Guarire i traumi della vita con lo yoga

Quando Sara parla dei benefici della pratica dello yoga, la 56enne di Boston usa gli stessi termini degli altri yogi: essere radicati e presenti, acquisire consapevolezza del proprio corpo e della sua forza, sentirsi calma e avere il controllo dei propri pensieri. Ma come vittima di abusi fisici e sessuali che soffre di disturbo da stress post-traumatico (PTSD), Sara vive queste cose in modo leggermente diverso.

Per Sara, che ha chiesto di non usare il suo vero nome, essere a terra significa letteralmente sentire i suoi piedi sul pavimento; essere presente significa sapere dove si trova e cosa succede intorno a lei. Queste sono cose che non può sentire quando è improvvisamente trascinata nel passato, rivivendo episodi della violenza del suo ex marito, come la notte in cui lui l'ha inseguita per casa e ha spinto ogni porta dietro cui si nascondeva.

"Può essere molto difficile rimanere nel proprio corpo quando si hanno dei flashback", dice. "L'illuminazione cambia e ti senti come se non fossi nemmeno nella stanza." I flashback di Sara arrivano con pochi avvertimenti e possono essere attivati ​​da qualsiasi cosa le ricordi l'abuso.

Questo doloroso rivivere gli eventi è un sintomo comune del disturbo da stress post-traumatico, un disturbo d'ansia cronico che può svilupparsi dopo che qualcuno è stato coinvolto in un evento traumatico, che si tratti di un'aggressione sessuale o fisica, una guerra, un disastro naturale o persino un incidente d'auto. I trattamenti esistenti - che includono terapia di gruppo e individuale e farmaci come il Prozac - funzionano solo per alcuni pazienti.

Lo yoga può fare una grande differenza, suggeriscono recenti ricerche. In uno studio pubblicato lo scorso anno sugli Annals of the New York Academy of Sciences , un importante esperto di PTSD ha scoperto che un gruppo di pazienti di sesso femminile che hanno completato otto lezioni di hatha yoga ha mostrato un miglioramento significativamente maggiore dei sintomi, inclusa la frequenza dei pensieri intrusivi e la gravità di nervi agitati, rispetto a un gruppo simile che aveva otto sessioni di terapia di gruppo. Lo studio ha anche riferito che lo yoga può migliorare la variabilità della frequenza cardiaca, un indicatore chiave della capacità di una persona di calmarsi.

"Questa è un'area davvero promettente che dobbiamo esaminare", afferma Rachel Yehuda, professoressa di psichiatria presso la Mount Sinai School of Medicine e direttrice del programma PTSD presso il James J. Peters Veterans Affairs Medical Center nel Bronx. I soldati che tornano dall'Iraq hanno alti tassi di PTSD e altri problemi di salute mentale; uno studio ha riportato il totale a uno su cinque. I veterani di altre guerre continuano a soffrire di disturbo da stress post-traumatico, a volte peggiorato dalle notizie dall'Iraq che ricordano loro le proprie esperienze.

I risultati più sorprendenti dello studio sono state le descrizioni dei pazienti di come è cambiata la loro vita, afferma l'autore, Bessel van der Kolk, professore di psichiatria presso la Boston University School of Medicine e direttore medico del Trauma Center, una clinica e struttura di formazione in Brookline, Massachusetts. Van der Kolk, che ha studiato trauma dagli anni '70, è considerato un pioniere nel campo.

"Ho capito di essere una persona molto forte", dice Sara, che continua a praticare yoga. Dice che i progressi lenti ma costanti che ha fatto l'aiutano ad affrontare il suo ex marito in tribunale ogni volta che viola un'ordinanza restrittiva. Presentando accuse per ogni reato, spera di inviare il messaggio che non può più far parte della sua vita. "[Lo yoga] mi ricorda che se continuo ad arrancare, posso arrivarci", dice. "Posso affrontarlo in piccoli pezzi e dire:" Posso lavorare con questo pezzo ".

