Senti le sensazioni: una pratica di respirazione consapevole per emozioni dure

Una volta che sai come respirare consapevolmente, puoi usare la pratica per aiutarti nei momenti difficili. Non si tratta di negare i sentimenti o cambiarli; è accettarli esattamente come sono, aprendo la consapevolezza alla qualità calmante del nostro respiro.

Come molte persone, avevo sentito parlare di consapevolezza. Sapevo che significava prestare attenzione, aprire la nostra consapevolezza a ciò che sta accadendo nel momento presente e accettarlo senza giudicarlo o cercare di controllarlo.

Sapevo anche che praticare la consapevolezza ha dimostrato di avere molti benefici: più pace, energia, fiducia in se stessi, meno stress, sollievo dalla depressione e dall'ansia, meno dolori e dolori, e volevo provare alcuni di questi per me stesso. Tuttavia, per quanto ci provassi, ho lottato con la pratica. L'ho trovato triste, noioso e noioso - tutto quel 'notare-cosa-fai-mentre-ti-pulisci-i-denti' - non riuscivo proprio a farci i conti. So che gli esperti dicono che se eseguita correttamente la consapevolezza non è mai noiosa, ma lo era per me. Ho continuato a provare, ma non riuscivo a sostenerlo.

Afferrare la consapevolezza

Poi, quando stavo per arrendermi del tutto, ho incontrato un monaco - un'esperienza che ho descritto nel mio libro, I Met A Monk - e mi ha tranquillamente suggerito che è utile collegare la pratica della consapevolezza alla respirazione. Questo ha davvero aiutato. In effetti mi ha aiutato così tanto che ho deciso di fare qualche ricerca sulla consapevolezza. Quello che ho scoperto mi ha quasi lasciato senza fiato, se posso dirlo. Certamente ha cambiato la mia vita.

Ho scoperto che, nella sua forma originale, la consapevolezza era in realtà basata sul nostro respiro; il respiro era una parte intrinseca di esso. La consapevolezza e la respirazione vanno insieme, e quando pratichi la consapevolezza con il respiro, quella che avrebbe potuto essere una pratica noiosa, noiosa e meccanica improvvisamente prende vita. È come mettere benzina nel serbatoio o il vento sotto le vele: la consapevolezza diventa un'esperienza davvero piacevole che sembra scorrere.

Praticare la consapevolezza usando il respiro come punto di partenza e punto focale, non solo apre la tua consapevolezza al momento presente, che è tutto ciò che riguarda la consapevolezza, ma può anche metterti naturalmente in contatto con più pace, gioia, forza e, oso dirlo, saggezza, che potresti non aver mai saputo di avere. Se lo desideri, e una volta iniziato, probabilmente lo farai, può portare naturalmente a una pratica di meditazione, con tutti i molti benefici per la salute e il benessere che è stato dimostrato che ciò porti. Sta davvero cambiando la vita. Una volta che sai come respirare consapevolmente, puoi farlo ovunque, in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo; è come premere un interruttore istantaneo di "pace interiore". E di certo non è noioso!

Vedi anche  "Central Park Jogger" Trisha Meili su Come lo yoga e la consapevolezza l'hanno aiutata a guarire

Alla scoperta della respirazione consapevole

Allora, cos'è la respirazione consapevole? Essere consapevoli del proprio respiro significa semplicemente osservare e aprire la propria consapevolezza al proprio respiro: al proprio inspirare ed espirare, senza controllarlo o giudicarlo in alcun modo: lasciarlo essere. Ecco, è così facile!

Una volta che avrai imparato a respirare consapevolmente, scoprirai che diventa naturale per te ed è disponibile in qualsiasi momento. Combinare semplicemente il tuo respiro con qualunque cosa tu stia facendo ti aiuterà a passare a uno stato d'essere consapevole. La pratica diventerà parte di te e della tua vita quotidiana.

