o meditazione regolarmente, considera di aggiungere altri 10 minuti alla tua routine per l'autoindagine e lo studio personale. 

Passo 1:

Imposta il tuo sankalpa (determinazione o intenzione) per la pratica. Potrebbe essere qualcosa del genere "Mi impegno a conoscere la mia vera natura. Per vedere chi sono nella mia essenza; oltre i miei averi, i miei successi, i miei fallimenti, oltre il nome e la forma. Possa la mia verità essere illuminata. "

Passo 2:

Sintonizzati sul tuo respiro per 2 minuti. Lascia che il petto si fermi, la pancia morbida. Senti il ​​respiro nell'addome. Senti la pancia alzarsi e abbassarsi. Notate solo l'ascesa e la caduta del respiro. Prova un senso di pace e calma. 

Passaggio 3:

Quando ti senti più tranquillo, scegli una domanda o un suggerimento di seguito. Fai un respiro profondo mentre lasci che la risposta arrivi dal profondo e poi inizia a scrivere qualunque cosa ti venga in mente, solo flusso di coscienza. Lascia che fluisca: porta tutto sulla pagina. Goditi questo processo per conoscere te stesso. 

Giorno 1

1/7

Informazioni sul nostro esperto

Original text


Raccomandato

10 cose che Burning Man ha insegnato a questo Yogini sulla vita
Fatto a mano
Recupero da lesioni al tendine del tendine del ginocchio superiore