Stai forte nella posa del guerriero II

La posizione eretta Virabhadrasana II è una pratica standard nella maggior parte delle lezioni di yoga. Ma pochi yogi conoscono la storia della sua genesi. Nella tradizione indù, il potente sacerdote Daksha ha offerto un enorme sacrificio e ha invitato tutti, tranne la sua figlia più giovane Sati e il suo marito yogi buono a nulla Shiva, che Daksha disprezzava (anche se Shiva era il sovrano supremo dell'universo). Sati era livido. In una versione della storia, si precipitò verso il fuoco sacrificale e si gettò per dare una lezione a suo padre; in un altro, la sua ira era così intensa da bruciare spontaneamente. Shiva fu devastato dall'immolazione della sua amata e impazzì. Quando si strappò un ciuffo di capelli e lo sbatté a terra, saltò fuori una creatura da incubo con "mille teste, mille piedi, mille occhi, mille mani, con zanne terribili da vedere".Era armato fino ai denti e invincibile. Incontra Virabhadra, il cui nome significa "eroe benedetto", sebbene in genere sia tradotto in inglese semplicemente come "guerriero". Shiva inviò Virabhadra e un esercito di demoni a fare visita a Daksha. Fortunatamente, la moglie di Shiva viene riportata in vita, e il whupping di Daksha gli insegna l'umiltà (perde la testa e finisce con una capra in sostituzione).

Ricreiamo l'immagine di Virabhadra in tre incarnazioni di Virabhadrasana, designate da numeri romani (I, II, III), in cui ci troviamo come potenti guerrieri. Il nostro focus sarà su II. Virabhadrasana II è un ottimo modo per allungare l'inguine e, anche se entrambi i piedi rimangono sul pavimento, migliora il tuo equilibrio. Puoi anche, in misura minore, rafforzare le braccia e aprire il petto. Il maestro di yoga BKS Iyengar sottolinea nel suo libro Light on Yoga che Vira II "tonifica gli addominali". È anche un bel modo per rafforzare le gambe e renderle tornite.

Legwork

È importante in Vira II portare consapevolezza alla testa del femore della gamba anteriore; è la pallina all'estremità dell'osso che si inserisce nella presa dell'anca e ruota come un joystick. È inoltre necessario prestare attenzione al tallone esterno del piede posteriore, appena sotto l'osso esterno della caviglia.

Per lavorare sul corretto allineamento della gamba anteriore, prova un semplice esercizio su sedia. Se sei alto, potresti aver bisogno di una coperta; se sei basso, prendi un blocco. Posiziona la sedia sul tappetino appiccicoso, vicino al bordo anteriore, con lo schienale della sedia rivolto verso il bordo destro. Affronta il bordo anteriore del tappetino e siediti sulla sedia con le ginocchia sopra i talloni, gli stinchi perpendicolari al pavimento. Idealmente le tue cosce saranno parallele al pavimento. Se sei alto e le ginocchia sono più alte dei fianchi, usa una coperta per sollevare i glutei finché le cosce non sono parallele al pavimento. Se i tuoi piedi non raggiungono il pavimento (tipico per gli studenti più bassi), metti l'ascensore sotto il piede destro.

Fai oscillare la gamba sinistra attorno al sedile, raddrizza il ginocchio sinistro il più possibile e fai un affondo con l'avampiede sinistro sul pavimento vicino al bordo posteriore del tappetino. Ruota il busto allontanandolo dalla sedia verso sinistra, fai perno sulla pianta del piede sinistro e premi il tallone sinistro sul pavimento in modo che il piede sia leggermente inclinato verso il bordo anteriore del tappetino. Allinea il centro del tallone destro con il centro dell'arco interno del piede sinistro e regola l'interno della coscia destra più o meno perpendicolare al bordo anteriore del tappetino.

Sii un guerriero

In Vira II, prendi la posizione di un forte guerriero. Bilanci il peso tra entrambe le gambe e il busto si solleva in modo uniforme dai fianchi. Sulla sedia, evitare di sporgersi in avanti o indietro. Scavare la base del palmo destro nella piega dell'anca tra la coscia anteriore e il bacino e spingere verso il basso contro la testa del femore. Spingere nella piega, non più in basso sulla coscia. Idealmente sentirai la parte posteriore della coscia premere saldamente contro il sedile e, in risposta, la colonna vertebrale si allungherà senza sforzo verso l'alto. Allontana il punto dell'anca destra dalla coscia, allunga il coccige verso il basso e sposta le spalle in modo che si allineino sui fianchi. Dopo circa un minuto, rilascia la mano e resta qui, seduta pesantemente sulla coscia. Piega il ginocchio sinistro, riporta la gamba dove è iniziata, ruota la sedia di 180 gradi e ripeti sull'altro lato.