Tuttavia, quando impari la consapevolezza a respirare, è meglio farlo comodamente seduto in un luogo tranquillo con gli occhi chiusi. In questo modo puoi concentrarti sulla respirazione senza distrazioni. Non ci vorrà molto per ottenere la sensazione - stiamo letteralmente parlando 1-2 minuti di pratica 2-3 volte al giorno - e presto la consapevolezza della respirazione diventa una seconda natura come nuotare o andare in bicicletta.

Allora scoprirai che puoi fare un respiro consapevole ovunque, in qualsiasi momento, senza chiudere gli occhi. È come se semplicemente 'clicchi' nella 'modalità consapevolezza e poi puoi espandere la tua consapevolezza a tutto ciò che desideri. È un processo meraviglioso.

Una pratica di respirazione consapevole per emozioni difficili

Quando stai attraversando un momento triste o preoccupante, è naturale pensare alle ore, ai giorni e persino agli anni che ti aspettano e chiedersi: "Come posso andare avanti così?" Mi sono sorpreso a pensarlo l'altro giorno, e poi improvvisamente mi sono ricordato: quando siamo "nell'adesso", c'è solo questo momento, questo respiro; tutto quello che dobbiamo fare è essere consapevoli di questo respiro. Senti la pace e il conforto di questo e poi fai un altro respiro. La pace, e anche la gioia, è solo a un soffio.

Concludiamo ora con l'esercizio di respirazione del Buddha in cui usiamo il respiro per calmarci e guarirci. Non stiamo negando i nostri sentimenti, non stiamo cercando di cambiarli; li stiamo accettando esattamente come sono, mentre apriamo la nostra consapevolezza alla qualità calmante del nostro respiro, come mettere le braccia intorno a una persona amata in difficoltà.

Provalo

Quindi chiudi gli occhi, fai un respiro di consapevolezza, senti l'aria entrare dalle narici, nel corpo e fuori dal naso.

Inspirate, dite: "Inspirando, calma le sensazioni che sto provando ora". Espira, dì: "Espirando, calma le sensazioni che sto provando ora".

Consenti a te stesso di provare i sentimenti; lasciali essere lì. Apri la tua consapevolezza al respiro che entra e al respiro che esce; concentrati solo su questo: inspira, espira ...

Lascia che il respiro faccia il suo corso, non controllarlo in alcun modo; notalo.

Lascia che la tua inspirazione e la tua espirazione riempiano la tua mente ... questo è essere consapevoli del tuo respiro ... Continua a notare la tua inspirazione, la tua espirazione ... senti il ​​respiro rasserenarti ... confortarti ... nutrirti. Senti la pace che questo porta.

Ora abbandona la questione che ti riguarda a questa pace interiore, alla tua consapevolezza: lascia andare il problema.

Continua a respirare, notando la tua inspirazione e la tua espirazione ...

Quando la preoccupazione o la sensazione torna nella tua mente e ti turba, ripeti il ​​processo, notando e sentendo la tua inspirazione e la tua espirazione ... lasciando che il tuo respiro riempia la tua mente.

Continua a ripetere delicatamente questo processo ogni volta che la preoccupazione o la sensazione ritorna, finché alla fine non svanisce. Questo è il potere curativo della consapevolezza.

Quando hai un problema, sii consapevole, quindi affida il problema al tuo sé di consapevolezza; scoprirai che le cose funzioneranno. Potresti incontrare inaspettatamente qualcuno, vedere qualcosa, ottenere un'ispirazione; una nuova direzione potrebbe venire da te all'improvviso. Fidati del tuo processo, fidati del potere curativo della consapevolezza.

Vedi anche  5 pratiche di consapevolezza per ricablare il cervello e migliorare la salute

Adattato da Every Breath You Take © Rose Elliot 2016, pubblicato da Watkins, Londra, Libro in brossura £ 7,99

Raccomandato

Sfida delle 7 leggi spirituali dello yoga di Deepak Chopra: giorno 1
Muore il co-fondatore del Chopra Center
6 apri anca profondi da provare al posto della posa del piccione