Migliora la tua memoria riducendo lo stress

Sintonizzati sulle notizie e non puoi fare a meno di notare che viviamo in un'epoca di conflitti, cambiamenti climatici e insicurezza economica. Le minacce segnalate per la nostra salute e il nostro benessere sembrano incessanti. Eppure c'è una buona ragione per non lasciarsi infastidire dalla notizia: tutto questo input negativo ha un impatto sul cervello. Un fastidioso senso di paura di basso livello può portare a mancanza di concentrazione, dimenticanza e persino perdita di memoria. Scherziamo su questi sintomi, chiamandoli "cervello di mamma" o "momenti da senior", ma nel peggiore dei casi, lo stress alla base di queste forme lievi di declino cognitivo può portare al morbo di Alzheimer. "Sappiamo che lo stress danneggia il cervello", afferma Maria Carrillo, direttrice delle relazioni mediche e scientifiche dell'Associazione Alzheimer. "Insieme all'invecchiamento della popolazione e ai fattori di rischio legati allo stile di vita, è un fattore importante nell'incombente epidemia che stiamo affrontando ". Cita uno studio pubblicato quest'anno dall'associazione, che stima che qualcuno sviluppi l'Alzheimer in questo paese ogni 71 secondi. progetti di studio che fino a 10 milioni di baby boomer saranno diagnosticati con la malattia nei prossimi anni. "È scioccante", dice Dharma Singh Khalsa, MD, l'autore di Brain Longevity e il presidente e direttore medico della ricerca e prevenzione dell'Alzheimer Fondazione. "Circa 15 anni fa, c'erano 4 milioni di persone con Alzheimer; oggi quel numero è di 5,2 milioni e lo vedremo salire alle stelle. Penso che lo stress e lo stile di vita siano le cause principali. In questo momento in America ci viene detto di avere paura, avere molta paura.C'è così tanto stress e pressione nella nostra società, sta creando un'epidemia di perdita di memoria. "Sei a rischio? Se è così, non preoccuparti. Ci sono anche buone notizie: gli scienziati hanno fatto molta strada per capire cosa funziona per migliorare funzione cerebrale E alcuni di loro dicono che lo yoga, con la sua combinazione unica di esercizio, meditazione, rilassamento e concentrazione, potrebbe essere un ottimo antidoto a ciò che pesa sulla tua mente.

Modella la tua mente

"Quando frequentavo la facoltà di medicina 20 anni fa, ci è stato insegnato che una volta superati determinati periodi critici durante l'infanzia, l'architettura del cervello è fissa", afferma Timothy McCall, MD, redattore medico di Yoga Journal e autore di Yoga as Medicine. "Ora, grazie alle avanzate tecniche di neuroimaging come scansioni PET, EEG avanzati e MRI funzionali, sappiamo che il cervello si ricablaggio costantemente in base all'esperienza. I neuroscienziati amano dire:" Neuroni che sparano insieme, si collegano insieme ". Quando pensi e fai certe cose ripetutamente, crei percorsi neurali che diventano sempre più profondi nel tempo: è proprio in linea con l'idea yogica del samskara. "Come pensi, così sei - questo principio fondamentale dello yoga è ora l'idea di base della plasticità, un campo emergente nelle neuroscienze." Molte persone pensano ancora al cervello come una macchina che si logora nel tempo - gli ingranaggi iniziano a scivolano e le cinture si allentano ", dice il guru della neuroplasticità Michael Merzenich, professore presso il Keck Center for Integrative Neuroscience presso l'Università della California a San Francisco." Ma c'è un modo completamente diverso di vederlo. È una macchina che si rimodella costantemente in base a come la usi. Quando iniziamo a perdere le nostre capacità cognitive, non è tanto un problema delle condizioni fisiche del cervello, ma il risultato di come è stato utilizzato. "Il cambiamento è possibile, in altre parole, infatti, la neuroplasticità ritiene che sia inevitabile.Attraverso l'azione o l'inazione, il nostro cervello cambia continuamente. Questa notizia ha portato ad un aumento della popolarità di giochi ed esercizi che "allenano" il cervello per farlo funzionare meglio. Brain Age, chiunque? Mantenere la mente attiva favorisce un sano invecchiamento, osserva Carrillo, così come una dieta sana. Ma l'esercizio fisico può ancora giocare un ruolo più importante. Una serie di studi recenti pubblicati su riviste comeScience e il Journal of Neuroscience hanno dimostrato che l'esercizio fisico può stimolare la generazione di nuove cellule cerebrali e che le cellule possono migrare da un'area all'altra del cervello. "Questa è la prova che puoi andare oltre il modellare e plasmare la mente: puoi letteralmente creare un nuovo cervello", conclude Khalsa. "È oltre la neuroplasticità. È la neurogenesi." Ma c'è un intoppo. Questi stessi studi dimostrano che le nuove cellule cerebrali non restano a lungo se siamo stressati. Per crearli e mantenerli, dice Khalsa, devi muovere il tuo corpo, coinvolgere la tua mente e gestire lo stress. Ed è qui che entra in gioco lo yoga.

