Yoga per sostenere lo sviluppo del bambino

Alla mia scadenza ufficiale, mentre la notte stava diventando giorno, ho sentito le mie prime contrazioni. Molte ore dopo, mentre il giorno lasciava il posto alla notte, nacque mia figlia. Per nove mesi era stata piegata ordinatamente nel grembo materno, il suo corpo comodamente in flessione. Mentre mi veniva consegnata, allungò goffamente le braccia e cercò di raddrizzare le gambe. Lo spazio per muoversi era suo, per la prima volta in assoluto, ed era chiaramente sconosciuto.

Mentre lei si estendeva al mondo e io mi estendevo alla maternità, piangevamo entrambe. Il suo pianto si attenuò mentre la cullavo tra le braccia e guardavo i suoi arti piegarsi delicatamente sul suo busto, riconnettendosi con il familiare. Essendo un insegnante di yoga, avevo immaginato un pot-pourri di mosse yoga da condividere con il mio bambino. Tenendola stretta per la prima volta, era chiaro che avrei esercitato l'osservazione a un nuovo livello e le avrei lasciato guidare i tempi.

Perché ero ansioso di aiutare mia figlia a trasferirsi? Forse era per condividere il mio amore per il movimento, o stimolare un comportamento indipendente, o forse per interagire con lei in modo strutturato. Sapevo, istintivamente, che le avrebbe giovato, ma come?

Benefici del movimento precoce

I movimenti dello yoga aiutano i bambini a tracciare un percorso più diretto di crescita e sviluppo. I bambini che hanno l'opportunità di esplorare il movimento hanno maggiore sicurezza e capacità quando arriva il momento di sedersi, gattonare e camminare. I bambini che si muovono con libertà e una guida intenzionale imparano presto a relazionarsi con la gravità e a relazionarsi con le persone.

I genitori e gli operatori sanitari svolgono un ruolo essenziale nei primi movimenti del bambino. Il dottor Richard Walls, un pediatra a La Jolla, in California, afferma che le prove sono chiare che il contatto fisico e l'attività prolungata con un adulto è uno stimolo primario della crescita nei bambini piccoli. Fare yoga con un bambino favorisce questa benefica interazione.

Secondo lo psichiatra Erik Erikson, le cui otto fasi di sviluppo sono ampiamente insegnate come basi per comprendere i bambini in crescita, l'apprendimento della fiducia è la base di un sano sviluppo socio-emotivo. Il contatto fisico di un adulto amorevole favorisce la fiducia e avvia il bambino nel viaggio di apprendimento permanente delle relazioni: con se stessi, con gli altri e con il mondo. Questo contatto può anche alleviare il sistema nervoso di un bambino mentre rafforza la sua immunità, la circolazione e la crescita fisica.

Non sorprende che sempre più studi di yoga offrono lezioni di yoga per genitori e figli. Questi mirano a coltivare il legame genitore / figlio, approfondire le osservazioni dei genitori sulla crescita dei loro bambini e aiutare i genitori a partecipare attivamente allo sviluppo neuromuscolare dei loro bambini. Tali classi consentono ai genitori di concentrarsi, rilassarsi e godersi il movimento con i propri figli, sotto la guida di un istruito insegnante di yoga.

Relazioni spaziali

Lo spazio, o etere, è il mezzo attraverso il quale le persone si connettono a tutte le cose, secondo l'Ayurveda, un'antica scienza sorella dello yoga. Un bambino attraversa lo spazio per tirare l'orecchino della mamma o implorare il papà di condividere le sue patate dolci. Ma di solito ci vogliono alcuni mesi prima che i bambini si sentano a proprio agio lasciando le braccia di un adulto amorevole per essere appoggiate per il movimento.

