Trova le tue radici nella posizione dell'albero

Una delle asana yoga più riconoscibili, Vrksasana (Tree Pose) è stata identificata in reliquie indiane risalenti al VII secolo. "Una figura in piedi in equilibrio su una gamba fa parte di una famosa scultura in pietra nella città di Mahabalipuram", afferma Tias Little, direttore di YogaSource a Santa Fe, New Mexico. Nei tempi antichi, dice, i santi erranti chiamati sadhu meditavano in questa posizione per lunghi periodi di tempo come pratica di autodisciplina.

In alcune tradizioni, la posa è chiamata Bhagirathasana, per onorare un grande re yogi indiano che, secondo la leggenda, rimase a lungo su una gamba per placare il dio indù Shiva e per poter portare il sacro fiume Gange dal cielo a terra. "Questa postura rappresenta l'intensa penitenza di Bhagiratha", dice Kausthub Desikachar, figlio e studente del maestro di yoga TKV Desikachar e amministratore delegato del Krishnamacharya Yoga Madiram a Chennai, in India. "Dovrebbe motivarci a lavorare verso il nostro obiettivo anche se ci sono molti ostacoli sulla strada". Ciò non significa che devi stare su una gamba sola per anni. "Il punto è fare uno sforzo dedicato alla propria pratica", dice. "Ci rende forti, migliora la nostra forza di volontà e otteniamo benefici sorprendenti".

Questa posa antica e affidabile è spesso la prima postura di equilibrio che impari, poiché è relativamente semplice e rafforza le gambe e la colonna vertebrale e apre le cosce e i fianchi. Quando pratichi le posizioni di equilibrio, impari alcune lezioni pratiche su come radicarti, trovare il tuo centro, rimanere concentrato e stabilizzare la tua mente. Inoltre, il processo (cadere e riprovare) aiuta a sviluppare pazienza e tenacia, umiltà e buon umore.

Migliora il tuo equilibrio

Imparare a bilanciare spesso ha più a che fare con il tuo stato mentale che con le tue capacità fisiche. Se sei stressato o se la tua mente è dispersa, è probabile che anche il tuo corpo sia instabile. E, naturalmente, la pratica stessa di cercare di trovare l'equilibrio è stressante. La maggior parte di noi, mentre cerchiamo di bilanciare, ha pensieri inquietanti come "Non posso farlo" o "Tutti mi stanno guardando barcollare".

Fortunatamente, ci sono tre strumenti che puoi usare per calmare le chiacchiere mentali che distraggono e stabilizzare la tua mente:

1. Sii consapevole del tuo respiro: prestare attenzione al tuo respiro aiuta a unire il corpo e la mente e stabilire uno stato di calma fisiologica. Come scrive il maestro di yoga BKS Iyengar nella sua guida classica, Light on Yoga , "regola la respirazione e quindi controlla la mente".

2. Dirigi lo sguardo: chiamato anche drishti , uno sguardo fisso aiuta a concentrare la mente. In Vrksasana, ancorare lo sguardo all'orizzonte o a un punto fisso dirige l'energia in avanti per mantenerti in posizione verticale.

3. Visualizza il tuo albero: immagina di essere un albero, con i piedi saldamente radicati nella terra e la testa protesa verso il sole. Prenditi un momento per meditare su cosa significa per te "albero" e trova un'immagine che si adatta al tuo corpo e al tuo temperamento: un grazioso salice, una solida quercia, una palma civettuola. Invita questa immagine mentale a guidarti verso la stabilità.

Sdraiarsi

Prima di immergerti nel tentativo di Tree Pose, sdraiati sulla schiena e abbraccia le ginocchia al petto, disegnando lenti cerchi nell'aria con le dita dei piedi. Punta e fletti i piedi per preparare le caviglie all'equilibrio. Per aprire i fianchi e allungare le cosce, trascorri alcuni momenti in Supta Baddha Konasana (Reclining Bound Angle Pose), sdraiato sulla schiena con le ginocchia piegate e le piante dei piedi unite. Sostieni le gambe posizionando blocchi o coperte piegate sotto le cosce. Rilassati qui mentre ti sintonizzi sul tuo respiro.

Quindi, prova Supta Vrksasana (Posizione dell'albero reclinabile) sdraiandoti sulla schiena e premendo le piante dei piedi contro un muro. Tieni la parte posteriore dei talloni sul pavimento e le dita dei piedi puntate verso il soffitto. Posiziona la mano sinistra sulla parte anteriore dell'anca sinistra per mantenere il bacino a livello mentre pieghi il ginocchio destro e posiziona la pianta del piede destro all'interno della coscia sinistra. Se la parte posteriore della coscia destra non poggia sul pavimento, o se l'anca sinistra si solleva, posiziona un blocco o una coperta arrotolata sotto la coscia destra. Raggiungi con forza la gamba sinistra, premendo il piede sinistro contro il muro. Durante l'inspirazione, solleva le braccia sopra la testa finché non toccano il pavimento dietro di te, con i palmi rivolti l'uno verso l'altro. Rimani qui per qualche respiro, poi fai l'altro lato.

