Perché lo yoga?

La maggior parte degli studenti principianti ti dirà che è entrata nello yoga per alleviare il mal di schiena, alleviare lo stress o diventare di più

risposte flessibili - abbastanza semplici. Ho iniziato la mia pratica dopo aver letto che le asana yoga sono la migliore forma di esercizio mai concepita; quella convinzione mi ha fatto andare avanti per diversi anni.

Ma le ragioni per cui pratichi potrebbero non essere così semplici come sembrano. È del tutto possibile che dopo aver esaminato attentamente le tue motivazioni più intime, non troverai nient'altro che un desiderio di muscoli posteriori della coscia più sciolti, ma non scommetterci. Lo yoga è pieno di colpi di scena sorprendenti.

Non è un segreto che spesso facciamo le cose per ragioni di cui siamo totalmente inconsapevoli; a volte le nostre motivazioni inconsce diventano chiare solo dopo una buona dose di auto-riflessione. Quindi è importante rendersi conto che mettere in discussione l'intento della nostra pratica ci porta inevitabilmente a indagare anche sul significato della nostra vita. Potremmo chiedere in modo altrettanto pertinente: perché sono davvero vivo?

All'inizio, è naturale presumere che la nostra pratica e la nostra vita siano totalmente separate, che pratichiamo per circa un'ora al giorno e poi ce ne dimentichiamo. Ma dopo un po ', i due iniziano inevitabilmente a fondersi. Come Sri Aurobindo, il grande saggio indiano del XX secolo e progenitore dello Yoga integrale, ci ricorda: "Tutta la vita è yoga".

Dal punto di vista di Aurobindo, lo yoga è intrecciato attraverso l'ordito e la trama della nostra stessa esistenza, e in effetti ci sceglie. Pratichiamo yoga perché davvero non abbiamo altra scelta. Naturalmente, decidiamo quale forma deve assumere la nostra pratica: possiamo andarcene e vivere da soli in una grotta e meditare, oppure possiamo restare a casa, crescere una famiglia e fare il tifo per gli yankees. Eseguita con l'atteggiamento appropriato, ciascuna delle nostre azioni quotidiane può essere un asana, ogni respiro un pranayama, ogni pensiero (o spazio tra due pensieri successivi) un seme per la meditazione.

Potremmo essere stati dotati dello strumento che migliora la vita dello yoga, ma per quale motivo? L'indizio è nella stessa parola sanscrita yoga , che come avrete senza dubbio sentito significa "unione". Per i nostri scopi, tuttavia, potrebbe essere meglio definirlo "integrità", una parola etimologicamente correlata sia al sano che al santo. Allora perché pratichiamo davvero lo yoga? Perché la vita vuole che siamo integri nel senso più ampio e vero della parola.

Raccomandato

Lo yoga è pericoloso per le donne?
3 pose preparatorie per l'equilibrio dell'avambraccio (Pincha Mayurasana)
Solleva il tuo spirito con questi oli essenziali equilibranti Dosha