Stare molto vicino a un bambino di età inferiore ai quattro mesi sarà più efficace nella pratica dello yoga precoce. Tenendo il viso vicino a quello del bambino, un genitore può appoggiare il bambino per le estensioni delle gambe, allungando le braccia sopra la testa e facendo una delicata Pavanamuktasana (posizione per alleviare il vento). Il bambino potrebbe essere più a suo agio sulla pancia di mamma o papà che sul pavimento.

Fare yoga con un bambino più grande che può sedersi, gattonare o camminare stimola l'attività a molti livelli. La visione di un bambino viene stimolata, favorendo sia la differenziazione spaziale che la percezione della profondità. Potrebbe iniziare a imitare i suoi genitori e imparare con l'esempio. Esplora il suo raggio di movimento, un'importante espressione di potenziale.

Prime pose

Come nuova madre, ero ansiosa di aiutare mia figlia a muoversi, ma cauta quando si trattava di metterla sulla pancia. "Dal momento che la sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS) è preoccupante, molti genitori sono riluttanti a mettere il loro bambino sulla pancia", afferma Colette Crawford, un'infermiera specializzata in salute materno-infantile e cofondatrice del Seattle Holistic Center.

Tuttavia, l'American Academy of Pediatrics incoraggia i genitori a mettere i bambini sulla pancia durante le ore di veglia. Giocare ed esplorare il mondo da questa posizione è essenziale per lo sviluppo di un bambino. Lo sviluppo muscolare in un neonato inizia dalla testa ai piedi: il controllo dei muscoli del collo viene prima, seguito dal controllo del busto e, infine, dei muscoli delle gambe.

Due posizioni yoga comuni, Bridge e Downward Facing Dog, fanno parte del repertorio yoga naturale di un bambino. Un bambino può fare Bridge Pose a circa cinque mesi di età. Questo potrebbe essere il suo primo tentativo di mettere il peso sui suoi piedi, secondo Helen Garabedian, un'educatrice di movimenti di sviluppo infantile, insegnante di yoga registrata e autrice di Itsy Bitsy Yoga. I bambini possono anche esplorare la connessione tra la parte superiore e inferiore del corpo nella posa del cane rivolto verso il basso. Stabilire questo coordinamento è importante per la scansione.

I benefici

L'esperienza con lo yoga asana non è un precursore necessario per fare yoga con un bambino. Essere consapevoli di alcuni principi fondamentali dello yoga può, tuttavia, migliorare l'esperienza. Rimanere nel momento presente, aumentare la consapevolezza del respiro e venire da un luogo di sentimento si combinano per creare un ritmo tra genitore e figlio. Il contatto visivo, il movimento intenzionale, il tocco delicato e la cadenza della voce e del respiro si aggiungono all'esperienza complessiva dello yoga con il bambino. Il canto fa spesso parte delle lezioni di yoga per genitori / figli. Attraverso la cura amorevole e la gestione che lo yoga facilita, la fiducia è saldamente stabilita.

Condividere la consapevolezza e le mosse yoga con un bambino darà il via alla sua educazione sulle relazioni. Sia che rafforzi la differenziazione spaziale, la percezione della profondità, la gamma di movimento o la fiducia interpersonale, praticare lo yoga con un bambino è un vantaggio per il suo sviluppo neuromuscolare e per l'esperienza di legame genitore-figlio.

Amy Stone è un'insegnante di yoga, modella, scrittrice e madre. È certificata dal programma di studi avanzati di Rodney Yee in Piemonte, California, ed è direttrice del fitness di gruppo al RiverPlace Athletic Club a Portland, Oregon. Amy ha trascorso tre anni come insegnante di facoltà presso la rivista Yoga Journal . Fotografie di Amy che pratica asana sono apparse in libri, cartelloni pubblicitari e riviste tra cui O e Martha Stewart Living .

Mamma in pantaloni di mobilità di Be Present.

Raccomandato

Incenso che brucia? Potresti nuocere alla tua salute
Il tempo per riposare è adesso
Maestri influenti: 14 pionieri dello yoga occidentale