La differenza tra "Tadasana" e "Samasthiti"

Sono insegnante di Vinyasa Yoga da circa due anni. Mi chiedo se scegliere Tadasana o Samasthiti quando inizio la mia lezione in Saluti al sole. So che i due provengono da diversi lignaggi dello yoga. - -Anonimo

Leggi la risposta di Maty Ezraty:

Caro anonimo,

Samasthiti (Equal Standing) è un comando per l'attenzione, per stare in equilibrio equilibrato. È la pratica di stare con un'attenzione uguale, ferma e ferma. Tadasana (Mountain Pose) è la postura che invoca Samasthiti. Queste pose non sono diverse. Loro sono la stessa cosa.

Nell'Iyengar Yoga, i principi di allineamento del Tadasana devono essere insegnati e rivisti prima di insegnare quasi ogni altra postura. Questo ci aiuta a vedere come vive Tadasana in ogni posa. Mettere a punto e affinare la nostra comprensione del Tadasana porterà a una sana pratica yoga.

Vedi anche Spunti di allineamento decodificati: "Tadasana Is the Blueprint Pose"

Nel metodo Ashtanga, l'allineamento di solito non viene enfatizzato così tanto. Usiamo il tempo a Samasthiti per attirare l'attenzione e portare la nostra consapevolezza al nostro respiro, tornando al nostro centro.

Questo non vuol dire che un metodo sia migliore dell'altro. Il mio consiglio è di insegnare Tadasana in classi basate su Vinyasa. È estremamente utile e necessario che gli studenti comprendano e apprezzino questa posa. È dalla comprensione del corretto allineamento in Tadasana che si dispiegherà il comando di Samasthiti.

Maty Ezraty insegna e pratica yoga dal 1985 e ha fondato le scuole Yoga Works a Santa Monica, in California. Dalla vendita della scuola nel 2003, ha vissuto alle Hawaii con suo marito, Chuck Miller. Entrambi insegnanti senior di Ashtanga, conducono seminari, corsi di formazione per insegnanti e ritiri in tutto il mondo. Per maggiori informazioni visita

//www.chuckandmaty.com

.

Raccomandato

Coltiva Ahimsa (non dannoso) sul tappeto
Fai la tua cosa: piegare la tradizione dello yoga per adattarla alla tua vita moderna
Progetto Goddess Yoga: meditazione in 3 fasi per ispirare l'intuizione