Come canalizzare Durga durante i tempi difficili

Cinque anni fa, Lynda ha aperto uno studio di yoga in un quartiere del centro di una grande città della costa orientale. Una alcolizzata in via di guarigione, Lynda vedeva lo studio come il suo servizio pubblico, un modo per raggiungere altre giovani donne che altrimenti avrebbero potuto condurre vite travagliate. Ha usato le donazioni e il denaro delle sue sessioni con i clienti privati ​​per pagare l'affitto e ha pubblicizzato lezioni di yoga gratuite per le ragazze delle scuole superiori. Lentamente le sue classi si riempirono, spesso di ragazze che non avevano un posto dove andare il pomeriggio dopo la scuola. 

Insegnare a queste giovani donne vulnerabili, scettiche e ferite è stata una sfida per Lynda. Una notte, dopo una giornata particolarmente dura, sognò una bellissima donna a cavallo di un enorme leone ruggente. Quando si svegliò, si rese conto che l'immagine che aveva visto ricordava Durga, la dea guerriera della mitologia indiana. Quel giorno, guidando un gruppo di ragazze particolarmente irrequiete nella sequenza del Guerriero, iniziò a raccontare loro di Durga. Le ragazze erano estasiate. Uno di loro ha chiesto a Lynda di scaricare una foto di Durga da Internet per lei. "Voglio fare una maglietta", ha detto. "Quella signora è il mio eroe."

“Quando l'ha detto”, mi ha detto Lynda, “ho capito che era vero anche per me. L'immagine di Durga è apparsa nei miei sogni da allora. È l'immagine che porto con me quando devo trattare con il mio padrone di casa o gestire una di quelle ragazze quando interrompe la lezione. In qualche modo, l'immagine di Durga è diventata un simbolo della forza di cui ho bisogno per far andare avanti questa cosa. "

Lynda non è l'unico yogi che conosco che si identifica con Durga. L'immagine di questa dea che cavalca il suo leone, le sue otto braccia che reggono armi e fiori, potrebbe essere l'avatar per l'empowerment e la protezione, specialmente per le donne. Quelli di noi che si destreggiano tra famiglie, lavoro e yoga; che si fanno avanti per sostenere l'ambiente; o che si recano in città devastate dalla tempesta per aiutare a costruire alloggi per le famiglie sfollate stanno vivendo una versione contemporanea della leggenda di Durga. E sia per gli uomini che per le donne, la meditazione su Durga può produrre forza da guerriero e compassione protettiva. Quando porti la sua immagine nel tuo mondo interiore, può potenziare le tue aspirazioni più radicali e guidarti attraverso i tuoi drammi di vita più conflittuali. Inoltre, Durga incarna il potere interiore di trasformare te stesso, di lasciar andare le dipendenze, gli ostacoli,e le illusioni e le paure che ti trattengono.

Vedi anche  5 insegnanti di yoga che hanno superato la dipendenza

Porta il potere della dea nella tua pratica di meditazione con Durga

Potresti chiederti perché, come yogi contemporaneo, trovi utile invitare l'energia degli esseri mitici nella tua pratica di meditazione. La risposta breve è che queste energie archetipiche sono catalizzatori. Meditare su divinità come Durga, Hanuman, Shiva e Lakshmi può evocare poteri e qualità specifici dentro di te. Questi poteri sacri arrivano da oltre il tuo ego limitato e possono aiutarti ad affrontare le sfide, aprire il tuo cuore e trascendere l'ordinario. Per secoli, le tradizioni tantriche indiane e tibetane hanno insegnato meditazioni e mantra per portare l'energia della divinità nel corpo e nella mente. Le dee sono particolarmente potenti, poiché personificano la shakti, la sottile forza femminile che anima il mondo, spesso considerata il potere dietro la crescita spirituale. Quindi praticare con le storie e i mantra di una di queste figure sacre può letteralmente invitare energie trasformative nella tua vita.

Le immagini di queste dee possono servire come chiavi per sbloccare la tua potenza interiore. Questo perché, sebbene mitici, non sono solo invenzioni dell'immaginazione umana. Le immagini della dea rappresentano le forze reali presenti nell'universo. Le loro forme sono estremamente sottili, motivo per cui normalmente non sono evidenti. Attraverso i racconti, le meditazioni ei mantra ad essi associati, puoi imparare a percepire la loro presenza. Più ti connetti a loro, più palpabilmente puoi sperimentare i loro doni e benedizioni interiori.

