Yoga per kickboxing

Proprio come lo yoga è stato praticato per secoli prima della sua recente rinascita, il kickboxing esisteva molto prima che Billy Blanks iniziasse a inquinare la televisione a tarda notte. Un ibrido di boxe, karate, thai boxe e tae kwon do, lo sport competitivo del kickboxing è emerso in America all'inizio degli anni '70 ed è stato reso popolare attraverso i blockbuster di Chuck Norris come Good Guys Wear Black. (Anche se a dire il vero, Chuck era più un tipo da karate che da kickboxing.) Come la maggior parte delle arti marziali, i principi guida di questo sport includono il rispetto di sé, la disciplina e il controllo, mentre il suo stile è meglio caratterizzato come pratico. "È il modo più efficiente per combattere in piedi", afferma Guy Mezger, proprietario di Freestyle Martial Arts a Dallas e coautore di The Complete Idiot's Guide to Kickboxing (Alpha Books,2000).

Come ti dice lo stesso Billy (ammettilo: hai assistito al suo spot pubblicitario almeno una volta), il kickboxing è anche uno dei modi più efficaci per rimetterti in forma. Tutte le versioni di kickboxing, dalle lezioni di fitness allo sparring leggero al combattimento vero e proprio, richiedono quasi ogni muscolo e grammo di energia che il tuo corpo ha da offrire. "Le esigenze fisiche sono enormi", afferma Mezger, un kickboxer campione del mondo. "Non solo funziona tutti gli angoli del tuo corpo, ma richiede riserve sia aerobiche che anaerobiche".

Le partite di kickboxing consistono in 12 round da due minuti, con una pausa di un minuto tra i round. Ogni concorrente deve eseguire e difendersi da almeno otto calci sopra la vita per round, oltre a tirare vari pugni e colpi alle ginocchia e ai gomiti.

Per quanto riguarda le esigenze di una classe non competitiva, devi solo dare un'occhiata alle magliette inzuppate di sudore delle persone che escono da una lezione di calcio cardio in palestra per rendersi conto che lo sport è impegnativo.

La sfida fisica è accompagnata da una mentalità unica che Mezger chiama il limite del combattente: un atteggiamento feroce, senza interruzioni e intenso. "Sul ring, non ti stendi semplicemente quando qualcuno ti colpisce", spiega. Quella mentalità si traduce in coloro che non intendono mai essere picchiati: "Puoi essere competitivo con te stesso come lo sei con gli altri", dice.

Due discipline, troppo diverse?

Nonostante le loro apparenti differenze - una connota la violenza, l'altra la pace - kickboxing e yoga condividono filosofie, compreso un approccio al benessere per tutto il corpo. Proprio come hai bisogno di tutto il tuo corpo per eseguire con successo Trikonasana (Triangle Pose), ogni muscolo contribuisce a ogni pugno e calcio. "Non si isola davvero alcun muscolo [nel kickboxing]", dice Mezger.

La tecnica è più preziosa della pura forza muscolare in entrambe le discipline: puoi girarti ulteriormente espirando in Ardha Matsyendrasana I (Posizione del mezzo signore dei pesci) che se cerchi semplicemente di forzarti. E nel kickboxing, se una donna ha una tecnica migliore di un uomo più pesante, può abbatterlo, secondo Mezger.

A livello emotivo, sia lo yoga che il kickboxing bruciano stress e rabbia, anche se in modi diversi. Proprio come un'ora di yoga ti lascia spesso calmo e concentrato, anche sparare su un sacco da boxe può sciogliere le frustrazioni. "Sono stato piuttosto intenso da giovane", ammette Mezger. "Le arti marziali mi hanno dato un modo per canalizzare in modo costruttivo la mia energia".

Infine, entrambi richiedono una mente intensamente concentrata. Chi non è caduto da Vrksasana (Tree Pose) a causa di uno sguardo fisso? Una mente dispersa nel kickboxing ha effetti simili e più pericolosi: "Il secondo in cui la tua mente vaga è il secondo in cui si muove il tuo avversario", dice Mezger. La pratica delle arti marziali consente anche a Mezger, che gareggia nel karate, nel judo e nel combattimento freestyle, di sviluppare una calma interiore. E le donne possono sviluppare ulteriore tranquillità, aggiunge, quando sanno come difendersi con sicurezza.

