Trattare con dolore e stanchezza

Una settimana fa, ho fatto visita alla mia migliore amica, Francesca, a Memphis, dove correva per 40 miglia per festeggiare il suo imminente quarantesimo compleanno. Colpita da una di quelle idee che sembrano venire in mente completamente formate durante un lungo periodo, ha pianificato il suo evento fai-da-te in un parco fuori città e ha invitato alcuni amici a unirsi a lei per un giro o due intorno al lago . Molti di noi hanno fatto uno, due o tre giri di 10 miglia, mentre Francesca li ha fatti coraggiosamente tutti e quattro e si è sentita abbastanza bene da guidare quando siamo usciti per pizza e birra quella sera.

Nella settimana successiva, sono stato colpito dalla differenza di come si sentono le mie gambe dopo aver corso 30 miglia gioiose concentrate sul mio amico rispetto a una gara di 50K o più breve. Invece del dolore da non-toccarmi-le-cosce tipico dopo le gare dure, mi sentivo bene nei miei muscoli ... oddamente, anche meglio del solito. (Il fatto che Memphis sia piuttosto piatto aiuta.) C'è, però, la fatica di passare tutto il giorno in piedi, a parte qualche ora in cui ho mangiato cibo spazzatura e ho appoggiato le gambe sul sedile posteriore dell'auto di Francesca mentre lei ha corso il terzo giro. Ciò è aggravato dalle esigenze dei viaggi aerei e dal ritorno al ritmo della vita familiare e lavorativa dopo aver trascorso un fine settimana tra ragazze.

Mentre rifletto sulla distinzione tra indolenzimento e affaticamento e le diverse circostanze che li causano, sto considerando come indolenzimento e stanchezza impongono esigenze diverse alla nostra pratica yoga. Ecco il mio consiglio su come affrontare.

Dolore

Il dolore post-esercizio, il tipo che senti dopo il tuo primo duro allenamento del ciclo di allenamento, cambiando la tua routine di sollevamento pesi o provando una nuova lezione di yoga, è una conseguenza dei microtraumi ai tessuti molli (muscoli, fascia, tendini e legamenti) . L'indolenzimento muscolare causato da un esercizio intenso spesso raggiunge il picco due giorni dopo l'allenamento che lo ha causato, poi svanisce e può migliorare con un esercizio leggero. Finché il tuo dolore non ti fa zoppicare o alterare i tuoi schemi di movimento in un modo che potrebbe danneggiare un'altra area, l'esercizio e la pratica dello yoga possono migliorare il dolore e non dovrebbero peggiorarlo. Una pratica dolce ma fluida può aiutarti a sentirti meglio.

Fatica

La fatica è il risultato dello stress cumulativo sul tuo corpo: dal volume di allenamento, dalla pratica dello yoga, dal non dormire o riposare abbastanza, o da uno qualsiasi dei fattori di stress della vita. Quando ti trovi in ​​uno stato di stanchezza, presta particolare attenzione nella tua pratica yoga. Se ti spingi oltre, puoi scavare un buco più grande di fatica, influenzando le tue prestazioni e la tua sicurezza. Quando siamo stanchi, siamo inclini alla trascuratezza; evitare lesioni acute facendo attenzione sul tappetino. Riposa spesso e non lavorare troppo verso i margini della flessibilità o della forza. Quando sei affaticato, ti si addice una pratica delicata a terra.

Dolore e stanchezza

Dopo un evento di punta, che si tratti di una maratona, di una corsa di un secolo, di una nuova rotta o anche di trascorrere un fine settimana intensamente imparando un nuovo sport, ci portiamo sia dolori a breve termine che stanchezza a lungo termine. Quando ti trovi in ​​una situazione del genere, trattati con una gentilezza extra. Questo può essere più facile a dirsi che a farsi, poiché spesso siamo ispirati dalla nostra gioia per il risultato e ansiosi di precipitarci di nuovo in più attività, o, in alternativa, delusi e desiderosi di iniziare il prossimo ciclo di formazione per "aggiustare" le cose e riscattarci.

Resisti all'impulso di riprendere l'allenamento o una vigorosa pratica yoga troppo rapidamente. Il tempo qui è tuo amico, poiché il riposo dà al tuo corpo la possibilità di riparare il danno muscolare che causa dolore e di riprendersi dalla fatica che hai portato durante il ciclo di allenamento. Scegli esercizi di respiro rilassante, yoga riparatore e meditazione guidata che ti aiutano a rilassarti ed elaborare il lavoro che hai svolto.

Applicata saggiamente, la tua pratica yoga è un meraviglioso complemento al tuo allenamento e alle tue attività attive. Assicurati di onorare sia il dolore che la fatica in modo da poter riposare al meglio del tuo potenziale.

Raccomandato

Rilassati con una sequenza serale rilassante
I migliori rulli in schiuma
Risveglia il tuo potenziale di cambiamento: i 5 Klesha