Proprio come Lakshmi è la shakti, o dea, tu chiedi abbondanza, così Durga è la shakti a cui chiami forza, protezione e trasformazione. Adorato dalle famiglie regnanti del Rajasthan per l'aiuto in battaglia, Durga è molto più di una dea guerriera. È anche il potere dietro il risveglio spirituale, la forza interiore che sprigiona il potere spirituale all'interno del corpo umano sotto forma di kundalini . Ed è una guardiana: bella, regale e materna.

Vedi anche  Una playlist di yoga di 90 minuti per risvegliare il tuo guerriero interiore

Durga porta una lancia, una mazza, un disco, un arco e una spada, oltre a una conchiglia (che simboleggia il suono creativo), un loto (che rappresenta la fertilità) e un rosario (che simboleggia la preghiera). In una versione della sua origine, nasce dalla forza combinata degli dei maschi per combattere il demone bufalo Mahisha. Gli dei riuniti, furiosi perché sono impotenti su questo demone, emettono la loro rabbia come una massa di luce e potere. Si fonde nella forma di una donna radiosa e bella che riempie ogni direzione con la sua luce. Il suo viso era formato dalla luce di Shiva; i suoi capelli provenivano da Yama, il dio della morte; Vishnu, la sostenitrice, le diede le braccia. Shiva le diede il suo tridente, Vishnu il suo disco; Vayu, il dio del vento, offrì il suo arco e la sua freccia. Il dio della montagna, Himalaya, le diede un leone per la sua cavalcatura.Durga parte per combattere il demone per il bene del mondo, armato di tutti i poteri del divino maschile.

E da allora, è stata la divinità da invocare quando sei in guai seri. Nel Devi Mahatmyam (Triumph of the Goddess), un ciclo di canzoni medievali su Durga che viene ancora recitato in tutta l'India, promette che apparirà sempre quando avremo bisogno di lei per proteggere il nostro mondo. Ci invita a rivolgerci a lei in crisi e promette di spostare le montagne per salvarci da ogni forma di male, incluso il male che noi stessi creiamo!

Durga che uccide i demoni

In effetti, nei racconti di Durga, i demoni con cui combatte non sono solo cattivi esterni. Rappresentano anche le forze ostruttive interne che affrontiamo nel nostro viaggio verso l'illuminazione e l'autorealizzazione. Quindi, mentre leggi la sua storia, pensala non solo come una saga di supereroi, ma anche come una parabola sul processo del lavoro interiore. Considera che ti sta mostrando come dissolvere le energie negative di paura, avidità e rabbia in modo da poter sopportare la tua forza e bellezza essenziali. La tua battaglia interiore potrebbe non essere così drammatica come questa.Ma comunque sta succedendo!

Shumbha e Nishumbha sono brillanti fratelli demoni con poteri magici. Hanno praticato rigide austerità per guadagnare un vantaggio, o beneficiare, dal loro nonno cosmico, Brahma. Il vantaggio li rende invincibili da uomini o dei, ma Brahma è stato attento a formulare il dono in modo che contenga una scappatoia: non dice nulla su una dea.

I fratelli demoni sono presto padroni dell'universo. Espellono gli dei dalle regioni celesti e riducono in schiavitù gli abitanti della terra. Gli dei sono ridotti a nascondersi nelle caverne, tramando vendette. Ma alla fine, un saggio rivela loro che i demoni hanno una debolezza. 

Sebbene Shumbha e Nishumbha non possano essere conquistati da nessun maschio, potrebbero essere vulnerabili a una donna guerriera. Così gli dei si recano sulla montagna dove Durga ha la sua dimora nascosta per chiederle aiuto.

Vedi anche Oh My Goddess: invocare la tua energia femminile interiore

Mentre la chiamano con preghiere e inni di lode, Durga appare dalle nuvole, vestita di abiti i cui colori mutano e scivolano, rivelando e nascondendo la bellezza dei suoi seni e la curva del suo ventre. Un profumo erotico la circonda. Cavalca un leone.