Date queste somiglianze, ne consegue che la pratica regolare dello yoga completerebbe il regime di un kickboxer. Mezger frequenta lezioni di yoga una volta alla settimana da circa un anno. Ha visto un miglioramento della stabilità delle sue articolazioni, della sua flessibilità e della forza di alcuni tendini e attribuisce allo yoga la riduzione del dolore della tendinite cronica della spalla e il rafforzamento della parte bassa della schiena. Mezger è così convinto dei benefici dello yoga che lo consiglia a tutti i suoi studenti, che vanno dai dilettanti ai professionisti. "Salire sul ring è una cosa davvero spaventosa, soprattutto quando è la prima volta", dice. "Lo yoga insegna calma e concentrazione".

Un senso di calma interiore è solo uno dei tanti benefici che lo yoga offre. Richiamare la tranquillità di Savasana (Corpse Pose) o imparare a usare il respiro per stabilizzare un asana difficile sono due abilità che possono tradursi in qualsiasi sport, specialmente quello in cui sono richiesti riflessi rapidi. Nonostante il suo aspetto feroce, per avere successo nel kickboxing, devi assumere una concentrazione ristretta, simile a quella di un giocatore di scacchi, uno stato raggiunto attraverso la pratica della respirazione profonda e regolare.

Una gamba in su

Lo yoga migliora anche le quattro armi principali del kickboxing: la gamba sinistra, la gamba destra, il braccio sinistro e il braccio destro. Le gambe sono utilizzate principalmente per calci offensivi o colpi al ginocchio. Entrambe le mosse richiedono flessibilità dell'anca e forza delle gambe, e la gamba che non calcia deve avere un equilibrio eccellente. Durante l'esecuzione di calci rotondi, ad esempio, l'anca si muove attraverso quasi tutta la sua gamma di movimento e i flessori dell'anca, il gluteo medio e il minimo, i quadricipiti, i muscoli posteriori della coscia ei muscoli del polpaccio sono impegnati.

"L'asana più naturale per lavorare sulla flessibilità dell'anca è Hanumanasana (the Splits)", afferma Michael Lechonczak, istruttore di yoga senior presso l'Equinox Health Clubs di New York City. "Inoltre, Utthita Hasta Padangusthasana (posa estesa da mano a grande alluce) ti dà forza nella gamba in piedi mentre apri l'altra gamba in modo molto dinamico e funzionale."

Sebbene il suo nome induca a credere il contrario, il kickboxing è solo del 35 percento circa. "Le abilità di boxe sono importanti quanto i calci", dice Mezger, che aggiunge che le donne, a causa della distribuzione della forza genetica, tendono a fare più affidamento sulle gambe rispetto agli uomini.

La corsa agli armamenti

Le braccia agili sono la chiave per creare una posizione difensiva per proteggere il viso e la parte superiore del corpo. E ogni muscolo dai pettorali ai tricipiti contribuisce a potenti pugni e colpi di gomito. La potenza in realtà inizia nei piedi, viaggia attraverso le gambe ed è amplificata dalla rotazione dell'anca e trasmessa attraverso i muscoli centrali al petto e alle braccia. Asana come Urdhva Dhanurasana (posizione dell'arco verso l'alto) e Purvottanasana (allungamento intenso della parte anteriore del corpo) sviluppano forza nelle braccia, negli addominali e nella schiena. Questi asana promuovono anche un corpo anteriore aperto. "Entrambe sono pose potenti che generano grande energia", dice Lechonczak.

Il ritmo ardente del kickboxing può essere praticato nello yoga. Lechonczak consiglia i saluti al sole a una velocità in costante aumento. "Il salto avanti e indietro creerà fuoco nel tuo corpo", dice.

Dimity McDowell è una scrittrice freelance di Brooklyn, New York.

Raccomandato

Affrontare la rabbia attraverso la comprensione e il controllo
Lo yoga del denaro: porta la saggezza dal tappeto alle tue finanze
Lo yoga mi ha trasformato dopo l'amputazione