Reiki 101: tutto ciò che devi sapere su questa pratica di guarigione energetica

Hai mai sentito l'energia calmante di un'altra persona? Potrebbe essere caldo, nutriente e incredibilmente curativo. E hai mai sentito quella stessa energia dentro di te, nei momenti di pace o durante la pratica dello yoga, quando puoi sentire la tua forza vitale turbinare dentro di te?

Il Reiki è un po 'così. È una forma di guarigione energetica che risale alla fine del XIX secolo, ma i suoi benefici possono essere facilmente applicati al mondo moderno. Ecco cosa sapere su questa pratica gentile.

Storia

Sebbene ci siano molte forme di guarigione energetica nelle culture di tutto il mondo, la pratica specifica del Reiki è stata sviluppata alla fine del 1800 da un monaco buddista diventato medico giapponese di nome Dr. Mikao Usui. Durante la meditazione per 21 giorni, ha scoperto la capacità di guarire attraverso il tocco gentile o il tocco vicino. Successivamente, uno degli allievi del dottor Usui, il dottor Chujiro Hayashi, continuò e ampliò la pratica, includendo molte delle posizioni delle mani usate oggi. Il Reiki è radicato nella filosofia secondo cui il trasferimento di energia di una persona può stimolare l'energia di guarigione in un'altra. “Si basa sull'idea che un universale energia vitale invisibile scorre attraverso di noi”, dice Andrea Hakanson, un terapeuta licenza massaggio e maestro di Reiki, e autore di Y . “Nello yoga, lo chiamiamo prana ; i giapponesi lo chiamanoki . "

Oggi, l'International Center for Reiki Training stima che più di 4 milioni di persone hanno studiato Reiki e più di 800 ospedali americani lo incorporano come un modo per aiutare i pazienti a gestire il dolore. 

Vedi anche  The Ultimate Guide to Energy Healing

Com'è una sessione di Reiki?

Una tipica sessione di Reiki prevede un'ora di rilassamento meditativo. Tutto quello che devi fare è chiudere gli occhi e arrenderti all'esperienza. Alcuni si addormentano durante le sessioni, e va bene. Il tuo praticante può suonare musica rilassante mentre lavora con la tua energia. Alcuni praticanti mettono le mani sul corpo, mentre altri le tengono appena sopra.

Alcuni praticanti di Reiki possono anche concentrarsi sui tuoi chakra, per assicurarsi che l'energia fluisca. Possono usare un pendolo di cristallo, tenendolo sopra ogni chakra per controllare il movimento. Probabilmente non sentirai nulla durante questa fase del processo.

Una volta che il tuo praticante di Reiki inizia a lavorare, potresti sentire calore dalle sue mani o energia. Potresti anche provare un formicolio o un dolore quando qualcosa si libera. A volte non sentirai proprio niente.

Il Reiki può essere praticato anche a lunga distanza. Queste sessioni possono essere svolte per telefono e il praticante ti invia la guarigione. Il modo in cui ricevi l'energia dipende da te. Spesso il praticante farà delle domande alla fine della sessione e tu potrai quindi verificare le sensazioni che stavi provando. Ad esempio, il tuo praticante potrebbe condividere di aver sentito un blocco attorno al tuo chakra della radice (vicino al bacino) e puoi confermare se hai sentito o meno qualcosa in quella zona.

Benefici del Reiki

Per cominciare, la pratica è incredibilmente rilassante. Secondo il Taussig Cancer Institute della Cleveland Clinic, altri benefici possono includere la riduzione dello stress e dell'ansia, una maggiore energia e un maggiore senso di benessere positivo.

Praticanti più olistici e alternativi pubblicizzano i benefici di schiarimento energetico del Reiki, e si pensa che l'arte possa aiutare a rilasciare emozioni represse ed energia "bloccata", oltre ad aiutare a bilanciare i chakra.

Vedi anche Come bilanciare il prana e lasciare che la tua luce risplenda

La scienza dietro il Reiki

Non ci sono molte ricerche per sostenere i benefici del Reiki. La pratica è a basso (o davvero zero) rischio, quindi non subisce gli stessi rigori di un farmaco che si muove attraverso la FDA. Ci sono, tuttavia, alcuni studi recenti che sembrano illustrare ciò che sperimentano molti fan di Reiki.

Secondo l'UCLA, uno studio nel 2008 ha dimostrato che i trattamenti Reiki hanno ridotto lo stress e l'ansia nei ratti e un'altra analisi sugli esseri umani ha scoperto che Reiki ha aiutato i pazienti ospedalieri a controllare il dolore.

Dove trovare Reiki

Puoi trovare un praticante di Reiki praticamente ovunque, sia in una clinica di massaggi, nel tuo studio di yoga locale o attraverso una semplice ricerca online. Visita la International Association of Reiki Professionals iarp.org per trovare qualcuno nella tua zona.