Con una voce come un debole tuono che rimbomba tra le montagne, accetta di intervenire e ristabilire l'equilibrio. La dea non ha parlato prima che si sia trasportata nel giardino dei re demoni. I fiori le gocciolano dalle dita e le nuvole si formano e si dissolvono nei suoi capelli. È la bellezza personificata, il fascino rivestito di forma, l'incanto stesso. In pochi istanti, i re demoni sono venuti alle loro finestre per guardarla. Sono intenditori della bellezza femminile. Certo, la vogliono nel loro harem.

Ma quando il sindaco di palazzo porta la proposta dei demoni a Durga, lei sorride. "C'è solo una difficoltà", spiega. “Nella mia infanzia, ho fatto uno sciocco voto che avrei sposato solo un uomo abbastanza forte da sconfiggermi in battaglia. Sai come sono le ragazze, piene di fantasie e nozioni romantiche. Ma un voto è un voto. Se i tuoi padroni mi vogliono davvero, dovranno combattere con me. "

"Signora, o sei pazza o hai tendenze suicide", dice il major-domo. "Nessuno ha mai sconfitto i miei padroni."

"Tuttavia, questa è la mia condizione", dice Durga, dandogli uno sguardo così languido che sente agitazioni di lussuria in ogni parte del suo corpo. "E se i tuoi padroni hanno paura di combattere, sono felice di affrontare il loro esercito."

Cosa che fa. In un'intensa battaglia, la dea sconfigge un battaglione dopo l'altro. Ad un certo punto, una schiera di dee emergono dal suo corpo, inclusa la temibile Kali. Insieme, le dee distruggono l'intero esercito di demoni, lasciando solo i fratelli. Shumbha avanza su Durga.

"Hai detto che avresti combattuto il mio esercito da solo", grida Shumbha con una voce così forte da far tremare le colline vicine. “Ma avevi aiutanti. La tua sfida è persa. "

"Non è così", ruggisce la dea, facendo vibrare il cielo con un tuono celeste. "Queste dee sono parti di me." Le altre dee tornano alla sua forma, lasciando solo Durga, splendente di una luce quasi accecante.

La forma a otto braccia della dea si gonfia fino a riempire il cielo. Ruotando la sua grande spada come un bastone in una mano e le sue asce, mazze, lance e balestre nell'altra, vola in aria e uccide i re demoni.

"Ma," dice Shumbha con il suo respiro morente, e poi un sorriso appare sul suo viso mentre l'estasi della dea riempie il suo essere. In quell'istante, entrambi i demoni vengono trasfigurati, dissolvendosi nel corpo di Durga e morendo nel mistero. Quando l'ego si dissolve, anche l'anima più demoniaca torna a casa, torna nel cuore della madre. Durga torna alla sua casa di montagna, promettendo di tornare quando ci sarà bisogno del suo aiuto.

Vedi anche The Goddess Every Vinyasa Flow Fan Must Know

Come usare Durga per lasciar andare l'ego

Questa storia ha senso su diversi livelli. Dal punto di vista ambientale, è una storia sul potere inarrestabile della natura. Da un'altra prospettiva, ci assicura che i poteri superiori ci proteggeranno quando ci rifugeremo in essi. Ma a livello esoterico, la storia di Durga riguarda la trasformazione dell'ego. La potente battaglia tra Durga ei demoni è la lotta interiore che inizia invariabilmente quando intraprendiamo una vera pratica trasformativa.

Come quei re demoni, l'ego entra nella pratica spirituale con il proprio programma segreto. Gli ego cercano il controllo: il controllo sulle circostanze, il controllo sul corpo e il controllo sulle persone intorno a noi. Il potere e la maestria sono ciò che importa all'ego. Quindi, naturalmente, l'ego resisterà all'arrendersi a poteri superiori, lasciando andare i suoi programmi o abbandonando il controllo a qualsiasi livello. Ma shakti ha un'agenda diversa. Vuole allontanarci dalla coscienza egocentrica e riconoscere la nostra fondamentale unità l'uno con l'altro e il cosmo. Per fare questo, deve mettere l'ego al suo posto e alla fine dissolverlo. L'ego, tuttavia, la combatterà fino alla morte.

