Yoga per il diabete: 12 pose e una meditazione per mitigare lo stress

Riposare è difficileper me . Preferirei essere in movimento, superare gli ostacoli o realizzare la mia visione di vita. Tuttavia, è difficile raggiungere obiettivi creativi senza riposo, introspezione e relax. Lo stesso vale per la cura del diabete. Se hai il diabete, come me, sei costantemente connesso al tuo monitor glicemico continuo, al gestore personale del diabete o al microinfusore per insulina. Le persone con questa condizione vengono collegate a un monitor per sopravvivere e le letture della glicemia si confondono con ciò che pensiamo di essere e perdiamo il nostro senso di sé. Ogni freccia sullo schermo, ogni deviazione verso l'alto o verso il basso lascia un residuo di sottile emozione negativa nel paesaggio del corpo e della mente, rendendo impossibile rilassarsi, perché ogni passo falso può avere conseguenze potenzialmente mortali.

Qualsiasi persona che affronti i progressi tecnologici moderni soffre molto di una simile rotazione mentale; il diabete è solo il microcosmo del macrocosmo. La malattia accentua semplicemente le distrazioni dannose che le persone affrontano senza diabete. Le fluttuazioni mentali sono influenzate da fattori esterni e interni. Ad esempio, una lettura della glicemia di 400 mg / dL (molto alta!) Può essere un catalizzatore di pensieri che possono sfuggire al controllo a causa di esperienze negative passate: qualsiasi numero al di fuori dell'intervallo normale può farti ricordare l'ultima volta che il tuo il glucosio era troppo alto e come ti sei sentito male. Ancora più sottile del pensiero è l'impressione lasciata dall'evento. Potresti portare un senso di colpa giudicante, stufare nel passato, preoccuparti di ciò che avresti dovuto fare, preoccuparti degli effetti a lungo termine o qualunque sia la storia. Quando la mente giraspesso reagiamo invece di rispondere. A livello fisiologico, il sistema nervoso è in overdrive. Un elevato stato di eccitazione (stare in guardia) invia allarmi interni in modalità iper. Il nostro cervello dice al nostro corpo che c'è un'emergenza, pompando ormoni dello stress come cortisolo, adrenalina e glicogeno nel flusso sanguigno. L'effetto non intenzionale è la resistenza all'insulina (con conseguente aumento della glicemia), che rende il diabete molto più difficile da gestire. Il risultato cumulativo di questo circolo vizioso è angoscia, ansia e depressione.L'effetto non intenzionale è la resistenza all'insulina (con conseguente aumento della glicemia), che rende il diabete molto più difficile da gestire. Il risultato cumulativo di questo circolo vizioso è angoscia, ansia e depressione.L'effetto non intenzionale è la resistenza all'insulina (con conseguente aumento della glicemia), che rende il diabete molto più difficile da gestire. Il risultato cumulativo di questo circolo vizioso è angoscia, ansia e depressione.

Vedi anche Perché più medici occidentali ora prescrivono la terapia yoga

C'è un detto nella comunità del diabete che siamo più grandi della somma degli alti e dei bassi. Ciò significa che sebbene tu possa averediabete, non sei il diabete. Questo può avere senso a livello cognitivo; tuttavia, non può essere completamente compreso e integrato nella tua vita finché non viene realizzato direttamente attraverso la pratica. Il saggio Patanjali scrive del chiacchiericcio mentale negli Yoga Sutra come chitta vritti, fluttuazioni della coscienza. Uno degli obiettivi dello yoga è annullare queste fluttuazioni in modo da poter riposare nella propria essenza di sé, libero da tutte le condizioni. Le pratiche di intervento yoga possono fermare il ciclo di rotazione, calmare la mente e promuovere la tua naturale capacità di rigenerare, guarire ed elaborare emozioni indesiderate. Ho il diabete di tipo 1 e sebbene, come terapista yoga, prescriva diversi esercizi per diversi tipi di diabete, la pratica della terapia yoga nelle pagine seguenti andrà a beneficio di chiunque sia affetto da una malattia cronica.Promuove un eccitante mix di energie, alcune stimolanti e altre pacificanti, per aiutarti a autoregolarti e bilanciare gli alti e i bassi.

Le persone con diabete di tipo 1 non possono produrre insulina, un ormone secreto dal pancreas che trasporta l'energia dal cibo alle cellule del corpo. Devono assumere insulina per evitare complicazioni dovute all'iperglicemia. L'insulina può essere somministrata con una pompa o una penna per iniezione.

Sequenza: mitiga la tua risposta allo stress

13. MEDITAZIONE

1/35

Vedi anche Una meditazione di 5 minuti per liberare l'ansia

Sul nostro autore

L'insegnante e modello Evan Soroka è un terapista yoga che vive con il diabete di tipo I ad Aspen, in Colorado. È la proprietaria di Evan Soroka Yoga Therapy, fondatrice del programma Rise Above Diabetes e collaboratrice di Yoga Journal e Yoga International. Ha ricevuto le sue numerose credenziali da Gary Kraftsow e dall'American Viniyoga Institute. Evan continua a studiare sotto la guida e il tutoraggio di Yogarupa Rod Stryker. Ulteriori informazioni su evansoroka.com

Raccomandato

Sigillo di saluto
I migliori tappetini da cucina anti-fatica
I migliori infusori per tè in acciaio inossidabile