10 modi per "Namaslay" ed essere te stesso autenticamente

L'insegnante di yoga Candace Moore ha una teoria: se onori e fai risplendere il tuo sé più autentico, puoi ottenere qualsiasi cosa. Prova a vivere secondo i suoi 10 comandamenti, estratti dal suo nuovo libro Namaslay, per metterlo alla prova.

"Namaslay" è una filosofia di vita che mescola i principi yogici del vecchio mondo con un moderno atteggiamento positivo. Si sposa con namaste , l'antico saluto yogico che significa "la luce in me riconosce la luce in te", e il termine gergale contemporaneo slay , che per i nostri scopi significa "andare là fuori e ucciderlo in qualunque cosa tu stia lavorando sul tuo lavoro, sulla tua relazione, sulla tua vita. " Ecco i 10 comandamenti di Namaslay, se vuoi:

1. Credi in te stesso.

Sappi che nel profondo di ognuno di noi si trova una forza e un coraggio più grandi di qualsiasi ostacolo che potremmo mai incontrare. Conduci la tua vita con fiducia. E ricorda che la fiducia e l'ego non sono la stessa cosa. La fiducia serve chi ti circonda; l'ego è egoista e autodistruttivo. Sii silenziosamente al sicuro, guidato da una corrente sotterranea di determinazione, sapendo quanto sei veramente potente.

Vedi anche  Elena Brower su Credere in te stesso

2. Levati di mezzo.

Sia sul tappetino da yoga che fuori, siamo spesso pieni di dubbi su noi stessi. Facciamo pressioni inutili su noi stessi e abbiamo queste idee su cosa dovremmo essere in grado di fare o cosa avremmo dovuto realizzare a questo punto. Questo dialogo interiore negativo non va bene. Ci trattiene dalla nostra intrinseca grandezza. Che si tratti di una posa yoga per la quale hai lavorato o di un obiettivo di vita che ti sei sforzato di raggiungere, fai uno sforzo consapevole per uscire dalla tua strada. Smetti di aggrapparti a idee limitanti sulle tue capacità. Sii gentile e generoso con te stesso e con gli altri. Inizia a parlare a te stesso come parleresti a qualcuno che ami. Levati di mezzo.

Vedi anche 5 modi per infondere il tuo dialogo personale con amore per te stesso

3. Continua a imparare.

Leggi tutto. Prendere lezioni. Partecipa a una conversazione. Fai molte domande. Fai amicizia con persone che non hanno la tua età, che provengono da background diversi, che ascoltano musica diversa e che hanno ruoli di lavoro completamente diversi. Anche se cresci e diventi un esperto nel tuo campo, mantieni sempre la mentalità di un principiante. Ricorda che tutti sanno qualcosa che tu non sai, e quindi abbiamo tutti cose da insegnarci a vicenda. Siamo tutti insegnanti. E i migliori insegnanti sono quelli che sanno che c'è sempre di più da imparare.

4. Mettiti a tuo agio essendo a disagio.

Il comfort è un posto sicuro ed è un bel posto dove stare. Direi anche che è un posto necessario in cui stare in certi momenti della tua vita, come quando hai a che fare con problemi di salute o dopo aver attraversato una brutta rottura. Ma il disagio è dove avviene la crescita. Quindi, quando ti trovi in ​​una situazione particolarmente difficile, vedi se riesci a mettere da parte le tue preoccupazioni e paure. Quindi fai un respiro profondo e sii pienamente presente. Accomodati nel tuo angolino scolpito nel disagio, tira fuori il tuo quaderno immaginario e siediti alla lezione che ti aspetta. Continua a sfidare te stesso non solo per sopportare situazioni scomode, ma per imparare e prosperare da esse.

5. Fai le piccole cose.

Restituisci il tuo carrello della spesa. Chiama tua nonna. Usa il filo interdentale. Chiedi come sta il cassiere e ascolta la risposta. Stabilisci un contatto visivo e sorridi. Pratica atti casuali di gentilezza. Queste sono le cose che ci uniscono, che ci connettono. Ricorda: Yoga. Unione. Fai le piccole cose così spesso da diventare un'abitudine e osserva come aggiungono ricchezza alla tua vita.

6. Manifestare gratitudine.

Cerca dei modi per provare gratitudine durante la giornata, dal momento in cui ti svegli fino al momento in cui vai a dormire. Rendi "grazie" un mantra quotidiano. Mentre ti lavi i denti, grazie per un altro giorno! Mentre mangi una colazione bomba, grazie per questo cibo delizioso! Sono grato per la dolce macchina che sto guidando per andare al lavoro. Certo, è un secchio di ruggine, ma mi porta dal punto A al punto B e gli altoparlanti funzionano alla grande! Guardati intorno e conta le tue benedizioni. Non solo rende la vita più piacevole, ma ti trasforma fisicamente internamente. Nessun scherzo! Provare gratitudine può abbassare il tuo livello di stress, il che altera ciò che accade chimicamente dentro di te. Come spiega Janice Kaplan nel suo libro The Gratitude Diaries, riduce anche il cortisolo, che può aiutare a ridurre l'infiammazione, migliorare la capacità di dormire e aumentare il metabolismo. Quindi dì "grazie". È come una pillola verbale felice su cui non puoi overdose. Dillo di più.

