Ayurveda e Yoga Therapy

Secondo l'Ayurveda, il sistema medico tradizionale indiano, ognuno di noi ha una costituzione innata, o prakriti , che plasma i nostri corpi, le nostre menti e le nostre predilezioni. La maggior parte degli insegnanti di yoga conosce almeno un po 'di Ayurveda e ha qualche nozione dei tipi costituzionali di base (dosha) di kapha, pitta e vata . Secondo il praticante ayurvedico Swami Shivananda, la parola sanscrita "dosha" significa letteralmente "ciò che diventa squilibrato". Ciò riflette la convinzione ayurvedica che persone di costituzione diversa, lasciate a se stesse, spesso prendono decisioni sullo stile di vita - e scelgono pratiche yoga - che tendono a metterle ulteriormente fuori equilibrio. L'Ayurveda sostiene anche che le persone di costituzione diversa sono inclini a malattie che riflettono i modi in cui i dosha diventano squilibrati.

La stalla Kapha

Nel pensiero ayurvedico, il kapha è associato agli elementi terra e acqua. Pensa pesante e stabile. I kapha tendono ad essere forti, con un'enorme resistenza, ma tendono anche alla pigrizia. I kapha hanno maggiori probabilità di essere sedentari rispetto alle persone di altre costituzioni. I kapha sono inclini alla depressione, alle condizioni che formano muco come la bronchite e le infezioni del seno e al diabete di tipo 2 (il tipo associato al sovrappeso). Se si prendono cura di se stessi, però, l'Ayurveda dice che è anche probabile che vivano più a lungo rispetto alle persone di altre costituzioni.

Se kaphasfare yoga, è probabile che scelgano stili gentili o lezioni riparatrici, cose che si sentono bene ma non sfidano troppo. Chiunque può trarre beneficio dallo yoga rilassante, ovviamente, ma per ottenere tutti i benefici della pratica, i kapha di solito devono essere incoraggiati a lavorare di più e fare di più. L'inerzia, cioè la tendenza a rimanere fermi se non ti muovi e a restare in movimento se ti stai già muovendo, è il principio operativo di questo dosha. Sandra Summerfield Kozak, coautrice con David Frawley di Yoga for Your Type: An Ayurvedic Approach to Your Asana Practice, ha scoperto che 15 minuti di attività intensa all'inizio delle sessioni di pratica sono spesso sufficienti per far uscire gli studenti dal cosiddetto "kaphic crollo. " Dopodiché, potrebbero essere pieni di energia e pronti a dare il massimo. Allo stesso modo,se riesci a motivare gli studenti kaphic a svolgere regolarmente una pratica stimolante, potrebbero essere in grado di mantenerla e questo può fare un'enorme differenza nel loro umore e nella salute generale.

La Passione della Pitta

I Pitta sono tipicamente appassionati e molto intelligenti, ma sono anche inclini alla rabbia e all'aggressività. Pensa alle personalità di tipo A. Le persone di questa costituzione - in cui, secondo l'insegnamento ayurvedico, domina l'elemento fuoco - hanno maggiori probabilità di sviluppare condizioni infiammatorie come lupus, eruzioni cutanee e malattie cardiache. Molti attacchi di cuore, ad esempio, si verificano all'indomani di uno scoppio di rabbia o di altre emozioni forti.

Se le Pitta praticano yoga, sono spesso attratte da pratiche impegnative, come lezioni vigorose di Vinyasa, o stili orientati al concetto, come l'Iyengar Yoga, e possono diventare competitivi riguardo al loro yoga. Anche se il rilassamento è ciò di cui hanno bisogno più di ogni altra cosa, spesso resistono perché pensano che non sia un buon uso del loro tempo (infatti, l'urgenza del tempo è uno dei tratti distintivi della personalità di tipo A). Una delle sfide nel lavorare con persone di questa costituzione è convincerle a fare marcia indietro, provare meno duramente nelle pose, essere meno orientate ai risultati quando fanno yoga e creare rilassamento nelle loro routine. Spesso traggono vantaggio solo dagli stili di yoga e dalle pratiche verso cui gravitano molti Kapha .

Vata in Motion

I Vata tendono ad essere creativi e ad alta energia, in costante movimento, ma facilmente distratti. Secondo l'insegnamento ayurvedico, nel vata dosha dominano gli elementi dell'aria e dello spazio. I Vata hanno maggiori probabilità di sviluppare condizioni come ansia, artrite e malattie del sistema nervoso. La stitichezza e l'insonnia sono disturbi comuni.

I Vata tendono a scegliere classi attive e orientate al movimento. È meno probabile che siano felici nelle classi in cui il flusso viene interrotto troppo a lungo per discutere di filosofia o spiegare le sottigliezze dell'allineamento anatomico. A causa delle loro menti inquiete, alcuni vata possono avere difficoltà con pratiche più lente e meditative. All'inizio di una sessione di pratica, le vasche possono trarre vantaggio da pose fluide, come più saluti al sole, per bruciare un po 'di vapore. Successivamente, le pratiche di messa a terra, come le posizioni in piedi tenute per un minuto o più (a seconda del livello dello studente), possono aiutare a ridurre il vata. Alcuni vata sono attratti da pratiche vigorose di pranayama come il bhastrika, il kapalabhati e la respirazione a rapporto di fantasia con ritenzione del respiro lungo. Tuttavia, a meno che non si siano prima ben radicati, queste pratiche possono metterli ancora di più fuori equilibrio.

Andando più in profondità

In realtà, la comprensione ayurvedica delle costituzioni è molto più sottile di quella che ho descritto sopra. Ogni persona ha elementi di tutti e tre i dosha, quindi ridurre uno studente a un unico tipo sarà sempre una semplificazione eccessiva. Inoltre, sono comuni prakriti come vata-pitta , in cui due dosha sono bilanciati in modo abbastanza uniforme; e alcune persone sono tridosiche, nel senso che hanno un equilibrio più o meno uniforme di tutti e tre. Le persone possono anche manifestare squilibri temporanei ( vikruti ) che non riflettono la loro prakriti sottostante . Ad esempio, le persone di qualsiasi costituzione che subiscono il movimento, l'interruzione e la stimolazione del viaggio possono trovare il loro vatauscendo di whack. Questo, secondo l'Ayurveda, è il motivo per cui l'insonnia e la stitichezza sono così comuni quando si è in viaggio e perché i viaggiatori possono trarre beneficio da routine di pacificazione vata.

L'Ayurveda è un pozzo molto profondo e credo che gli insegnanti di yoga e i terapisti dovrebbero rendere questo campo parte del loro studio in corso. Oltre alla prospettiva che fornisce sullo yoga e sulla terapia yoga, l'Ayurveda come forma di medicina complementare si basa su una vasta gamma di strumenti tra cui erbe, una varietà di massaggi e pratiche di lavoro sul corpo, il rituale di disintossicazione di più giorni noto come panchakarma e persino la chirurgia, sebbene i professionisti ayurvedici tendano a iniziare con semplici interventi dietetici e sullo stile di vita. Imparare di più sull'Ayurveda può aiutarti a praticare meglio la terapia yoga e potresti scoprire nel processo che impari anche di più su te stesso.

Raccomandato

Apri il tuo cuore: una playlist di yoga di 60 minuti per l'Anahata Chakra
Risveglia la tua pratica yoga con la consapevolezza del respiro
Sandali da meditazione delle migliori donne