Yoga per la fascite plantare

Malasana (Garland Pose) può aiutare ad alleviare la rigidità e il dolore causati dalla fascite plantare allungando delicatamente le caviglie e il tessuto connettivo del piede.

Sembra che ogni anno in questo periodo sento da studenti lamentarsi di un nuovo dolore che si è sviluppato sulla pianta del piede vicino al tallone. Quando li interrogo ulteriormente, c'è quasi sempre una storia di un recente aumento di attività ad alto impatto, come iniziare ad allenarsi per una gara di corsa o iniziare nuovi corsi di danza. In rare occasioni, potrebbero aver appena iniziato un campo di addestramento yoga in cui stanno facendo molti salti all'indietro da Uttanasana a Chaturanga o da Down Dog a Forward Fold. Suggerisco spesso di farlo controllare dal loro medico e invariabilmente tornano con la diagnosi di fascite plantare, più comunemente chiamata "sperone calcaneare". An - itis implica infiammazione, e in questo caso si infiamma la fascia plantare, il foglio di tessuto connettivo che si estende dal tallone alla base delle dita.

La fascia plantare aiuta i legamenti ei muscoli a mantenere gli archi alla pianta del piede. Come tessuto connettivo ha forza, ma non si allunga molto prima di correre il rischio di strapparsi o infiammarsi. E, a differenza dei muscoli, non si contrae e non crea movimento attivo nel piede.

È più probabile che tu soffra di fascite plantare se hai problemi con gli archi, come piedi piatti o archi insolitamente alti o un tendine d'Achille stretto. Anche l'aumento di peso improvviso o l'obesità possono essere fattori che contribuiscono. E, come detto sopra, la corsa a lunga distanza, in particolare la corsa in discesa o su superfici irregolari, o qualsiasi attività nuova e continua che mette a dura prova questo foglio di tessuto, può causare infiammazione. Anche indossare scarpe con scarso sostegno dell'arco plantare o suole morbide può essere problematico.

Le persone con fascite plantare avvertono rigidità e dolore sulla pianta del piede vicino al tallone. Può essere noioso o acuto, peggio ai primi passi fuori dal letto la mattina, meglio con il movimento continuo se non è super svasato, e si ripresenta se sei stato seduto per un po 'e ti alzi e cammini di nuovo. Può anche verificarsi se si sta in piedi per lunghi periodi o si salgono le scale o dopo un'attività intensa. Uno dei miei studenti la cui fascite plantare sta migliorando nota un dolore persistente quando il piede colpito è tornato in Warrior I Pose. Per ora lo stiamo modificando utilizzando una zeppa sotto quel tallone.

Sfortunatamente non esiste una soluzione rapida per la fascite plantare. In effetti, possono essere necessari da due mesi a due anni per risolvere questa condizione. Un tipico piano di trattamento ortopedico potrebbe includere ghiaccio, riposo senza svolgere attività aggravanti, farmaci antinfiammatori, indossare una stecca immobilizzante durante la notte e allungamenti di terapia fisica per il tendine di Achille e i piedi. L'uso di plantari, colpi di steroidi e chirurgia sono usati nei casi più resistenti.

Cosa deve fare uno yogi? Bene, le pose a riposo, come Legs up the Wall (Viparita Karani) e tutte le inversioni che implicano avere i piedi in aria toglieranno pressione dalla fascia plantare. E le pose che allungano il tendine d'Achille e i piedi, se eseguite con consapevolezza, in modo da evitare di aggravare i sintomi del piede, possono aiutare. Quasi tutte le pose in piedi potrebbero avere possibili benefici a questo riguardo, e Garland Pose (Malasana), potrebbe fare il doppio dovere.

Il caso opposto potrebbe essere fatto se lo stile di yoga o una particolare posa aggravano il piede (come il salto all'indietro). In questi casi, potrebbe essere necessario fare un po 'di sostegno creativo per continuare a praticare senza peggiorare i sintomi. Raddoppiare il tappetino appiccicoso per una maggiore ammortizzazione può essere d'aiuto, così come usare un cuneo sotto la pianta del piede anteriore o il tallone del piede posteriore per ridurre al minimo l'allungamento sulla fascia plantare. Un esempio di una posa che esercita molta pressione sul tallone del piede anteriore è Parsvottanasana (Intense Side Stretch o Pyramid Pose). Qui userei il cuneo sotto la pianta del piede anteriore. Come sempre, se vuoi che lo yoga sia nel mix di un piano di guarigione per i tuoi piedi, lavora con un insegnante con esperienza nella fascite plantare per le maggiori possibilità di successo.

Raccomandato

Le migliori solette ad arco alto
"Pratica e tutto sta arrivando."
Kathryn Budig Challenge Pose: Ganda Bherundasana