Combinazione di alimenti: come modificare la dieta per una migliore digestione

Mescolare troppi cibi contemporaneamente può provocare una cattiva digestione. Ecco una guida pratica per combinare gli alimenti in modo appropriato.

Se hai mai provato a praticare yoga subito dopo un pasto, allora sai quanto possono sentirsi a disagio i tuoi cani con la testa in giù e le torsioni spinali con la pancia piena o gonfia. Anche se hai finito di mangiare diverse ore prima di salire sul tappetino, il tuo corpo potrebbe ancora lavorare per digerire il tuo ultimo pasto, il che significa meno energia disponibile per la tua pratica. Per mantenere il tuo corpo leggero e vibrante, guarda dentro, verso il tuo tratto digerente.

Il motivo principale per cui mangiamo è fornire al nostro corpo il carburante di cui abbiamo bisogno per vivere: carburante per camminare, pensare, fare arte, lavorare, giocare con i nostri figli e fare yoga. Ma anche l'atto stesso della digestione richiede energia. Puoi aiutare la digestione del tuo corpo prima ancora di prendere il primo boccone di cibo. Se pensi allo stomaco come a un frullatore che trasforma il cibo in una zuppa molecolare, allora ciò che mangi insieme in una volta non ha importanza perché tutto si confonde comunque, giusto? Sbagliato.

Alimenti diversi hanno tempi di digestione diversi e richiedono enzimi digestivi diversi. Pertanto, mangiare troppi tipi di alimenti contemporaneamente, come proteine ​​con cereali, grassi e zuccheri, come il comune burro di arachidi e gelatina, può provocare difficoltà di digestione. Mangiare le giuste combinazioni di cibi non solo aiuta a migliorare la digestione, ma può anche aumentare l'energia, regolare l'eliminazione e aiutare ad alleviare la depressione, l'ansia e gli sbalzi d'umore. E una maggiore energia fisica significa più vitalità, chiarezza e concentrazione in tutte le aree della vita. Sebbene il cibo combinato non sia una panacea, può facilitare la digestione in modo che l'energia fluisca attraverso il corpo senza ostacoli.

Facciamo yoga non solo per il bene dei risultati fisici, ma così quei risultati - un corpo forte, flessibile e ricettivo - ci danno un maggiore accesso al nostro spirito. Perché nutrirci dovrebbe essere diverso? Pensa al cibo che combina come yoga alimentare. Mantenendo il centro del nostro corpo funzionante con facilità, possiamo accedere al nostro sé interiore più profondamente perché meno della nostra attenzione viene deviata al fisico.

Vedi anche 8 pose per una migliore digestione

Diventa consapevole di cosa e come mangi

Quante volte pensi davvero al cibo che viene digerito dal tuo corpo? La maggior parte di noi pensa alla digestione solo quando soffre di indigestione: sanguinamento, gas, bruciore di stomaco, costipazione, diarrea e tutti gli altri sintomi spiacevoli che dirigono rapidamente la nostra attenzione sulla pancia. Eppure il tratto digestivo è il centro del corpo, la fornace alchemica in cui ciò che mangiamo viene trasmutato da cibi separati nel carburante di cui il nostro corpo e la nostra mente hanno bisogno. La prossima volta che mangi qualcosa, pensa a quando il cibo diventa davvero te .

Vedi anche Alimenti anti-infiammatori per combattere il gonfiore

L'apparato digerente ha tre funzioni di base: lo stomaco separa il cibo in parti più piccole, l'intestino tenue completa la disgregazione e assimila i nutrienti per fornire al resto del corpo e l'intestino crasso alla fine elimina ogni residuo di scarto. Mantenere questo sistema in buone condizioni è essenziale per la salute e la vitalità generale.

I problemi digestivi possono sorgere con l'avanzare dell'età, lo stress, il mangiare troppo velocemente o in fuga, o mangiare diete composte da cibi ricchi e raffinati, troppo cibo o cibi consumati in combinazioni complicate. Alla fine, il corretto flusso dei succhi digestivi rallenta, compromettendo la scomposizione degli alimenti nello stomaco e nell'intestino tenue. Come qualsiasi sistema idraulico, il tratto digerente può erodersi o essere sostenuto, provocando diarrea cronica e / o costipazione. Se l'eliminazione non avviene correttamente, non riceviamo i nutrienti di cui abbiamo bisogno e le scorie tossiche possono rimanere nel sistema. Questo ci fa sentire a disagio e letargici; il flusso di energia vitale è bloccato.

