Suggerimenti per la messa a terra per lo squilibrio Vata

Heather, una bodyworker dell'area di Boston, è stata sotto stress ultimamente e sta iniziando a sentire i suoi effetti. Il clima invernale burrascoso è arrivato nel New England e ha difficoltà a riscaldarsi. Con l'economia ancora in ripresa, gli appuntamenti alle terme dove lavora sono ancora scaduti e si ritrova sveglia di notte a preoccuparsi dei soldi. Le sue viscere, sempre un po 'pigre, sono peggio del solito e ha un bruciore di stomaco intermittente.

Per compensare il mancato guadagno alle terme, Heather ha assunto alcuni clienti privati. Anche se i soldi extra aiutano, il suo programma è pieno, lasciando appena il tempo sufficiente per fare il bucato o fare esercizio. Guida più del solito e si ritrova infastidita dagli altri guidatori. Raramente si siede a mangiare durante il giorno, invece afferrando un'insalata di corsa o facendo spuntini con barrette energetiche tra i clienti. Di notte si sdraia con un bicchiere di vino davanti alla TV, e poi cade a letto esausta.

Da una prospettiva ayurvedica, Heather, un composto basato su più persone, è vata-pitta. Ciò significa che la sua costituzione naturale, o prakriti , che è la combinazione unica di dosha con cui una persona è nata, è bilanciata tra le qualità ariose di vata (creativa, energetica, attiva, ma tendente all'ansia) e la natura ardente di pitta ( intelligente, appassionato, motivato, ma incline alla rabbia). Ha meno kapha, il dosha associato alla terra e all'acqua, caratterizzato da forza e affidabilità ma anche da una tendenza alla pigrizia. (Alcune persone hanno un dosha dominante, mentre altri, come Heather, ne hanno due. Un equilibrio di tutti e tre è chiamato tri-dosico.)

La vita di Heather di solito non è così caotica. Quando si sente equilibrata, la combinazione di vata e pitta le serve bene. È brava nel suo lavoro e mantiene una vita sociale frenetica. Sebbene il suo programma sia piuttosto pieno, riesce a cucinare alcune sere a settimana, di solito dorme sette o otto ore e arriva alle lezioni di yoga abbastanza regolarmente.

Storm Watch

Ma il clima freddo e ventoso, un programma frenetico e le preoccupazioni finanziarie hanno causato uno squilibrio nel vata dosha di Heather. Per usare il termine che usano alcuni medici ayurvedici, il suo vata dosha è diventato squilibrato. Secondo il pensiero ayurvedico, vata è come il vento. È fresco, asciutto, ruvido e irregolare e qualsiasi cosa con proprietà simili tenderà ad aumentarlo.

Avviso di stress

Molto di ciò che chiamiamo "stressato" nel mondo moderno è, da una prospettiva ayurvedica, una manifestazione di squilibrio vata. È più probabile che accada a qualcuno come Heather, che ha un bel po 'di vata nella sua prakriti. Tuttavia, le persone con molto pitta e kapha possono anche vedere il loro vata perdere l'equilibrio a causa di una combinazione di clima, stress, decisioni sullo stile di vita e altri fattori, come il processo di invecchiamento, alcune malattie e molti viaggi .

Indipendentemente dalla tua prakriti, se il tuo vata è acutamente aumentato, può causare problemi. Potrebbero verificarsi tipici sintomi vata come ansia, costipazione e insonnia. Quelli con problemi di salute legati a vata come l'artrite, il dolore cronico o il morbo di Parkinson noteranno probabilmente sintomi più pronunciati. Nel tempo, un vata eccessivo può portare a squilibri anche negli altri dosha. Ad esempio, una persona a predominanza kapha con squilibrio vata potrebbe sperimentare un aumento delle qualità negative del proprio dosha prominente - sentirsi più letargico del solito o venire con un'infezione sinusale o bronchiale. Un pitta con squilibrio vata potrebbe diventare più caldo o provare bruciore di stomaco. Questi sintomi sono paralleli alla maggiore comprensione da parte della scienza moderna di come lo stress contribuisce o esacerba la maggior parte delle condizioni mediche,dalle malattie cardiache e dal diabete alla depressione.

Quando si sperimenta lo stress, il sistema nervoso simpatico, il sistema di preparazione alle emergenze "lotta o fuga" del corpo, si attiva e gli ormoni dello stress come l'adrenalina (nota anche come epinefrina) e il cortisolo inondano il corpo. Sintomi vata comuni come agitazione, paura, disturbi intestinali e difficoltà di messa a fuoco possono tutti derivare da questi cambiamenti nel sistema nervoso e nei livelli ormonali.