Connessione mente / corpo

Van der Kolk si è interessato per la prima volta allo yoga diversi anni fa, dopo aver concluso che i terapisti che trattano traumi psicologici hanno bisogno di lavorare con il corpo oltre che con la mente. "Il ricordo del trauma è impresso nell'organismo umano", dice. "Non credo che tu possa superarlo se non impari ad avere una relazione amichevole con il tuo corpo."

Per saperne di più sullo yoga, van der Kolk ha deciso di provarlo da solo. Ha scelto l'hatha yoga perché lo stile è ampiamente disponibile, si è appassionato e si è convinto che potesse aiutare i suoi pazienti. "La grande domanda è diventata: come puoi aiutare le persone ad affrontare le loro sensazioni interne?" lui dice. "Lo yoga è un modo per farlo."

Van der Kolk ha trovato lo yoga un mezzo sicuro e delicato per riprendere conoscenza con il corpo. "Lo yoga ristabilisce il senso del tempo", dice. "Noti come le cose cambiano e fluiscono nel tuo corpo." Imparare le tecniche di rilassamento e respirazione aiuta i pazienti con disturbo da stress post-traumatico a calmarsi quando sentono che sta arrivando un flashback o un attacco di panico. E l'enfasi dello yoga sull'autoaccettazione è importante per le vittime di violenza sessuale, molte delle quali odiano il proprio corpo.

I militari hanno già iniziato a indagare sul potenziale terapeutico dello yoga. In uno studio preliminare presso il Walter Reed Army Medical Center di Washington, DC, nove soldati in servizio attivo con disturbo da stress post-traumatico sono riusciti a dormire meglio e si sono sentiti meno depressi dopo 12 settimane di Yoga Nidra (noto anche come sonno yogico, una pratica che suscita un profondo rilassamento ). "Si sentivano più a loro agio con situazioni che non potevano controllare e, di conseguenza, sentivano un maggiore controllo sulle loro vite", afferma Richard Miller, che è consulente dei ricercatori di Walter Reed. Miller è uno psicologo clinico di Sebastopol, California, insegnante di yoga e cofondatore della International Association of Yoga Therapy. Uno studio più ampio sullo Yoga Nidra, su 100 soldati in servizio attivo, dovrebbe iniziare alla fine del 2007 o all'inizio del 2008. Ancora un altro,presso l'Atlanta Veterans Affairs Medical Center, esaminerà una combinazione di meditazione, hatha yoga e altre tecniche con i veterani recentemente tornati dall'Iraq.

Storie di soldati

Alcuni ex soldati hanno già scoperto gli effetti calmanti dello yoga. Tom Boyle, che ha prestato servizio in Vietnam e ora lavora come consulente presso il Vets Center di Worcester, Massachusetts, ha iniziato a praticare due anni fa dopo che un paziente gli aveva detto che lo yoga aveva aiutato a controllare i suoi sintomi. Da allora Boyle ha lavorato con un gruppo di ex soldati, compresi alcuni che hanno prestato servizio in Iraq, che seguono corsi specifici per veterani con PTSD presso il Central Mass Yoga Institute nella vicina West Boylston.

"Il nostro addestramento militare ci ha condizionato per una risposta aggressiva alla minaccia", spiega Boyle. "Devi avere rabbia per portare a termine la tua missione. Poterti rilassare e arrenderti alle pose dissipa la rabbia." Gli uomini del suo gruppo riferiscono anche meno problemi di sonno e uno è stato in grado di interrompere l'assunzione di farmaci antidepressivi.

Tali promettenti aneddoti sottolineano la necessità di ulteriori ricerche, afferma Richard Brown, professore associato di psichiatria clinica alla Columbia University. Brown insegna ai sopravvissuti al trauma il Sudarshan Kriya, una pratica di yoga e meditazione creata dal maestro spirituale indiano Sri Sri Ravi Shankar. Brown, che ha in programma di pubblicare le proprie scoperte, dice che rimangono molte domande, incluso come preparare i pazienti allo yoga, quali sintomi rispondono meglio e come integrare lo yoga con il trattamento standard.

