D + A: Cos'è Abhyanga e perché è buono per me?

D: Ho sentito parlare della pratica ayurvedica dell'automassaggio (Abhyanga). Perché questo è un bene per me e come lo faccio?

R: Abhyanga significa “automassaggio con olio” e, secondo l'antica tradizione, è uno dei nostri più grandi alleati per la salute totale. Fare una pratica quotidiana di automassaggio nutre e calma il sistema nervoso, aumenta la disintossicazione linfatica, migliora la circolazione, nutre la pelle e favorisce l'equilibrio generale mente-corpo.

La parola per olio in sanscrito è sneha, che si traduce in "amore" o "affetto". L'essenza di una pianta è il suo olio, così come l'essenza di ciò che siamo è l'amore. Se continuiamo a estrarre qualcosa fino alla sua essenza più pura, ciò che rimane è l'amore. Quando massaggi il tuo corpo con olio, lo stai letteralmente rivestendo con uno strato di affetto, oltre a un tocco curativo. La scienza occidentale sostiene questo fatto, dimostrando che quando riceviamo un massaggio, rilasciamo una cascata di ormoni del benessere nel nostro flusso sanguigno. La ricerca mostra che il massaggio può anche ridurre l'ormone dello stress, il cortisolo.

Come fare abhyanga:

1. Scegli un olio. In generale, le persone con pelle secca e la tendenza a "sentire freddo" sono curate e nutrite dall'olio di sesamo. Le persone che corrono al caldo e hanno la pelle grassa / rosea vengono rinfrescate e nutrite dall'olio di cocco e di girasole. Le persone con la pelle spessa, morbida e leggermente umida che di solito non si sentono né troppo calde né troppo fredde sono ravvivate dall'olio di girasole o di calendula.

2. Riscalda l'olio. Puoi semplicemente posizionare la bottiglia di vetro dell'olio direttamente nel lavandino del bagno. Chiudere lo scarico e riempire con l'acqua più calda possibile. Lasciar riposare per almeno 10 minuti prima di applicarlo sul corpo.

3. Rimuovere tutti i vestiti e i gioielli. Siediti su un vecchio asciugamano per non fare confusione.

4. Inizia dalla sommità della testa e versa l'olio direttamente sulla corona. Se lo fai prima del lavoro e non vuoi una testa grassa per il resto della giornata, puoi saltare questa parte e conservarla per un giorno in cui non hai bisogno di essere presentabile. Detto questo, la tradizione ayurvedica pone molta enfasi sul massaggio della testa e del collo. Dei 107 punti energetici del corpo (chiamati marma), 37 si trovano sulla testa e sul collo.

5. Continua sul viso e sul resto del corpo. Su braccia e gambe, usa movimenti avanti e indietro. Sulle articolazioni, usa colpi circolari. Sulla pancia, usa movimenti circolari in senso orario (se stai guardando il tuo ventre), poiché questa è la direzione in cui si muove il nostro intestino lungo e stimolerà una corretta digestione.

6. Prova a dedicare 15-20 minuti a massaggiare il tuo corpo, trascorrendo del tempo sulle parti del tuo corpo che "non ti piacciono". Quindi, lascia che l'olio si impregni nella pelle per almeno 20 minuti.

7. Dopo 20 minuti, rimuovi l'olio in eccesso con un asciugamano e poi fai una doccia. La doccia fa aprire i pori, permettendo all'olio di erbe di penetrare ancora più in profondità nella pelle. Non è necessario insaponare l'olio. Molto probabilmente il corpo assorbirà tutto, soprattutto se sei abbastanza asciutto.

Katie Silcox è l'autrice del libro in uscita, "Healthy, Happy, Sexy - Ayurveda Wisdom for Modern Women". È un'insegnante di vinyasa yoga, praticante ayurvedica, collaboratrice di Yoga Journal e insegnante senior all'interno del lignaggio Sri-Vidya ParaYoga sotto Yogarupa Rod Stryker. 

TORNA A WELLNESS WORLD>

Raccomandato

Rilassati con una sequenza serale rilassante
I migliori rulli in schiuma
Risveglia il tuo potenziale di cambiamento: i 5 Klesha