Vedi anche  4 vantaggi sostenuti dalla scienza di una pratica di gratitudine

7. Sii una persona "Hell Yeah".

Le mie persone preferite sono quelle che hanno un atteggiamento positivo. Amo questo tipo di persone perché portano una buona energia in ogni situazione e praticamente marciano al ritmo ottimista di "Hell Yeah!" Cosa c'è di meglio e di più potente di quello? Cosa c'è di più edificante di quello? C'è solo una cosa migliore che vedere un gruppo di persone di Hell Yeah da lontano, ed è essere una delle persone di Hell Yeah.

Allora come si fa? È facile. Devi solo fare l'opposto di quello che fanno le persone "No I Can't".

Li conosci? Lo voglio. Li vedo ovunque.

A volte sono nelle mie lezioni di yoga. Dimostrerò un divertente equilibrio del braccio, e loro guarderanno di lato le persone accanto a loro e gemeranno. "Ugh, non posso farlo", mormorano. "Non con quell'atteggiamento," risponderò allegramente. (Lo so, lo so, mi sono trasformato in quell'insegnante di yoga!)

Ironia della sorte, dato che ero una persona del tipo "No, non posso", mi stupisce che le persone presumano automaticamente di non poter fare qualcosa. Vengono da una noiosa cittadina chiamata NoICan't. La gente lì va in giro abbattuta e infelice. La peggiore città in assoluto; non andateci.

Ecco la fastidiosamente allegra verità: se credi di poterlo fare, sei a metà strada. E questo vale per qualsiasi cosa, dalle posizioni yoga all'ottenimento del lavoro dei tuoi sogni. Per quanto folli possano essere i tuoi sogni, devi essere un "Hell Yeah!" persona. Un "Hell Yeah!" persona ottiene. merda. fatto.

Se vuoi essere un "Hell Yeah!" persona ma non puoi impegnarti completamente a dire "Hell Yeah" perché sei stato educato a non dire "Hell", prova a dire: "Why not me?" Dillo abbastanza spesso e sarai un "Hell Yeah!" (o "Heck Yeah!") persona prima che tu te ne accorga. Io credo in te perché sono un "Hell Yeah!" persona, e so che puoi farlo.

Vedi anche Meditazione Credi in te stesso

8. Attingi alla tua grandezza.

Quando esegui tutto quanto sopra, sei connesso. Stai attingendo alla tua grandezza, la grandezza che tutti noi abbiamo nel profondo. E, oh ​​amico, quando attingi alla tua grandezza? Non c'è davvero sensazione migliore. È come essere collegati a questa ronzante corrente elettrica di bontà. Quando sei collegato, sei acceso. Stai splendendo e vibrante e onori tutti i tuoi doni e talenti. Stai dando e ricevendo cose buone e tutto è in perfetta armonia. La vita non può andare meglio di così.

9. Sfida i tuoi limiti.

Quando sarai totalmente connesso e attingerai alla tua grandezza, scoprirai che i tuoi limiti sono stati percepiti. Non erano reali. Nessuno di loro.

Tutte le cose per cui hai scelto te stesso, tutte le bugie che ti sei detto mentre ti guardavi allo specchio, tutte le ragioni che ti sono venute fuori per non essere stato abbastanza bravo nel corso degli anni? Niente di tutto questo è vero. Le tue imperfezioni sono ciò che ti rende la persona incredibile che sei. Prendi possesso di chi sei e guarda come i tuoi cosiddetti limiti svaniscono.

Vedi anche  Togli lo yoga dal tappetino e Nelle tue relazioni

10. Non prendere sh *%.

Pensa alla tua vita come al tuo grande capolavoro, qualcosa su cui lavori costantemente, con l'obiettivo di creare l'opera d'arte più mozzafiato e stimolante che tu abbia mai visto. È il tuo pezzo; sei l'artista. Quindi modifica, cancella e ricrea quanto necessario per realizzare il tuo capolavoro. Quindi cosa significa in una situazione del mondo reale?

Come forse saprai, gestisco un popolare blog di yoga, YogaByCandace. Ho creato un piccolo spazio su Internet che in qualche modo ha attratto il mio tipo di persone. Le persone che commentano i post e partecipano al nostro forum sono ben informate, divertenti e inclusive. E poiché Internet è praticamente il Grande Fratello, so che accedono ovunque, da Bruxelles a Berlino, dal Brunei a Boston. Sono studenti, medici e appassionati di fitness. Sono mamme e soldati casalinghi di stanza all'estero. Sono ballerini professionisti e persone che vivono con l'HIV. Sono bevitori di vino, vegani e mangiatori di carne. Sono gentili e quindi sono il mio tipo di persone. Non è successo per caso. Ho attratto queste persone essendo me stesso. Se avessi finto di essere qualcun altro, avrei attratto persone che non erano il mio tipo di persone. Negli anni,attraverso le nostre interazioni online e di persona ai seminari e ai ritiri, ho conosciuto bene alcune di queste persone e le adoro assolutamente. Ah, la bellezza di Internet.

