Svegliati e rilassati

Nelle fredde mattine d'inverno, riscaldare le articolazioni è un modo rinvigorente per svegliarsi e iniziare la giornata. L'insegnante di yoga della Bay Area di San Francisco David Moreno insegna una serie di esercizi articolari che possono essere utilizzati come parte della routine di stretching mattutina o pre-pratica. Sebbene la maggior parte dei riscaldamenti enfatizzi i principali gruppi muscolari, Moreno afferma che concentrarsi sulle articolazioni può essere un modo efficace per energizzare il corpo e garantire una pratica o un allenamento sicuro. È anche un bene per la salute a lungo termine delle articolazioni. "Quando muovi le articolazioni attraverso l'intera gamma di movimento, aumenta la circolazione e lubrifica l'intera articolazione", dice.

Moreno suggerisce una pratica adattata da una sequenza più lunga insegnata da Swami Satyananda della Bihar School of Yoga. Esercitati lentamente, ripetendo ogni movimento otto volte e fai respiri lenti e profondi mentre procedi.

4 mosse per articolazioni sane

1. Ginocchia

Siediti in Dandasana con le ossa sedute su una coperta piegata. Piega il ginocchio sinistro verso il petto, unendo le mani dietro la coscia. Fai grandi cerchi con la parte inferiore della gamba sinistra, raddrizzando la gamba nella parte superiore del cerchio, se puoi. Ripeti sul secondo lato.

2. Gomiti e spalle

Siediti a gambe incrociate con la punta delle dita sulle spalle. Ruota i gomiti attraverso l'intera gamma di movimento: solleva la parte superiore delle braccia fino alle orecchie (i gomiti puntano verso il soffitto), quindi fai un giro in avanti e prova a toccare i gomiti davanti al petto, quindi riportali sulle costole laterali, e infine riportarli all'altezza delle spalle.

3. Caviglie

Siediti in Dandasana con le ossa sedute su una coperta piegata. Ruota entrambi i piedi all'unisono, prima in senso orario e poi in senso antiorario. Quindi, separa le gambe a circa un blocco di distanza e ruota i piedi in direzioni opposte, portando gli alluci a toccarsi mentre si avvicinano l'uno all'altro. Termina flettendo e puntando entrambi i piedi 8 volte.

4. Polsi

Allunga le braccia davanti al corpo all'altezza delle spalle. Piega le mani all'indietro dai polsi come se premessi i palmi contro un muro, le dita rivolte verso l'alto. Quindi, piega le mani in avanti dai polsi in modo che le dita si pieghino verso il petto. Per finire, stringi le mani a pugno e ruota i polsi in entrambe le direzioni.

Raccomandato

Uno contro uno
"Posture": un nuovo documentario esplora il controverso mondo dello yoga competitivo
Anatomia 101: come sfruttare il vero potere del tuo respiro