Ayurveda 101: una meditazione di Capodanno per ogni Dosha

La chiave del vero equilibrio mente-corpo? Comprendere i bisogni naturali del tuo corpo - come mangiare, cucinare, purificarsi e guarire - durante ogni stagione. Nel nostro prossimo corso online Ayurveda 101, Larissa Hall Carlson, ex preside della Kripalu's School of Ayurveda, e John Douillard, fondatore di LifeSpa.com e autore di best-seller, demistificano la scienza sorella elementare dello yoga. Iscriviti ora!

Il nuovo anno è il momento perfetto per un nuovo inizio e la meditazione può aiutare, non importa quale sia il tuo dosha, dice Larissa Hall Carlson, ex preside della Kripalu's School of Ayurveda e co-leader del nuovo corso di Yoga Journal, Ayurveda 101 ". La meditazione è importante per tutti i dosha, durante tutto l'anno, ma è particolarmente importante in questo periodo dell'anno poiché riorientiamo gli obiettivi e stabiliamo le intenzioni ", dice. Mentre le seguenti tre meditazioni possono essere fatte da chiunque in qualsiasi periodo dell'anno, ognuna ha lo scopo di bilanciare le qualità di ogni dosha, sia che tu stia cercando di bilanciare la tua costituzione personale o le qualità della stagione in corso. Qui, Carlson condivide la sua meditazione di Capodanno preferita per ogni dosha.

Vata: meditazione Japa

Stabilire il ritmo è uno dei modi più efficaci per stabilizzare una mente iperattiva o dispersa. Quando le qualità leggere, sottili e mobili del vata dosha aumentano eccessivamente durante la fredda e ventosa stagione invernale, l'eccesso di vata si manifesta spesso come irrequietezza mentale, stress, paura o ansia. Fortunatamente, la ripetizione ritmica del mantra durante la meditazione japa rallenta una mente in corsa e migliora la concentrazione. Mi piace usare le perle di mala per tracciare le ripetizioni dei mantra, poiché le perle di mala hanno un certo peso e quell'ancora tangibile è buona per mettere a terra l'eccesso di vata e rimanere sul punto. Non hai le perle di mala? Non preoccuparti: ripeti il ​​mantra per diversi minuti, finché non ti senti tranquillo e rilassato.

Come praticare la meditazione Japa

Per prima cosa, scegli un mantra che risuoni con te. Il seguente mantra per calmare la mente è particolarmente popolare per gli yogi nel nuovo anno: Yogash Chitta Vritti Nirodhah (lo Yoga cessa le fluttuazioni della mente). Prendi il tuo set preferito di perle di mala e siediti comodamente. Copriti con una coperta calda. Prendi il mala nella mano destra, drappeggiandolo sopra il medio, l'anulare e il mignolo (rilassa il dito indice: non tocca il mala). Usa il pollice per muovere le perle di mala, una perlina alla volta. Chiudi gli occhi. Ripeti il ​​mantra una volta per ogni perla, usando un ritmo rilassante. Fallo 108 volte o finché la mente non si è concentrata e stabile.

Kapha: meditazione camminata

Garantire un buon movimento e una buona circolazione è importante per evitare che le qualità pesanti, spesse e umide del kapha dosha si accumulino durante la piovosa stagione primaverile del kapha (o se hai mangiato troppe prelibatezze durante le vacanze quest'inverno!) E si manifestano come lentezza mentale, letargia , pensiero annebbiato e mancanza di motivazione. Puoi ridurre il kapha in eccesso usando tecniche di meditazione che hanno acutezza, leggerezza e mobilità. Una delle mie meditazioni preferite per il kapha è la mediazione del camminare, poiché mantiene il corpo in movimento mentre migliora la concentrazione e la chiarezza mentale. Elimina le ragnatele e inizia a muoverti quest'anno!

Come praticare la meditazione camminata

Ritaglia 15-20 minuti. Se fuori fa freddo, cerca un posto tranquillo per fare una meditazione camminata al chiuso, come un lungo corridoio, una biblioteca, uno studio di yoga prima delle lezioni o persino giri in cerchio per qualsiasi stanza della tua casa. Togliti le scarpe e i calzini, se possibile. Mettiti in Mountain Pose e fai alcuni respiri, per notare come ti senti e imposta la tua intenzione per la pratica (magari facendo nuovi passi nella tua vita nel nuovo anno). Con il respiro naturale e lo sguardo rivolto verso il basso, inizia a camminare lentamente e ritmicamente, avanti e indietro in una lunga fila o ripetendo un percorso circolare. Mentre cammini, inizia a usare queste tre frasi: "solleva, muoviti, posiziona". Fissa l'attenzione della tua mente sulla pianta di ogni piede mentre viaggi, osservando la sensazione quando il piede "si solleva" dal pavimento, "si muove" nello spazio ed è "posto "di nuovo sul pavimento.

Pitta: meditazione sul respiro

Pace e tranquillità: questo è ciò di cui hai bisogno quando le qualità calde e acute di pitta aumentano eccessivamente nella mente durante la stagione estiva calda e umida (o dallo stress lavorativo o dalle caotiche liste di cose da fare durante le vacanze). Quando l'eccesso di pitta si manifesta come irritazione mentale, frustrazione, impazienza o rabbia, è necessaria una tecnica di meditazione rinfrescante, rinfrescante, calmante e spaziosa. La meditazione sul respiro reindirizza il punto focale di pitta a riposare sull'ancora delicatamente tranquilla e sottile del respiro. Abbandonare le tipiche attività di pianificazione, organizzazione e creazione di elenchi che spesso consumano l'attenzione di Pitta e dedicare tempo alla vera quiete può riportare la mente in uno stato tranquillo, permettendoti di affrontare con calma il nuovo anno.

Come meditare sul respiro

Trova un posto comodo dove non sarai interrotto o distratto. Siediti in piedi con le mani sulle ginocchia e i palmi rivolti verso l'alto. Chiudi gli occhi. Ammorbidisci i muscoli del viso e della mascella. Fissa l'attenzione della tua mente sulla pancia. Senza controllare il respiro, osserva semplicemente il movimento naturale e la sensazione del respiro nella pancia. Continua per 10-20 minuti, finché non senti che la tua mente si calma e si calma.

Desideroso di saperne di più? Registrati ora per Ayurveda 101 con Larissa Hall Carlson e John Douillard di Kripalu.

Raccomandato

Incenso che brucia? Potresti nuocere alla tua salute
Il tempo per riposare è adesso
Maestri influenti: 14 pionieri dello yoga occidentale