Nella posa completa, molti principianti dipendono dai muscoli per sostenere la posizione e tremano in modo incontrollabile dopo pochi secondi. Poi le cose vanno in discesa. Prova a ricreare la tua esperienza sulla sedia, in modo che parte del supporto venga spostato sulle tue ossa e i tuoi muscoli possano rilasciare. Quindi puoi sostenere la postura quasi indefinitamente, avendo bisogno di uscire solo per i pasti e per frequentare la lezione di yoga.

Come altre pose in piedi con gambe divaricate, Virabhadrasana II è ancorato e stabilizzato radicando il tallone posteriore esterno nel terreno. Molti principianti hanno l'inguine stretto, quindi piegare il ginocchio anteriore allaccia il ginocchio posteriore, che solleva il tallone posteriore esterno dal pavimento. Pensa: cosa succederebbe a un albero privato delle sue radici? Prima di piegare il ginocchio anteriore, "affonda" il tallone posteriore esterno nel pavimento. Mentre pieghi il ginocchio anteriore (destro), chiedi a un amico immaginario di resistere a quel movimento tirando una cinghia sull'inguine sinistro. La tua gamba sinistra si muoverà fisicamente nello spazio più vicino al pavimento; ma energicamente si oppone al movimento e mantiene radicato il tallone esterno della schiena.

Prendi Hip

Mettiti di lato al centro del tuo tappetino appiccicoso, rivolto verso un bordo lungo, e separa i piedi. Idealmente, i tuoi piedi sono abbastanza larghi in modo che quando pieghi il ginocchio anteriore e lo posizioni sopra il tallone, la coscia anteriore è parallela al pavimento. Con le mani sui fianchi, gira il piede posteriore (sinistro) a destra di 30 gradi, il piede destro a destra di 90 gradi. Allinea il tallone anteriore e l'arco posteriore.

Non spingere indietro l'anca sinistra, lontano dal bordo lungo del tappetino. Molti insegnanti ti fanno allineare il bacino verso la parete verso cui è rivolto il petto; Insegno la posa in modo leggermente diverso per creare più larghezza e facilità nella parte bassa della schiena. Mentre pieghi il ginocchio anteriore, ruota l'anca posteriore in avanti di una certa quantità e ruota il ginocchio anteriore verso l'esterno, verso il lato del mignolo. Una volta che il ginocchio è allineato in questo modo, puoi portare l'anca posteriore un po 'indietro, ma assicurati che il ginocchio anteriore non si pieghi verso il lato dell'alluce del piede.

Inspirare, consapevolmente a terra il tallone posteriore; durante un'espirazione, piega il ginocchio anteriore sopra il tallone. Punta il ginocchio interno verso il lato mignolo del piede per evitare di ruotare il ginocchio verso l'interno mentre lo pieghi. Ora siedi la testa del femore destro sulla sedia immaginaria. Quindi solleva il punto dell'anca destra lontano dalla coscia, piega il coccige e posiziona le spalle sul bacino. Allinea l'interno della coscia destra con il bordo lungo del tappetino.

Per portare la coscia parallela al pavimento nella posa completa, appendi un sacchetto di sabbia su una cinghia da yoga dalla piega anteriore dell'anca. Vuoi andare oltre? Inspira e alza le braccia ai lati, i palmi verso il basso. Premi sul tallone posteriore e raggiungi attivamente il braccio posteriore, come se il tuo braccio sinistro stesse cercando di tirare dritto il ginocchio anteriore. Puoi guardare oltre il braccio anteriore, ma se hai problemi al collo, guarda semplicemente dritto in avanti. Tieni la posizione da 30 secondi a un minuto, inspira e raddrizza il ginocchio anteriore, rilascia le braccia e gira i piedi in avanti. Non uscire mai da questa postura spostando il peso in avanti sulla gamba anteriore. Dopo alcuni respiri, ripetere a sinistra.

Questa posa sembra il potente guerriero Virabhadra che emerge senza paura dalla terra e dovrebbe essere una parte importante della tua pratica. Aumenta la flessibilità e sviluppa forza, resistenza fisica e forza di volontà, che ti serviranno bene per tutta la pratica e la vita.

Richard Rosen vive e insegna in California.

Raccomandato

Affrontare la rabbia attraverso la comprensione e il controllo
Lo yoga del denaro: porta la saggezza dal tappeto alle tue finanze
Lo yoga mi ha trasformato dopo l'amputazione