Portalo al muro

Mettiti in posizione Tadasana (Mountain Pose) con i fianchi direttamente sopra i piedi e il lato destro abbastanza vicino a un muro da appoggiare leggermente la punta delle dita della mano destra lì per supporto. Sollevare e allargare le dita dei piedi, quindi appoggiarle sul pavimento, premendo uniformemente verso il basso attraverso tutti e quattro gli angoli di ciascun piede: i tumuli dell'alluce e dell'alluce e il tallone interno ed esterno. Impila le articolazioni: ginocchia sulle caviglie, fianchi sopra le ginocchia, spalle sui fianchi e orecchie sulle spalle. Porta la mano sinistra al centro del petto, in posizione di mezza preghiera.

Prenditi un momento per goderti il ​​dono di avere due gambe forti. Quindi invia mentalmente le radici attraverso la terra sotto la gamba destra mentre immagini di attaccare un cordone di seta alla sommità della testa, tirandoti su. Mantieni questa sensazione di radicamento e sollevamento simultanei mentre pieghi il ginocchio destro e porti la pianta del piede destro sulla coscia sinistra interna. Puoi posizionare il piede destro ovunque lungo la gamba sinistra o, se ti senti fermo, prendi la caviglia destra con la mano destra e posiziona il tallone nella piccola tacca nella parte superiore della coscia appena sotto l'inguine, con le dita rivolte verso il basso. Premi la pianta del piede e l'interno coscia in modo uguale l'una verso l'altra. Fai cinque respiri profondi, rilascia la posizione, quindi cambia lato.

Centra il tuo albero

Ora è il momento di praticare la posa completa lontano dal muro. Se ti trovi su un pavimento di legno, prova la postura senza tappetino, lasciando che i tuoi piedi si colleghino direttamente con la superficie solida. Inizia respirando costantemente in Tadasana. Radica le gambe e i piedi e allunga il busto e la testa. Sposta il peso del corpo sulla gamba sinistra e solleva il tallone destro, mantenendo la punta del piede destro a contatto con il pavimento. Porta la pianta del piede destro alla caviglia sinistra e apri il ginocchio destro verso destra, tenendo le dita dei piedi sul pavimento, se lo desideri. Ancora il tuo drishti all'altezza degli occhi all'orizzonte e premi i palmi delle mani davanti al tuo cuore nella posizione di preghiera nota come Anjali Mudra (Salutation Seal).

Porta la punta delle dita sulle ossa frontali dell'anca (i punti ossei sulla parte anteriore del bacino) per assicurarti che sia in posizione neutra e che un lato non si alzi più in alto dell'altro. Allunga la vita e tira delicatamente indietro il ginocchio piegato per aiutare ad aprire la coscia, mantenendo il bacino in posizione neutra. Se ti senti a tuo agio, porta il piede all'interno della coscia sinistra. Rilascia il coccige verso il pavimento. Allunga la colonna vertebrale mentre inspiri e premi con decisione il piede della gamba in piedi mentre espiri. Quando ti senti pronto per sperimentare il tuo equilibrio, inspira mentre raggiungi le braccia verso il soffitto, parallele l'una all'altra con i palmi rivolti verso l'interno. (In alcune versioni della posa i palmi si toccano. Prova in entrambi i modi per vedere quale preferisci.) Allunga tra le dita mentre rilassi le spalle,disegnare le scapole lungo la schiena. Rimani in posa per diversi respiri lenti e costanti, mantenendo il viso passivo. Quindi, se vuoi una sfida in più, prova a rimanere in equilibrio a Vrksasana con gli occhi chiusi. Ripeti la posa sull'altro lato.

Corpo stabile, mente calma

Vrksasana può portare un meraviglioso senso di pace interiore. Ti insegna come essere sia forte che flessibile, ad essere radicato senza essere rigido. Un albero deve essere in grado di oscillare al vento, o rischiare che i suoi rami o il tronco si spezzino, quindi la chiave è sentirsi radicati nei piedi. Se sei instabile nella posa, inizia dal basso e assicurati che le dita dei piedi siano rilassate e lunghe, che la pianta del piede sia premuta uniformemente sul pavimento e che i muscoli della gamba in piedi siano impegnati.

È sempre importante lasciare il tuo ego alla porta quando pratichi yoga, quindi non essere troppo orgoglioso di praticare Vrksasana vicino a un muro se aiuta. Come con tutte le posture, è essenziale lasciare andare la tua ambizione su come pensi che dovresti essere nella posa e accettare dove sei il più pienamente possibile. Tieni presente che il tuo equilibrio e la tua flessibilità possono cambiare di giorno in giorno, a seconda di ciò che hai mangiato, di come hai dormito e di una serie di altre variabili. Quindi non dare per scontato che scivolerai senza sforzo nella posa solo perché l'hai già fatto. Sintonizzarti sui sottili cambiamenti nel tuo corpo, mente e spirito ti insegnerà come rimanere nel momento presente. Sii giocoso e paziente, usa gli oggetti di scena se ne hai bisogno e se cadi, riprova. Con il tempo, la pratica e la pazienza farai progressi.

Raccomandato

Tantra Rising
Le migliori pillole di cannella
3 modi per migliorare la posa del ceppo di fuoco