I demoni personificano le forze più primitive e intransigenti dell'ego. Sono le parti di noi che bramano sfacciatamente il potere sugli altri. La parte demoniaca del sé vede tutto e tutti, compresi i poteri superiori dell'universo, come strumenti che servono i programmi personali dell'ego. Gli dei, come abbiamo detto, rappresentano anche aspetti del sé, ma rappresentano il Sé autentico, le qualità personali uniche dell'essenza. I deva rappresentano il nostro amore, la nostra dedizione, le nostre buone intenzioni e il perdono e la compassione che mostriamo quando siamo allineati con il Sé superiore. Durga arriva nel nostro mondo interiore per rafforzare quelle qualità superiori, sia per il bene di compiere del bene nel mondo o per il progresso sul sentiero spirituale.

Come praticanti postmoderni, di solito preferiamo assumere un atteggiamento più gentile verso il nostro lato oscuro. La maggior parte di noi molto tempo fa ha rifiutato la religione autoritaria, con i suoi discorsi sul peccato e l'insistenza nell'eliminare le forze più oscure dentro di noi.

Se siamo praticanti di un percorso che enfatizza la nostra innata bontà, potremmo preferire ignorare le qualità negative del sé in base al principio che combattere l'ego lo rafforza. Se siamo orientati psicodinamicamente, potremmo essere interessati a portare alla luce le nostre qualità d'ombra in modo da poter integrare il potere legato alla rabbia, all'avidità o all'orgoglio. Se stiamo percorrendo un sentiero non duale, potremmo sentire che ogni lotta deve essere abbandonata, poiché in definitiva tutto è uno.

Vedi anche  Flusso lento: impara a vivere dall'amore con un Brahma Vihara

Tutti questi approcci sono utili, alcuni a livello di personalità, altri come parte della pratica per l'illuminazione. Ma ci sono momenti in cui l'unico modo per rimettere il nostro narcisismo al suo posto è con una spada, la spada della saggezza brandita da un guerriero che non fa prigionieri. Questo è il ruolo di Durga, sia che operi nel mondo esterno o nel mondo interiore.

Nella mia vita, l'energia della dea guerriera con la sua spada sollevata si manifesta per ricordarmi di togliermi di mezzo il mio ego impegnato e orientato alla prestazione in modo che il potere più profondo possa dispiegare la mia vita secondo il suo imperativo evolutivo. Durga, nel mio mondo interiore, è l'energia inarrestabile della crescita spirituale. Quando resisto, incontro spesso una battuta d'arresto inaspettata. Potrebbe mettermi in faccia come una specie di "No!" ai miei programmi personali - e poi si manifesta come il risveglio più profondo che segue quando sono in grado di lasciarli andare.

Negli anni ho attraversato spesso questo ciclo. A volte, le illusioni egoiche si ingrandiscono, si accumulano e si impadroniscono del mio mondo, finché, come un fiume in primavera, diventano così gonfie da dover sgorgare. Poi, quasi sempre, sento il ruggito del leone della dea risuonare nei miei sogni.

Forse Durga si presenta per guidarmi in un vicolo cieco. Forse farò un errore orribile e lei sembrerà aiutarmi a superare le conseguenze. Sempre di più, ho imparato in quei momenti a inchinarmi a lei per risparmiarmi il dolore che deriva dalla resistenza all'agenda della shakti per la mia crescita.

Ogni volta che ti senti intrappolato in uno di quei momenti - quando la tua volontà personale sembra bloccata da ostacoli inamovibili - considera che potrebbe essere un segnale della shakti. Quindi, prova a sederti per qualche minuto in meditazione e usa la tua immaginazione per portarti alla presenza di Durga.

Trovare la tua ferocia con Durga

Una delle pratiche più potenti per connettersi con la dea è immaginare che con ogni inspirazione attiri la sua energia amorevole, protettrice e potenziante, e con ogni espirazione respiri la sua energia attraverso il tuo corpo. Come in tanta pratica yoga, il respiro è il ponte tra il nostro sé fisico e le energie sottili dei mondi invisibili. Quando invochi Durga, potresti benissimo sentirla come un'energia intensificata. Ma connettersi all'energia di Durga è altrettanto probabile che si traduca in una sottile sensazione di maggiore intuizione, in una sensazione di essere supportati con la forza per andare avanti durante un momento difficile o nell'istinto strategico che ti aiuta a vincere le tue battaglie. Questo può accadere in modo così sottile che è solo con il senno di poi che ti rendi conto di essere stato supportato. E questo può accadere in modi sorprendenti.

