Quanto spesso dovresti praticare lo yoga?

Il mese nazionale dello yoga inizia domani! Stai cercando di portare la tua pratica al livello successivo? Eddie Modestini, uno studente di lunga data di K. Pattabhi Jois e BKS Iyengar, che guiderà l'imminente corso online di Yoga Journal, Vinyasa 101: The Fundamentals of Flow, rivela quanto spesso gli yogi "seri" stendono le loro stuoie. (Iscriviti ora per essere il primo a sapere quando verrà lanciata questa guida essenziale al vinyasa yoga.)

Se uno studente vuole diventare uno yogi serio, la prima domanda che faccio è: "Hai un insegnante di yoga?" Non credo che possiamo avere una pratica "seria" se saltiamo da un insegnante all'altro senza una direzione coerente. Abbiamo tutti bisogno di un insegnante che conosca le nostre circostanze, personalità e difetti individuali e che voglia guidarci lungo un percorso che ci aiuterà a tracciare le nostre tracce ed evolverci come individui.

Cosa ci vuole per diventare uno "yogi serio"?

Ora arriva la domanda successiva: se vogliamo diventare "seri" riguardo allo yoga, quanto spesso dovremmo praticare? Prima di avere figli, mia moglie Nicki Doane e io a volte facevamo pratica per sei ore al giorno (mi rendo conto che questo è piuttosto estremo). Da quando ho figli, siamo fortunati ad avere due ore al giorno, ma sperimentare così lunghe ore di pratica negli anni iniziali ha aperto il mio corpo in modo così profondo che ora posso praticare per una durata più breve e ottenere gli stessi risultati.

Qualunque cosa uno studente sia interessato sotto l'ombrello dello yoga (pranayama, asana, canto, kriya, meditazione), incoraggerei lo studente a praticare quotidianamente, o almeno su base regolare. Nel suo libro Valori anomali , Malcolm Gladwell cita una teoria secondo la quale ci vogliono 10.000 ore di pratica per diventare un esperto in qualsiasi cosa. Anche se uno studente pratica lo yoga per 12 ore a settimana, ogni settimana, ciò significa solo 624 ore all'anno, il che significa che ci vorrebbero più di 16 anni per diventare un esperto di yoga (secondo questa teoria). Personalmente pratico da oltre 32 anni e il più delle volte mi sento ancora un principiante!

Definisci i tuoi obiettivi personali

Sia che tu stia cercando di padroneggiare pose più avanzate o che tu stia appena iniziando nella tua pratica, il mio miglior consiglio sarebbe: fai tutto lo yoga di cui hai bisogno per riempire il tuo cuore. Ognuno ha un requisito diverso. Conosco persone che sono molto contente di praticare yoga per 3 minuti al giorno. Non funzionerebbe davvero per me, ma non li castigo per questo.

Alcune persone nascono yogi, altre impiegano un'intera vita per arrivarci. Possono volerci anni per padroneggiare anche una singola posa. Quando proviamo a mettere il corpo in posizioni per cui non è pronto, ci prepariamo per un infortunio. Non è che non possiamo lavorare verso pose che sono impegnative ... Ma è sempre un viaggio: iniziamo una posa, ci lavoriamo per diversi anni e alla fine la mettiamo in gioco. Puoi essere un maestro yogi e mai padroneggiare una posa, oppure puoi padroneggiare diverse pose e non essere mai un maestro yogi. Per me, un maestro di yoga ha raggiunto l'equanimità nella vita. I guru più profondi ti diranno che stanno ancora lottando e se non lo fanno, fai attenzione. Sono quelli che dicono di aver raggiunto l'illuminazione di cui diffido.

Eddie Modestini è il co-direttore e co-proprietario di Maya Yoga Studio a Maui.  Vuoi imparare altri modi per far progredire e proteggere la tua pratica dagli infortuni? Iscriviti al prossimo corso Vinyasa 101 di Modestini, che coprirà l'anatomia della colonna vertebrale, come adattare le asana per vari tipi di corpo e molto altro ancora.

Raccomandato

10 cose che solo Pitta capiranno
Triphala: tonico per la pancia dell'Ayurveda
Talking Shop con David Swenson