Live Be Yoga: abbiamo provato lo yoga con i cavalli e questo ha notevolmente ampliato la nostra consapevolezza

Gli ambasciatori di Live Be Yoga Jeremy Falk e Aris Seaberg sono in viaggio attraverso il paese per condividere conversazioni reali con insegnanti esperti, esplorare lezioni innovative e molto altro ancora, il tutto per chiarire cosa c'è in serbo per il futuro dello yoga. Segui il tour e ricevi le ultime storie su @livebeyoga su Instagram e Facebook.

Mentre ci dirigevamo verso Solaris Stable & Yoga Studio a Hume, Virginia, il terreno ha cominciato a fiorire di vita. Stavamo per sperimentare una forma di yoga che nessuno di noi aveva provato prima: lo yoga con i cavalli. Onestamente, eravamo entrambi curiosi di sapere come avrebbe funzionato e se fosse in linea con le pratiche umane, poiché io e Jeremy sosteniamo entrambi standard elevati per la pratica dell'ahimsa (non nuocere).

Siamo stati accolti calorosamente da Angela Nuñez, proprietaria e creatrice, e Johnathan Bailey, che l'aiuta a gestire i bellissimi programmi di spazio e benessere. Ci hanno fatto fare un tour delle scuderie, uno studio di yoga che si affaccia sulle dolci colline della Virginia e un'arena all'aperto per l'addestramento dei cavalli e i programmi di yoga.

Angela ha progettato un approccio allo yoga che chiama Equine Facilitated Learning (EFL), che si concentra sulla comprensione e la gestione dell'energia a beneficio della tua esperienza con i cavalli e, soprattutto, della tua vita. Ha iniziato istruendoci sulla consapevolezza acuta dei cavalli per i suoni, le vibrazioni e l'energia - il tutto senza essere stressati - e come è qualcosa che possiamo imparare da loro. Poi ci ha guidato attraverso una meditazione centrata portando consapevolezza alle nostre orecchie, proprio come fanno i cavalli, per ascoltare tutti i suoni intorno a noi.

Successivamente ci ha guidato attraverso una pratica per sintonizzarci con la nostra energia strofinando le mani insieme e tendendole, i palmi uno di fronte all'altro, davanti al nostro petto. Chiudemmo gli occhi e avvicinammo lentamente le nostre mani finché non percepimmo fisicamente la nostra energia. Ho anche potuto provare questo con Angela. Era a circa 3 piedi di fronte a me con il palmo rivolto verso di me, e l'ho specchiata con la mia mano. Chiudemmo gli occhi e andammo avanti finché entrambi non ci sentimmo a vicenda, cosa che facemmo più o meno nello stesso momento, a circa un piede di distanza. È stato un esempio tangibile di come gli altri possano sentire la nostra stessa energia. "È così che cambiamo il mondo, prima cambiando noi stessi", ha detto Angela.

Ha dimostrato come possiamo usare il lavoro energetico per interagire con i cavalli. In piedi al centro del recinto, a circa otto piedi dal suo cavallo Snowy, ha diretto la sua attenzione ed energia verso il suo backend (si crede che i cavalli facciano lo stesso nelle mandrie). Con affetto, ma con sicurezza, gli ha inviato una richiesta, senza parole e con pochissimi movimenti, di camminare intorno ai bordi della penna ... e in pochi secondi lo stava facendo! Come yogi, parliamo di energia, di come può muoversi, diventare stagnante o avere un impatto sugli altri. Ma vedere il cavallo rispondere così chiaramente a lei, senza alcuna comunicazione verbale, è stato strabiliante.

Molto eccitati a questo punto, entrambi siamo stati in grado di provare a comunicare in modo non verbale con i cavalli. Dato che eravamo nuovi alla pratica e ai cavalli, a Jeremy e a me ci è voluto un momento in più per far rispondere i cavalli, ma comunque lo hanno fatto! Che esperienza! È stato potenziante e illuminante. Ci ha insegnato a portare questa comprensione con noi mentre passavamo alla parte asana della classe.

Mentre montavamo i cavalli, abbiamo mantenuto la nostra energia calma ma fiduciosa. Era chiaro che la fiducia è della massima importanza quando si interagisce con i cavalli poiché bramano leadership e fiducia. Da lì Angela ci ha guidato attraverso un diverso tipo di pratica degli asana, dato che, ovviamente, eravamo a cavallo! Abbiamo iniziato lentamente, collegando il nostro respiro e i movimenti delle braccia e sempre consapevoli della nostra energia e di quella dei cavalli. Dato che i cavalli sembravano divertirsi, siamo passati a pose più impegnative, tra cui Pigeon, Reverse Tableop, Camel, Tadasana full-standing e persino Side Crow!

Per quanto questa sia stata un'esperienza unica e divertente per noi, Angela ci ha informato che lo yoga a cavallo ha benefici anche per i cavalli. Proprio come noi, mantengono la tensione nei muscoli o si fanno male. Il modo in cui ci ha indirizzato a passare alle pose ha dato loro un massaggio e si è assicurato che non avessimo ferito le loro spine o altre aree sensibili. Ha anche spiegato come capire se i cavalli erano rilassati o stressati, quindi abbiamo rispettato il loro corpo e la loro energia.

Abbiamo concluso la nostra pratica con Savasana sui cavalli. Non ho mai avuto un'esperienza Savasana così. Ero così a mio agio, sentivo il mio respiro e il cavallo muoversi all'unisono; Mi sentivo senza peso, come se stessi fluttuando pacificamente lungo un fiume. Era così facile cadere nella quiete. Volevo essere lì per sempre.

Sebbene questo sia un approccio non tradizionale allo yoga, è chiaro che l'insegnamento di Angela è radicato nelle tradizioni yogiche e il suo cuore è radicato nei suoi studenti, nei cavalli e nel nostro mondo. “Il mio obiettivo principale è aiutare le persone a tornare in contatto con la natura e rendersi conto che tutti ne facciamo parte. Penso che i cavalli suscitino qualcosa di primordiale dentro di noi, e lo yoga aiuta a calmare le nostre menti in modo che siamo in grado di sentire quel luogo profondo dentro che è collegato a tutto ciò che è ", ha detto. “Quando dimentichiamo di essere connessi, è più facile causare danni alla terra. Spero di aiutare le persone a tornare in contatto con la nostra connessione con la natura in modo che possiamo lavorare tutti per preservare questa terra ".

Grazie, Angela e Jonathan, per un'esperienza illuminante e gioiosa!

Raccomandato

10 cose che solo Pitta capiranno
Triphala: tonico per la pancia dell'Ayurveda
Talking Shop con David Swenson