Confessioni di un meditatore principiante: cosa ho imparato dopo 31 giorni di meditazione guidata

La meditazione è stata nella mia lista di cose da fare per la salute. Per mesi è stato proprio lì che ho rimosso lo zucchero dalla mia dieta, prendendo un bicchierino di aceto di mele ogni giorno e tirando l'olio ogni mattina. Tutti obiettivi di salute con buone intenzioni e quelli per cui non sono stato in grado di impegnarmi.

Ecco perché ho colto al volo l'opportunità di provare la sfida di meditazione di Yoga Journal. Ho letto dei numerosi benefici della meditazione, dalla maggiore concentrazione al rilascio dello stress. Pensavo che la responsabilità di questa sfida avrebbe catalizzato una volta per tutte una pratica coerente.

In effetti, quando ho iniziato questa sfida all'inizio di gennaio, mi è sembrata una delle "sfide" più semplici che avrei fatto: sedersi, ascoltare una meditazione guidata e boom, 15-20 minuti dopo ho finito.

Come tutti voi meditatori regolari là fuori sapete, sono stato fuorviato nei miei pensieri su quanto sarebbe stato facile!

Vedi anche  Questa meditazione guidata ti ispirerà a vivere dal tuo cuore

Quindi, se stai provando tu stesso la meditazione guidata, ecco alcune linee guida che più mi hanno aiutato:

1. Il tempismo è tutto

Il più grande ostacolo per me inizialmente era trovare un momento della giornata costante per meditare. Guido per 45 minuti a tratta per andare al lavoro, il che significa che mi sveglio alle 6 del mattino ogni mattina, parto per andare al lavoro alle 8 del mattino, arrivo a casa intorno alle 19:00 e ceno intorno alle 19:30. Cerco di sforzarmi di essere a letto entro le 20:30 in modo da poter leggere o diario prima di spegnere le luci.

Quando questo mi lascia il tempo di meditare, ti chiedi? Ecco cosa ho provato:

Le mie meditazioni guidate la sera

Sono un nottambulo naturale, motivo per cui inizialmente pensavo che meditare la sera fosse la cosa migliore. Potrei rilassarmi dopo il lavoro e meditare prima di cenare. Eppure, quasi tutte le sere alle 19:30, stavo morendo di fame e ho deciso di rimandare le mie meditazioni guidate fino alle 20:00 Non è una buona chiamata: dopo una lunga giornata (e un lungo tragitto), l'ultima cosa che volevo fare era un'altra ... fallo, così ho abbandonato rapidamente il mio piano di meditazione notturna.

Quindi, ho provato alcune meditazioni guidate in ufficio

Ho letto alcuni articoli su come alcune persone trovano il tempo per meditare al lavoro. Il lavoro è in genere la parte più stressante della maggior parte delle persone, quindi per me ha senso che interrompere lo stress con la meditazione sia efficace. Un giorno durante la mia prima settimana della sfida di meditazione, sono scappato in una piccola sala conferenze verso l'ora di pranzo per meditare. (Certo, lavoro per Yoga Journal , quindi non mi sono preoccupato degli sguardi scettici che mi sbirciavano attraverso le finestre: un lusso che so che non tutti hanno!) Dopo la mia prima meditazione guidata all'ora di pranzo in ufficio, ho deciso di attenermi ad essa per una settimana. Nel complesso, è stato carino in teoria, ma se devo essere onesto, mi sono anche sentito in colpa a essere lontano dalla mia casella di posta e dai colleghi per quei 10 minuti, quindi non posso dire che siano state le mie sessioni di meditazione più rilassanti.

Le sessioni di meditazione mattutina si sono rivelate le migliori

Quando ho iniziato questa sfida, ho evitato a tutti i costi di incorporare la mediazione nella mia mattinata. Dopo essermi allenato al mattino, ho solo 35 minuti per uscire dalla porta. Inutile dire che è una routine affrettata per prepararsi. Poi, ho avuto un momento ah-ha: ho capito perchéle mie mattine sono così frenetiche , le mattine potrebbero essere esattamente il momento in cui inserire la mia pratica di meditazione guidata. Dopo aver valutato ancora di più la mia routine, sono stato in grado di individuare i momenti in cui ero senza cervello. Che si tratti di recuperare il ritardo sui video clip SNL, scorrere Pinterest (sì, mi piace ancora una buona sessione su Pinterest) o leggere uno dei tanti articoli che mia madre invia alla nostra chat di gruppo familiare, ho capito che avrei potuto trovare almeno10 minuti per sedersi comodamente e ascoltare una meditazione guidata. Quindi, per il resto di gennaio, mi sono sistemato per meditare dopo l'allenamento e la doccia.

