Goditi la corsa: yoga e ciclismo

Niente è più liberatorio della strada aperta, a meno che non sia lo spazio che crei all'interno. Yoga e ciclismo hanno molte somiglianze. Scopri come puoi combinare le tue due passioni.

Sono circa 120 miglia in bicicletta da Pacifica, in California, alla piccola città di Pacific Grove sulla costa settentrionale della California. Ogni anno il club di ciclismo ricreativo a cui appartengo percorre insieme la distanza per celebrare la fine di un'altra stagione di grandi corse. Per me, la corsa è meno uno sforzo fisico che una pratica di gratitudine.

Percorrendo la Highway 1 la mattina presto, passiamo davanti ai frutteti nella nebbia. Pellicani marroni volanti, grandi uccelli allampanati che sono così aggraziati nell'aria ma così goffi e divertenti a terra, mi fanno pensare alla prima volta che mi sono seduto su una bici da strada. La posizione del sedile rispetto al manubrio mette la parte superiore del corpo in una postura allungata e leggermente curva che può richiedere un po 'di tempo per abituarsi ai principianti, ma mi è sembrata giusta fin dalla mia prima corsa, quasi come la posizione fetale .

Vedi anche 4 vantaggi sostenuti dalla scienza di una pratica di gratitudine

Non si tratta di zonare in un lungo viaggio: pedalare su qualsiasi strada richiede una vigile consapevolezza di tutto ciò che ti circonda. Manca un po 'di ghiaia sulla strada, un'auto che accosta o la gomma a terra di un altro ciclista potrebbe avere conseguenze disastrose. Ma con la pratica, questa iperattenzione diventa una seconda natura, uno stato d'animo provocato dal tocco del sedile della bici, dal suono delle scarpe che scattano sui pedali. E una volta che mi sono sistemato e pedalo, una volta che ho smesso di agitarmi sul sedile e mi chiedo se voglio davvero guidare oggi, si crea uno spazio che prima non c'era. È lo stesso di una pratica di asana fluente, quando la tua concentrazione e il tuo movimento assumono una vita propria. Potrebbero volerci 15 minuti per arrivare a quel luogo, o un'ora e mezza; forse sono 5 miglia, o 95. Ma quando la memoria muscolare prende il sopravvento, non lo fa 'importa se mi sento forte e pieno di energia o stanco e scricchiolante; quello spazio si apre, ogni volta.

Per alcune persone, questo spazio è dove risolvono problemi, traggono ispirazione creativa o lasciano andare le ferite. Per me questo spazio fa spazio alla gratitudine: alle mie gambe, abbastanza forti per pedalare; per i miei compagni ciclisti, che mi vengono dietro con una parola incoraggiante o mi fanno spazio per passare; per il tempo, non importa quale sia; per tutte le cose che non avrei notato in macchina: le foglie appuntite e i fiori viola delle piante di carciofo, i surfisti che si infilano nelle loro mute, minuscole piantine di lattuga, il profumo caldo e umido delle fragole.

Vedi anche Yoga per atleti: 4 pose per spinning + ciclismo all'aperto

Vado in bici per lo stesso motivo per cui pratico yoga: quando quello spazio si apre, so che questo è quello che sono veramente. È un po 'come quando lasci gli occhiali da sole in casa per un po' senza rendertene conto. Quando finalmente li togli, c'è quel flusso simultaneo di luce e riconoscimento, e pensi: "Oh, è vero, certo - questo è come sono davvero le cose!"

Entro il 75 ° miglio ha iniziato a piovigginare e il mio stomaco brontola. Le mie ginocchia sono rigide, le mie nocche sembrano congelate al manubrio e penso di aver preso una svolta sbagliata qualche miglio indietro. Ma nessuna di queste sensazioni o pensieri domina. C'è spazio per tutto e molto altro ancora.

Vedi anche Una meditazione post-allenamento che tutti gli atleti devono provare

Raddoppia il divertimento

Vuoi creare una connessione tra yoga e sport? Dai un'occhiata agli eventi che li combinano.

YRide Questa lezione di "cardio cosciente" presso il Flow Wellness Center di YYoga nel centro di Vancouver combina il ciclismo indoor con lo yoga per rafforzare il corpo, connettersi con il respiro e rinfrescare la mente. www.yyoga.ca

Correre con la mente della meditazione e dello yoga Questo ritiro di un fine settimana allo Shambhala Mountain Center nelle Montagne Rocciose del Colorado offre istruzioni di meditazione, yoga per corridori e corse di gruppo contemplative; vedere la montagna di Shambhala per le date.

Vedi anche Applicare lo yoga alla corsa

The Centered Athlete Esplora lezioni, seminari e ritiri di yoga per corridori, ciclisti e triatleti nella grande area di Montreal.

Ananda Velo Questo club ciclistico nella comunità yogica del villaggio di Ananda nel nord della California è dedicato alla gioiosa corsa di gruppo. Il club sponsorizza ritiri di yoga e ciclismo presso The Expanding Light; vedere la luce in espansione per i dettagli sul ritiro di settembre.

Yoga per corridori Christine Felstead insegna lezioni di yoga, seminari e ritiri progettati per corridori e atleti di resistenza a Toronto, oltre a un programma di formazione per insegnanti Yoga per corridori.

Vedi anche Correre per restare fermi

Raccomandato

Tantra Rising
Le migliori pillole di cannella
3 modi per migliorare la posa del ceppo di fuoco