Ma, come sai, Internet ha anche un lato oscuro. Qualche tempo fa, ho condiviso un frammento della mia pratica yoga personale su Instagram. Avevo appena iniziato a sollevare pesi più seriamente e avevo messo su un po 'di muscoli. Qualcuno ha commentato che stavo diventando "troppo grande" per lo yoga e ha suggerito che avrei dovuto interrompere i miei allenamenti se volevo continuare a praticare lo yoga.

Immediatamente mi sono fatto male. Ho pensato: (A) Ti fido per la tua opinione non richiesta sulla mia composizione corporea e (B) Il tuo commento implica che lo yoga è per qualche gruppo d'élite. Quest'ultimo punto è sempre stato una cosa per me. Abbiamo tutti le nostre cose, sai? Probabilmente hai sentito parlare di questa cosa dello yoga elitario. Questa cosa più santa di te. Questa cosa-puoi-solo-praticare-yoga-se-sei-ricco-e-bianco-e-indossi-lululemon. Questa cosa-puoi-praticare-yoga-solo-se-non-bevi-caffè-e-sei-vegano. Questa cosa-qui-sei-solo-un-vero-yogi-se-inserisci-condizione. Uffa. Azionamenti. Me. Ca-razy. Perché questa cosa è l'opposto dello Yoga (unione). Questa cosa crea una divisione. E questo, secondo la mia opinione di esperti, è BS.

Quindi ho avuto una scelta. Potrei fare una festa di pietà per uno, sguazzando nel Poor Me's, oppure potrei alzarmi e dire la mia verità. Mi sono alzato. Ecco come ho risposto: “Per la prima volta nei miei 31 anni, mi sento a mio agio nella mia pelle. Mi sento forte, in salute e okay - piena rivelazione - ci sono cose su cui mi piacerebbe lavorare - ma nel complesso questo è il meglio che mi sia mai sentito e mi ci è voluto molto tempo per arrivare in questo luogo di pace. Di solito non commento commenti negativi, ma ascolto questo: se hai qualcosa di scortese da dire o hai la mentalità che solo alcuni tipi di corpo possono praticare yoga, allora sei una parte del problema e puoi andartene. Non abbiamo bisogno della tua negatività qui. Spesso, magro, grande, piccolo, qualunque cosa, lo yoga è per ogni singolo tipo di corpo. Sali a bordo con quello o fatti vedere. "

Certo, ero io a difendermi. E sì, potresti sostenere che sono stato io a creare un divario tra "noi" (la vera comunità yoga che accetta tutti i tipi di corpo) e "loro" (le persone che non lo sono). Ma questo ero anche io che difendevo qualcuno delle mie decine di migliaia di follower su Instagram che avrebbero potuto mettere in discussione la loro autostima in base alle dimensioni dei loro corpi. Questo ero io che difendevo quella che considero la vera comunità yoga, che è inclusiva, gentile e accetta tutti i corpi. Questo ero io che ero autenticamente me stesso e dicevo: "Non sto prendendo la tua merda. Ciao." Quindi fallo. Guida con fiducia, non con l'ego. Non prendere niente in un modo che serva al bene superiore.

Mentre la storia del mio viaggio e di come ho scelto di vivere la mia vita secondo questi 10 comandamenti di Namaslay è intessuta in tutto il mio libro, la mia speranza è che tu ti veda riflesso nelle mie esperienze e che tu sia ispirato a scavare in profondità e lasciare che il tuo autentico splendore di sé. Ora vai là fuori e nama-slay.

Vedi anche Sii il tuo life coach: 7 tecniche per vivere i tuoi sogni

Adattato da  Namaslay: Rock Your Yoga Practice, Tap Into Your Greatness e Defy Your Limits di Candace Moore. Copyright © 2016 di Candace Moore. Pubblicato nell'ottobre 2016 da Victory Belt Publishing.

Circa l'autore

Candace Cabrera Moore è un'imprenditrice e creatrice del blog YogaByCandace®. È un'istruttrice di yoga certificata e una cagnolina pazza certificata. Gestisce un popolare canale YouTube e ha un'app per lo yoga. Ha anche fondato YBC Mantra Box®, un servizio in abbonamento per prodotti salutari di alta qualità da piccole imprese. È più felice quando solleva pesi, canta in macchina e pratica yoga senza i confini di un materassino. Vive la sua vita secondo la filosofia Namaslay e incoraggia tutti a fare lo stesso - guidando con amore, gentilezza, gratitudine e una convinzione incrollabile nelle proprie capacità intrinseche; essere gentile, determinato e forte; non fare del male; e non prendere niente.

Raccomandato

Affrontare la rabbia attraverso la comprensione e il controllo
Lo yoga del denaro: porta la saggezza dal tappeto alle tue finanze
Lo yoga mi ha trasformato dopo l'amputazione