Quando osservi lo stato fisico delle persone in preda allo squilibrio vata, noterai che non sono ben radicate e questa non è solo una metafora. Spesso sono in costante movimento e non riescono a stare fermi. I loro occhi possono vagare. Le loro dita possono oscillare in posizioni yoga, anche in Savasana (Corpse Pose). Probabilmente non appoggiano bene i piedi in posizioni erette. In Tadasana (Mountain Pose), la parte superiore delle cosce può essere più in avanti e ruotata più esternamente di quanto sia ideale. In termini yogici, questo indica una mancanza di apana, o prana (forza vitale) che scorre verso il basso. Potrebbe non sembrare grave, ma nella diagnosi ayurvedica segnala un possibile squilibrio nel corpo e gli squilibri possono alla fine portare alla malattia. Quelli con disturbi vata possono anche respirare in modo irregolare e irregolare, principalmente nella parte superiore dei polmoni,e possono avere difficoltà a espirare completamente e profondamente. Lo yoga insegna che respirare in questo modo aumenta l'agitazione. Dal punto di vista medico, sappiamo che la respirazione rapida esaurisce il corpo di anidride carbonica, che può aumentare i sentimenti di ansia.

La medicina moderna non ha molto da offrire a chi è sotto stress, a parte tranquillanti, antidepressivi o forse una raccomandazione per l'esercizio. Fortunatamente, lo yoga e l'Ayurveda hanno molti strumenti per abbassare in modo sicuro i livelli di stress, spostare l'equilibrio del sistema nervoso verso il rilassamento e radicare lo spirito irrequieto.

Controllo a terra

L'approccio yogico per contrastare lo squilibrio vata implica rallentare, essere più consapevoli, respirare dolcemente e profondamente e imparare a radicare i piedi sul pavimento. Non è sempre facile se si verifica uno squilibrio di vata. Una pratica lenta e tranquilla e pose particolarmente riparatrici come Savasana possono sembrare una tortura. Prima che tu possa stabilirti in uno stato più equilibrato, potresti dover prima bruciare un po 'di vapore con la pratica attiva, purché non ti esaurisca.

Heather e tutti gli altri che soffrono di squilibrio vata trarrebbero beneficio se seguissero i principali consigli sullo stile di vita ayurvedico per la condizione: fare di meno. Ciò significa ridurre gli impegni programmati, ridurre al minimo il multitasking (e l'esposizione a tecnologie che stimolano il vata come computer e televisione, in particolare prima di andare a letto) e dedicare tempo al relax quotidiano. È anche importante attenersi a un orario regolare e dormire a sufficienza ogni notte per sentirsi riposati. All'inizio potrebbe essere difficile. L'eccesso di vata spesso provoca l'insonnia. Ma attenersi a una regolare ora di andare a letto e implementare alcuni degli altri cambiamenti che supportano il rilassamento dovrebbe aiutare.

Dieta e rituali alimentari sono aspetti importanti della guarigione ayurvedica. I pasti dovrebbero essere eventi consapevoli in cui ti siedi e mangi lentamente, consentendo al tuo corpo di digerire completamente. Idealmente, i pasti dovrebbero essere consumati alla stessa ora ogni giorno. Inoltre, il cibo dovrebbe essere ben cotto, umido e lenitivo. Zuppe abbondanti, verdure al vapore con riso integrale e casseruole sono tutte scelte eccellenti.

Tenere al caldo è importante, soprattutto in un clima freddo. Altre misure come bere il tè e fare bagni caldi possono aiutare, così come un massaggio quotidiano con olio caldo (vedi questo articolo). Stare al caldo è importante anche durante lo yoga, soprattutto per le pratiche di rilassamento, quindi assicurati di avere un maglione o una coperta a portata di mano mentre la classe si raffredda.

Se stai vivendo uno squilibrio vata, probabilmente brami stimoli e varietà. L'elemento aria in vata cerca un'espansione costante, ma può portarti in uno stato ancora più caotico. Rimanere a terra significa rallentare. Potrebbe essere necessario saltare alcune attività preferite. Proprio come sedersi a un pasto ti aiuterà a digerire il tuo cibo, così rallentare ed essere più consapevole ti aiuterà a "digerire" tutte le altre cose che ti nutrono nella vita.

A lungo termine, Heather deve fare scelte che mantengano il suo vata sotto controllo, perché uno squilibrio cronico può portare a problemi di salute più critici. Ma non può cambiare il tempo e per ora non può permettersi di rifiutare il lavoro aggiuntivo. Tuttavia, quando si tratta di gestione dei vata, anche piccoli cambiamenti nello stile di vita possono fare la differenza: potrebbe vestirsi in modo più caldo; optare per una sostanziosa zuppa calda invece di un'insalata a pranzo; e rilassati con un bagno caldo la sera invece di guardare la TV. E, anche quando non c'è quasi un momento tra i clienti, c'è quasi sempre tempo per almeno un respiro lento, profondo e consapevole.

Timothy McCall, MD è l'editore medico di Yoga Journal e l'autore di Yoga as Medicine.

Per imparare una sequenza di asana calmanti vata, vai su yogajournal.com/vataasana.

Raccomandato

Rilassati con una sequenza serale rilassante
I migliori rulli in schiuma
Risveglia il tuo potenziale di cambiamento: i 5 Klesha