Come meditatore principiante, ho trovato estremamente utile meditare dopo un buon allenamento. Il mio corpo era abbastanza stanco che la mia mente trovava più facile rilassarsi e concentrarsi sul presente. Trovare il momento giusto per me ha reso l'esperienza molto più piacevole. Tieni presente che potrebbe non essere facile incorporarlo nella tua normale routine quotidiana. (Attenzione: potrebbe essere necessario interrompere lo scrolling insensato dei social media!) Ma una delle più grandi lezioni che ho imparato è che la routine della meditazione è cruciale se vuoi rimanere coerente.

Vedi anche  Questa meditazione rapida porterà abbondanza finanziaria nella tua vita

I miei strumenti preferiti di meditazione guidata

Una delle parti migliori della sfida di meditazione di Yoga Journal è stata la possibilità di esplorare i diversi strumenti e applicazioni che ci guidano attraverso la meditazione. So che la nostra cultura è attualmente ossessionata dal digitale, ma che grande uso della tecnologia! Le applicazioni ci aiutano a staccarci dalla follia di essere incollati ai nostri schermi e ci ispirano a sederci e respirare. Un po 'ironico? Sicuro. Ma anche molto conveniente!

Ecco le app di meditazione guidata che ho provato e cosa ho pensato di ciascuna:

YogCar

Inizialmente, ho pensato che questa applicazione sarebbe stata la migliore da usare poiché trascorro gran parte dei miei giorni feriali in macchina. Sono già seduto, quindi perché non utilizzare questo tempo in macchina per essere più consapevole? L'app ti guida attraverso diversi tratti semplici con musica rilassante. Ho scoperto che questo mi ha aiutato ad essere un po 'più presente durante la guida, ma non si qualificava necessariamente come meditazione per me. L'audio mi ha ricordato numerose volte di rimanere concentrato sulla strada e di non rilassarmi troppo, cosa che ho molto apprezzato. Ma non ha raggiunto i miei obiettivi diventare più consapevole dei miei pensieri e più a mio agio seduto con il mio respiro.

Spazio di testa e calma

Successivamente, ho provato due diverse app di meditazione: Headspace e Calm. Ho trovato entrambi utili nel mio viaggio per imparare esattamente cos'è la meditazione. Headspace ha fornito un corso di base di 10 giorni e mi ha permesso di scegliere tra sessioni di 3, 5 o 10 minuti. L'ho apprezzato poiché, come principiante, 3-5 minuti erano sufficienti per me. Questo corso ha anche piccole animazioni, che mi hanno aiutato a visualizzare meglio diversi elementi di meditazione.

Dopo i 10 giorni, mi sono sentito realizzato e pronto per passare ai "7 Days of Calm" di Calm. Sono contento di aver usato questa app per un secondo, poiché le meditazioni Calm durano circa 10 minuti e sarebbe stato troppo difficile per me all'inizio del mio viaggio. Sebbene 7 Days of Calm fosse simile al corso di base di Headspace, aveva il vantaggio di darmi un'intenzione concreta su cosa concentrarmi su ogni sessione, che spesso portavo con me durante la mia giornata.

Vedi anche  Come lavorare con i tuoi pensieri per manifestare un futuro luminoso

L'ultimo segreto per restare fedeli alla meditazione: il rituale

Quando stendo il mio tappetino per una lezione di yoga, la gomma del mio tappetino da sola mi tiene a terra. Associo il mio tappetino e la mia fronte adagiata in Child's Pose con sensazioni di rilassamento e ringiovanimento. Sapevo che dovevo creare lo stesso spazio sicuro, simile a un santuario per la mia pratica di meditazione in modo che rimanesse attaccata, quindi per ogni sessione di meditazione guidata durante la mia ultima settimana della sfida, ho impostato il mio spazio in modo molto intenzionale: ho sostenuto il mio cuscino di mediazione accanto alle mie perle di mala e ho usato la luce della mia sveglia insieme alla mia lampada da comodino per creare una luce soffusa nella mia stanza; Ho acceso il mio diffusore di oli essenziali e ho inserito i profumi che mi hanno chiamato; Mi sono trasformato in abiti morbidissimi e comodi; poi, ho iniziato la mia pratica.

Quello che ho imparato è che la creazione di questo mini rituale mi ha aiutato a rilassarmi un po 'prima ancora che la mia meditazione guidata iniziasse e ad impostare la mia mente e il mio corpo per la pratica.

Nel complesso, ho trovato questa sfida di meditazione, beh, impegnativa. Eppure ha avuto effetti profondi, incluso l'aumento della concentrazione e il rilascio dello stress di cui avevo letto all'inizio.

Come principiante, sono grato per la tecnologia che mi permette di accedere alla meditazione così facilmente e regolarmente. Ho finito per acquistare un abbonamento all'app di meditazione Calm e sono entusiasta di continuare il mio viaggio e la mia pratica di meditazione.

Raccomandato

Rilassati con una sequenza serale rilassante
I migliori rulli in schiuma
Risveglia il tuo potenziale di cambiamento: i 5 Klesha