Ci sono quattro livelli di formazione da completare prima di diventare un Reiki Master. Tuttavia, coloro che sono stati certificati attraverso il Livello 2 sono qualificati per esercitare.

Come diventare un praticante di Reiki

Chiunque può eseguire Reiki ed è facile da imparare. Alcuni praticanti studiano Reiki nella scuola di massaggio, mentre altri seguono corsi specializzati. Le lezioni del primo livello iniziano con l'apprendimento della storia del Reiki, delle posizioni di base delle mani e della natura del sentire l'energia. Gli studenti imparano i simboli durante il secondo livello, compreso quello per la pratica a distanza. Il terzo livello aiuta i nuovi praticanti di Reiki a comprendere e padroneggiare la propria energia, e il quarto livello certifica gli studenti come "Maestri" di Reiki.

Alla fine di ogni lezione, gli studenti ricevono una "sintonizzazione" dal loro insegnante, per aiutare a "sbloccare" e promuovere la propria energia. Durante una "sintonizzazione", gli occhi dello studente sono solitamente chiusi e l'insegnante esegue Reiki su di lei, quasi come un trasferimento di energia da un essere all'altro. Secondo William Rand, fondatore dell'International Center for Reiki Training, potrebbe essere possibile per qualcuno caricare la propria energia Reiki in un modo che le permetta di praticare, ma una sintonizzazione accelera notevolmente il processo. "Crea uno spostamento nel campo energetico della persona che consente loro di iniziare immediatamente a canalizzare Reiki", dice Rand.

Puoi trovare lezioni attraverso una scuola di massaggio, una ricerca online o visitando reiki.org. Molti praticanti di Reiki offrono anche lezioni.

Come curarti con il Reiki

Proprio come con qualsiasi forma di guarigione, dipende davvero da noi in termini di fare il lavoro. Dobbiamo aiutare noi stessi a guarire e permettere che accada. Con Reiki, l'auto-guarigione è molto simile alla meditazione e puoi personalizzare i tuoi metodi in base a ciò che funziona meglio per te.

Ecco un esercizio da provare: inizia a radicarti. Immagina che ci siano radici che si estendono dal tuo sedile e dai piedi fino a terra. Se sei sdraiato, possono provenire dalla schiena. Una volta che ti senti radicato, immagina la guarigione della luce bianca che si riversa nel tuo chakra della corona, nella parte superiore della tua testa. Immagina la luce che riempie il tuo corpo. Puoi colorare la luce di una tonalità calda (come il viola o l'arancione) se lo desideri, per caricarla di energia o mantenerla bianca e luminosa. Inspira questa luce mentre la senti entrare, quindi espira qualsiasi dolore, paura o negatività. Puoi colorare di grigio ciò che espiri. Continua ad inspirare la luce bianca ed espira quella grigia.

Quindi, fai scorrere la luce verso il basso attraverso il tuo corpo, i tuoi chakra o qualsiasi area di te stesso che avverte dolore o tensione. Se provi dolore emotivo, potresti voler inviare la luce al tuo cuore, al petto o all'intestino.

Siedi con te stesso in questo modo per pochi istanti o più a lungo, come faresti con la meditazione.

Vedi anche  Una sequenza di assestamento del sistema nervoso (con Self-Reiki!) Per prepararsi al sonno con Benjamin Sears

Come incorporare il Reiki nello Yoga (per te e i tuoi studenti)

Lo yoga implica la canalizzazione e l'uso dell'energia della forza vitale, o prana , quindi la combinazione delle due modalità ha senso. Alcune pose di "apertura" come il piccione o il cammello servono anche a sbloccare l'energia, per consentirle di liberarsi e fluire.

Ci sono diversi modi per combinare il Reiki con lo yoga e anche nella tua pratica personale in qualsiasi momento. Un modo, ad esempio, se desideri sperimentare il Reiki durante le lezioni, è incorporare l'inalazione di luce ed energia universale nel tuo corpo. Quando esegui pose e trattieni, invia energia negli spazi. Puoi anche incorporare il tuo respiro Ujjayi, inviando l'energia calda a punti specifici durante le tue prese.

Se sei un insegnante, potresti fare in modo che la tua classe esegua Yin o Yoga riparativo ed esegui Reiki sugli studenti mentre mantengono le loro pose. Potresti anche mettere le mani sulle spalle e sui piedi degli studenti durante Savasana, per inviare loro energia e radicarli. Tuttavia, è importante chiedere il permesso a uno studente prima di toccarlo o eseguire qualsiasi lavoro di guarigione. 

Vedi anche  Yoga Journal presenta la tua guida al Reiki: usa questa potente energia curativa per ripristinare il tuo corpo, mente e spirito

Raccomandato

Haitian Heaven Soup
Kirtan 101: Puoi dire "Om Namah Shivaya"?
Ecco cosa è successo quando ho provato la meditazione mantra durante il mese più difficile della mia vita