Prescrizione cerebrale

Khalsa è un'insegnante e sostenitrice del Kundalini Yoga, una forma attiva di pratica che collega il movimento e il respiro. Gli piace che il Kundalini Yoga possa essere abbastanza vigoroso da promuovere la neurogenesi. Gli piacciono gli stati meditativi creati dagli esercizi. Soprattutto, gli piace un esercizio chiamato kirtan kriya , una semplice meditazione che combina gli elementi yogici della meditazione, mudra, kirtan(o canto) e mantra. Khalsa crede che il kirtan kriya possa aiutarti ad aumentare e proteggere le tue capacità intellettuali, che tu sia un praticante di Kundalini Yoga o meno. La pratica è studiata presso il Center for Spirituality and the Mind dell'Università della Pennsylvania, sotto la supervisione di Andrew Newberg, il neuroscienziato famoso per i suoi studi rivelatori sui meditatori buddisti tibetani. Sebbene i risultati finali siano ancora inediti, i risultati preliminari - che sono stati presentati due volte alle riunioni dell'Associazione Alzheimer - sembrano promettenti. "Abbiamo preso persone con perdita di memoria e abbiamo prescritto 12 minuti di kirtan kriya ogni giorno", dice Khalsa. "Dopo otto settimane, puoi vedere dalle nostre scansioni che dopo la meditazione, il flusso sanguigno al lobo frontale, l'area responsabile dell'attenzione, della concentrazione e della focalizzazione è migliorata."Newberg è anche coinvolto in uno studio che esplora il modo in cui l'Iyengar Yoga cambia il cervello. È riluttante a fare qualsiasi dichiarazione forte sulle sue scoperte in entrambi gli studi. (" Abbiamo ancora sei mesi di lavoro in più da fare ", dice.) Ma luisi dice che i cambiamenti positivi sono avvenuti in ciascuno dei gruppi. "Sappiamo che l'esercizio, la postura, la respirazione concentrata e la meditazione fanno bene al cervello", dice. "Per questo motivo, lo yoga dovrebbe andare lontano nel creare cambiamenti cerebrali positivi. Ma non sappiamo esattamente come o perché funzioni. Nel kirtan kriya, ad esempio, non sappiamo se la respirazione, la visualizzazione, la ripetizione di il mantra, o i movimenti delle dita sono responsabili. Sappiamo solo che sta migliorando la cognizione ".

Yogi saggi

La scoperta della neuroplasticità e della neurogenesi potrebbe essere stata una grande notizia per la medicina occidentale, ma non per gli yogi. "C'è un libro, Allena la tua mente, cambia il tuo cervello; quell'idea si sposa davvero con l'ideale yogico", dice Gary Kraftsow, direttore dell'American Viniyoga Institute e autore di Yoga for Wellness. "Lo yoga utilizza insieme respiro, corpo, mente e suono per effettuare il cambiamento. Utilizza tutte le dimensioni di ciò che siamo", dice. "Quando si integra il respiro e il movimento e altri esercizi, come il canto, la mente diventa più concentrata e chiara, le emozioni diventano più equilibrate e il funzionamento neuromuscolare è migliorato." Alarik Arenander è il direttore del Brain Research Institute presso la Maharishi University of Management a Fairfield, Iowa, e un forte sostenitore della Meditazione Trascendentale.A suo avviso, lo yoga può persino cambiare il nostro destino genetico. "Fatto correttamente, lo yoga è un'esperienza di unione", spiega. "L'Alzheimer non è altro che un disturbo di disconnessione progressiva. Lo yoga e la meditazione creano coerenza e connessione. Quando facciamo yoga, l'esperienza filtra e tocca il nostro stesso DNA. Pochissimi di noi hanno uno o due geni associati all'insorgenza precoce Alzheimer, che è difficile da prevenire. Per la maggior parte di noi, la predisposizione genetica all'Alzheimer non ha importanza poiché puoi cambiare il modo in cui i tuoi geni vengono espressi ". Secondo Joan Shivarpita Harrigan, direttrice del Patanjali Kundalini Yoga Care, a Knoxville, Tennessee, lo Yoga Sutra è un manuale su come farlo. "Gli yogi hanno detto per secoli che la pratica spirituale cambia il cervello,e hanno un metodo molto sistematico per farlo ", dice Harrigan." Se pratichi regolarmente, puoi cambiare i modelli del sistema nervoso autonomo nel tempo. Puoi cambiare la fisiologia, gli ormoni e i neurotrasmettitori nel cervello e creare una base per maggiore tranquillità e chiarezza. La mente diventerà più forte, in modo da non essere più suscettibili alle distrazioni e alle influenze di negatività e confusione che sono tutt'intorno a noi. "Come dice lo Yoga Sutra nel suo secondo verso,in modo da non essere così suscettibili alle distrazioni e alle influenze di negatività e confusione che sono tutt'intorno a noi. "Come dice lo Yoga Sutra nel suo secondo verso,in modo da non essere così suscettibili alle distrazioni e alle influenze di negatività e confusione che sono tutt'intorno a noi. "Come dice lo Yoga Sutra nel suo secondo verso,Yogah cittavritti nirodhah . Vale a dire, lo yoga è la cessazione delle fluttuazioni della mente. Una mente calma è una mente concentrata, capace di funzionare in modo ottimale ora e per molti anni a venire.

Hillari Dowdle, un ex editore di Yoga Journal , scrive a Knoxville, nel Tennessee.

Raccomandato

Posa della sfida: cavalletta
5 modi per fai da te il tuo santuario yoga a casa
Come 31 giorni di meditazione in movimento hanno aiutato uno yogi a rallentare