Routine di yoga post-operatoria

Ho avuto un'isterectomia addominale invasiva e le mie ovaie sono state rimosse diversi anni fa, quindi posso sicuramente capire la tua preoccupazione e offrire qualche consiglio.

Prima dell'intervento, pratica la respirazione addominale. Trascorri del tempo concentrandoti sull'ascesa e l'abbassamento della pancia mentre respiri: una pratica molto calmante che allevia la tensione nel bacino e ti sarà utile durante il recupero. Se ti piacciono i piegamenti all'indietro, eseguili il più possibile prima dell'operazione perché passerà un po 'di tempo dopo l'intervento prima che tu possa rifarli.

Appena possibile dopo esserti svegliato dall'intervento, inizia con movimenti semplici come girare la testa da un lato all'altro e muovere mani e piedi per aiutare il tuo corpo a recuperare le energie. Con le ginocchia piegate ei piedi sul letto, puoi dondolare leggermente le gambe su ciascun lato. Puoi anche posizionare un cuscino sotto i fianchi, in modo da avere un'inclinazione pelvica rilassante e supportata.

Vedi anche  Work Your Core in Any Pose

Dopo aver lasciato l'ospedale, siediti in Virasana (Hero Pose), anche se curvo, per iniziare ad allungare le cosce anteriori. Spostati gradualmente nella Supta Virasana (Reclining Hero Pose) (reclinabile su un cuscino), facendo attenzione a non inarcare la schiena. La mia inclinazione pelvica supportata si è gradualmente evoluta in Viparita Karani (Posizione delle gambe verso l'alto), che puoi fare per aprire la parte superiore del corpo. Le flessioni in avanti potrebbero alleviare la tensione nella schiena e una posa in piedi come Virabhadrasana I (posa del guerriero I), eseguita con una posizione molto breve per evitare di allungare l'addome, allungherà attivamente le gambe.

Quando l'incisione è completamente guarita, puoi reintrodurre pose che iniziano ad allungare la parte anteriore del corpo. Ho iniziato con Marjaryasana (Cat Pose) e gradualmente mi sono fatto strada in Bhujangasana (Cobra Pose), che trovo ancora la posa migliore per allungare il tessuto cicatriziale. I colpi di scena possono anche aiutare ad allungare le aderenze, in particolare Ardha Matsyendrasana (Half Lord of the Fishes Pose).

Se stai facendo rimuovere anche le ovaie, dovrai affrontare anche gli effetti della menopausa, che possono influenzare sia la tua energia che la tua flessibilità. Potresti scoprire che ti stanchi facilmente per un periodo piuttosto lungo dopo l'intervento e potresti dover fare molta pratica riparativa. Siate certi che con il tempo e la pazienza, è possibile ricostruire la vostra pratica yoga al suo livello attuale e oltre.

I 10 anni della defunta Esther Myers come studentessa di Vanda Scaravelli l'hanno ispirata a trovare il suo approccio unico e organico allo yoga. Esther ha tenuto corsi in Canada, Europa e Stati Uniti prima di morire per cancro nel 2004. Ha lasciato un manuale di pratica per principianti e un libro intitolato Yoga and You, oltre a due video, Vanda Scaravelli su Yoga e Yoga delicato per Sopravvissuti al cancro al seno.

Vedi anche  Yoga per la menopausa: alleviare i sintomi con lo yoga

Raccomandato

Le migliori bande di bottino
I migliori integratori CLA
7 passaggi per sfidare la gravità e l'equilibrio in verticale