La parola digestione deriva dal latino per "separare" o "organizzare". In effetti, questo è esattamente ciò che accade nel tratto digerente: i nutrienti, sotto forma di molecole, vengono separati dal cibo e disposti attraverso l'assimilazione per fornire energia a tutti gli organi interni del corpo. Con la combinazione del cibo, aiuti la digestione separando e predisponendo il cibo prima ancora che arrivi nello stomaco.

Sebbene la ricerca medica non sia stata ancora condotta sui benefici specifici della combinazione di alimenti, questo sistema, che esiste in varie forme dagli anni '30, si basa sulla consapevolezza che mangiare cibi in combinazioni che hanno enzimi compatibili e tempi digestivi rende digestione più facile e completa. Gli alimenti ad alto contenuto proteico richiedono la decomposizione del mezzo acido dello stomaco, mentre i carboidrati richiedono il mezzo alcalino o neutro dell'intestino tenue. Quando cibi ad alto contenuto proteico e ad alto contenuto di carboidrati vengono mangiati insieme, la digestione diventa più complicata, poiché il tempo di transito dei carboidrati è rallentato dalla scomposizione delle proteine ​​nello stomaco. Se la degradazione viene impedita, anche l'assorbimento dei nutrienti e l'eliminazione possono diventare più difficili, con particelle di cibo non digerite che rimangono nel sistema.Queste particelle non digerite possono creare allergeni, squilibri batterici e altri disturbi nel tratto gastrointestinale.

Vedi anche The Mindful Diet Week 1: Build an Awareness Foundation

Semplifica la tua dieta

In molti aspetti della vita, con la semplificazione arrivano meno eccessi. Lo stesso vale per il corpo. In un mondo ossessionato dall'abbondanza e dalla disponibilità di ogni alimento immaginabile 365 giorni all'anno, la combinazione dei cibi ci aiuta a semplificare le nostre scelte alimentari. La regola pratica di base è: più semplice è il pasto, più facile sarà la digestione. Pasti semplici, porzioni moderate e masticare il cibo lentamente e con un atteggiamento di riverenza aiutano a mantenere una facile digestione e un'energia che scorre liberamente nel corpo. Non ci vuole molto per imparare a combinare il cibo con queste semplici linee guida:

La frutta è il cibo più facile e veloce da digerire e per questo motivo dovrebbe essere sempre consumata separatamente da proteine, cereali e verdure. Sono ulteriormente classificati in acidi, subacidi, dolci e meloni, in base ai loro livelli di acido e zucchero, e hanno una propria serie di linee guida per le combinazioni. Tempo di digestione: da 20 minuti a un'ora.

Tutte le verdure possono essere combinate tra loro così come con le proteine. Per una facilità digestiva ottimale, è meglio combinare solo verdure non amidacee e a basso contenuto di amido con i cereali. Tempo di digestione: da 30 minuti a due ore.

I cereali possono essere consumati da soli o combinati con verdure non amidacee e a basso contenuto di amido. Non combinare i cereali con proteine ​​o con verdure ricche di amido. È meglio avere un solo tipo di grano a pasto, quindi decidi se vuoi davvero quel pezzo di pane o se vale la pena aspettare il riso. Tempo di digestione: da due a tre ore.

Le proteine possono essere consumate da sole o combinate con verdure non amidacee, a basso contenuto di amido e amidacee. È meglio avere un solo tipo di proteine ​​a pasto. Tempo di digestione: da due a quattro ore.

Ricorda che ciò che mangi può aiutare a una migliore digestione

Quando scegli cosa mangiare, considera non solo il fascino culinario delle tue scelte, ma come il tuo corpo interpreterà i cibi che stai per ingerire. Chiediti: questi cibi alimenteranno il mio corpo in modo che possa essere un forte veicolo per il mio spirito, o mi rallenteranno? Nutrire te stesso in modo mirato è come fare yoga dal tappeto: ogni scelta di cosa e come nutrirti è un'opportunità per praticare la consapevolezza, la compassione e l'amor proprio.

Hale Sofia Schatz è l'autore di If the Buddha Came to Dinner: How to Nourish Your Body to Awaken Your Spirit.

Raccomandato

Master Class con Kathryn Budig: Firefly (Tittibhasana)
The Yoga Journal Makeovers Parte II: Tales of Transformation
Wake Up and Flow: una playlist di yoga di 60 minuti per uccidere il giorno