Inversione di un utero prolasso

- Pamela C.

La risposta di Jaki Nett :

I muscoli deboli del pavimento pelvico non portano necessariamente a un utero prolasso, ma un utero prolasso farà indebolire i muscoli del pavimento pelvico. Un utero prolasso è causato da più di muscoli lassisti del pavimento pelvico: un prolasso si verifica quando c'è una debolezza al complesso dei legamenti cardinale e uterosacrale. Questi legamenti aiutano a mantenere la vagina superiore e la cervice in posizione sopra il muscolo elevatore dell'ano (noto anche come il diaframma pelvico o muscoli del pavimento pelvico), mantenendo l'utero nella sua posizione inclinata.

Esistono due classificazioni dell'utero prolasso: prolasso incompleto e completo. Un prolasso completo si verifica quando l'utero, la vagina e la vescica escono dal corpo con l'intestino che segue. Il prolasso incompleto è l'inizio dell'utero che inizia il suo movimento verso il basso. Una volta che inizia lo scorrimento verso il basso dell'utero, la durezza addominale inferiore e la pressione verso il basso o intra-addominale possono esacerbare il prolasso.

La pressione intra-addominale varia nel corso della giornata: ad esempio, quando solleviamo qualcosa di pesante, il corpo aumenta automaticamente la pressione addominale per aiutare a stabilizzare la zona lombare (parte bassa della schiena). Inoltre, le funzioni naturali del corpo sono assistite dalla pressione intra-addominale. Ma poiché la pressione intra-addominale è un importante contributo all'aumento della gravità di un prolasso, è necessario prestare molta attenzione a quanto viene utilizzato inconsciamente. Per provare la pressione intra-addominale, fingere di tossire e notare la contrazione della zona addominale inferiore e una pressione verso il basso. Alcune persone reagiscono alla tensione mantenendo cronicamente questa pressione, che può portare a problemi addominali.

Questa pressione si verifica anche nelle posture yoga. Ad esempio, nella Chaturanga Dandasana (Posizione del bastone a quattro arti), la pressione intra-addominale aiuta a stabilizzare il busto per renderlo rigido come un "bastone".

Per esplorare la pressione intra-addominale in una posa, sdraiati sul pavimento con le gambe dritte. Posiziona un palmo sugli addominali inferiori e uno sugli addominali superiori. Spostati in Urdhva Prasarita Padasana (Leg Lifts) sollevando le gambe sopra i fianchi e portandole perpendicolarmente al pavimento. Quindi poniti queste domande: quando sollevi le gambe, gli addominali urlano e diventano duri? La colonna lombare (parte bassa della schiena) si è inarcata? Questo modo di produrre pressione intra-addominale è dannoso per il pavimento pelvico perché la pressione viene spinta in ogni direzione tranne che verso la testa.

Piega le ginocchia e appoggia i piedi sul pavimento. Ammorbidisci l'area addominale e lascia che tutto il contenuto ricada verso la colonna vertebrale. Mantieni questa posizione e tira indietro l'intera area addominale verso la colonna vertebrale e restringi il punto vita, solleva il torace e allarga il diaframma. Questo sarà simile ai movimenti addominali e del diaframma in Uddiyana Bandha, ma la presa è più morbida.

Tenendo le gambe piegate, inizia lentamente a sollevare i piedi dal pavimento. Nota come si accumula la pressione. Porta le cosce perpendicolari al pavimento, quindi raddrizza le gambe. Mantieni la larghezza del diaframma e la parete addominale in movimento verso la colonna vertebrale. Rendi la vita lunga e stretta e poi dirigi la pressione interna verso l'alto. Qui la pressione intra-addominale è ancora usata per stabilizzarsi, ma la spinta verso il basso è stata rimossa. Se la zona addominale inizia a muggire o la parte inferiore della schiena si inarca durante il sollevamento o l'abbassamento delle gambe, piegare le ginocchia e appoggiare i piedi sul pavimento. Acquisisci familiarità con la pressione intra-addominale ed esplora come aiuta nelle pose.

Per le persone che hanno già un utero prolasso, sii cauto nelle pose in piedi perché c'è la possibilità che il movimento o il salto possano aiutare a scivolare ulteriormente l'utero. Quando tutti i membri di supporto nella cavità pelvica hanno perso tono, non hanno la capacità di recupero per rispondere alla forza di gravità e al peso. Le inversioni sono le migliori pose da praticare perché la gravità diventa un alleato. Mentre esegui le inversioni, cerca di esercitare una pressione intra-addominale sufficiente a stabilizzare la colonna lombare, ma fai attenzione a non dirigere la pressione che fa spingere il pavimento pelvico verso i piedi.

Salamba Sirsasana (posizione sulla testa supportata) mantenuta nel corretto allineamento può aiutare gli organi a tornare nella posizione corretta. Niralamba Sarvangasana (Unsupported Shoulderstand) con le dita dei piedi appoggiate al muro può aiutare l'utero a tornare in posizione. Con il supporto del muro, questa posa offre l'opportunità di esplorare la pressione interna e di monitorare e variare i movimenti del pavimento pelvico.

Una volta compresa la natura della pressione intra-addominale, il livello del prolasso potrebbe non cambiare, ma non sarà esacerbato.

Jaki Nett è un istruttore certificato Iyengar Yoga a St. Helena, in California, e un membro della facoltà dell'Istituto Iyengar Yoga di San Francisco. Insegna corsi pubblici nella San Francisco Bay Area e conduce seminari negli Stati Uniti e in Europa, inclusi seminari specializzati su questioni femminili.

Original text


Raccomandato

Posa della sfida: cavalletta
5 modi per fai da te il tuo santuario yoga a casa
Come 31 giorni di meditazione in movimento hanno aiutato uno yogi a rallentare