Sperando di esplorare queste domande, van der Kolk ha chiesto un finanziamento al National Institutes of Health. Nel frattempo, sta lavorando con Dave Emerson, direttore del programma yoga del Trauma Center, per sviluppare un protocollo che incorporerà ciò che hanno imparato sull'insegnamento dello yoga ai pazienti con disturbo da stress post-traumatico. Ad esempio, lo studio deve essere fuori dalla vista del pubblico e gli istruttori non devono toccare gli studenti senza chiedere il permesso.

Alcuni sopravvissuti a un trauma inizialmente trovano lo yoga minaccioso. "Lo studio sullo yoga ha avuto il più alto tasso di abbandono di tutti gli studi che abbia mai fatto", dice van der Kolk. "È stato più spaventoso per molte donne traumatizzate scoprire il proprio corpo che prendere una pillola".

La prima volta che Emerson ha guidato un gruppo di donne del Trauma Center in Happy Baby Pose, chiedendo loro di sdraiarsi sulla schiena, piegare le ginocchia con gli stinchi perpendicolari al pavimento e tenere i piedi, due delle donne sono rimaste. Uno non è mai tornato. Anne, una partecipante di 50 anni che ha subito abusi sessuali fin dalla prima infanzia, non riesce a capire perché la posa si chiami Happy Baby. Quando l'ha provato per la prima volta, le sue gambe tremavano in modo incontrollabile. "Per me", dice Anne (non il suo vero nome), "è un bambino che aspetta di essere ferito". Preferisce Balasana (Child "s Pose), che la fa sentire protetta e al sicuro.

Risposte così potenti a Happy Baby hanno portato van der Kolk ed Emerson a chiedersi se valesse la pena tentare la posa. Hanno deciso di continuare a insegnarlo molto delicatamente, incoraggiando gli studenti a non provarlo se li metteva a disagio. "L'obiettivo era farli sentire al sicuro in Happy Baby Pose", afferma van der Kolk. "Le donne che lo hanno mantenuto hanno avuto cambiamenti straordinari".

Per Anne, che recentemente è stata in grado di entrare con calma nella posa, l'effetto dello yoga è stato profondo. "Non c'è modo di descrivere quello che ha fatto per me", dice. Più di 20 anni di terapia l'hanno aiutata a continuare a funzionare nella vita quotidiana e a porre fine ai comportamenti autodistruttivi. "Ma non pensavo che avrei trovato la pace della mente", dice, "e ora penso che lo farò".

Trattamento per traumi

Nonostante la sua associazione con i veterani del combattimento, il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è in realtà più comune nelle donne rispetto agli uomini. Negli Stati Uniti, il 10% delle donne e il 5% degli uomini hanno il disturbo ad un certo punto della loro vita, secondo il National Center for PTSD.

Psichiatri, psicologi e assistenti sociali clinici possono diagnosticare e trattare la condizione. Per trovare un professionista della salute mentale, chiedi consiglio al tuo medico o controlla il sito web dell'Associazione dei Disturbi d'Ansia d'America (www.adaa.org).

È troppo presto per dire se lo yoga dovrebbe sostituire la terapia tradizionale come trattamento per il disturbo da stress post-traumatico, afferma l'esperto di traumi Bessel van der Kolk, professore di psichiatria alla Boston University School of Medicine. Ma lo consiglia come pratica complementare. "A meno che tu non faccia amicizia con il tuo corpo", dice, "non puoi stare bene".

Prova diversi tipi di yoga finché non ne trovi uno adatto a te e informa gli istruttori prima della lezione se ti senti a disagio a essere toccato. Non pensare di dover spiegare la tua storia traumatica. "Lo yoga non è parlare del tuo trauma", dice van der Kolk.

"Riguarda te e il tuo rapporto con il tuo corpo."

Per saperne di più sullo yoga e sui traumi, van der Kolk consiglia Yoga and the Quest for the True Self , di Stephen Cope.

Denise Kersten Wills è una scrittrice freelance a Washington, DC

Raccomandato

Crea una lezione di yoga incentrata sul tema
3 erbe per chiarezza mentale e concentrazione
3 integratori ayurvedici che aumentano l'energia