Sasha, avvocato e madre di due ragazze, ha scoperto per la prima volta la Durga shakti quando sua figlia Lee ha iniziato a fallire a scuola. Si è scoperto che il marito di Sasha, il padre di Lee, stava coinvolgendo sua figlia sessualmente. Sasha ha promesso che, qualunque cosa fosse necessaria, avrebbe protetto le sue figlie. Ha chiesto il divorzio, insistendo sul fatto che a suo marito non fossero consentite visite senza supervisione con le loro ragazze. Ha combattuto duramente per l'affidamento congiunto, schierando un team legale di alto livello. (Sebbene sia lei stessa avvocato, il campo di Sasha è testamenti e trust, e non aveva mai litigato.)

Nel bel mezzo di questo, Sasha ha preso una lezione che stavo insegnando sulle dee. Sentì un'immediata affinità per Durga e creò una meditazione in cui immaginava la forza di Durga nel suo stesso corpo. Avrebbe visualizzato ciascuna delle otto braccia di Durga in possesso di un potere particolare. In una mano, immaginava il potere di usare le parole con abilità. In un altro, il potere di leggere con attenzione i bilanci. In un altro, l'abilità di affrontare gli avvocati di suo marito. Immaginava tutte le armi di Durga come energie che le consentissero di proteggere le sue due figlie.

Vedi anche  Progetto Goddess Yoga: sconfiggi la paura con il respiro della spada

Vinse la causa e, subito dopo, si rese conto che Lee aveva tolto un peso enorme. Il fatto che Sasha avesse combattuto per conto di sua figlia sembrava dare all'adolescente un senso di scopo e una nuova comprensione della propria forza femminile.

Come Sasha, ognuno di noi può entrare in sintonia con la nostra forza personale Durga invocando l'energia e la saggezza della dea. Mentre lo fai, probabilmente scoprirai la tua capacità personale di leadership in stile guerriero. Chiunque sia in contatto con la sua Durga interiore creerà naturalmente zone di protezione intorno alle persone nella sua vita. (Durga è anche una multitasker senza sforzo, come una madre che gestisce tre figli mentre cucina un pasto di cinque portate o un dirigente che gestisce un team di dipendenti diversi.)

La donna Durga fa spazio alle persone per prosperare, combattendo le loro battaglie quando necessario, come Sasha ha fatto per le sue figlie, ma è altrettanto probabile che le spinga a combattere per se stesse.

Rispondi alla chiamata alla guida di Durga

Un modo per provare un senso della Durga shakti è ricordare un momento in cui hai riconosciuto, dal punto più profondo dentro di te, che qualcosa non andava, che doveva cambiare. Se quel riconoscimento proviene dalla Durga shakti, va oltre la semplice frustrazione o consapevolezza cognitiva di un problema sociale. Il potere di trasformazione di Durga trasporta una convinzione che proviene dal profondo del corpo, e con essa spesso arriva un senso di "Adesso!" - il che significa che il tempo è adesso. Quando quel senso è abbastanza forte, è seguito dall'azione. Metti in gioco il tuo corpo e il tuo discorso per cambiare la situazione, sia essa interna o esterna.

Uno dei miei amici di Durga a Los Angeles ha notato che l'asma di suo figlio si attivava quando i raccolti locali venivano irrorati per i parassiti. Ha organizzato un gruppo di madri per protestare contro l'irrorazione aerea nella sua zona e, dopo diversi anni, il gruppo non solo l'ha bandita a Los Angeles, ma ha anche rimosso completamente il pesticida dalla circolazione. Ora, insieme al suo lavoro quotidiano come psicoterapeuta, gestisce un gruppo ambientalista incentrato sul lobbismo contro i pesticidi dispersi nell'aria.

Lo stesso potere di azione mirata può essere invocato quando hai bisogno della volontà di cambiare un'abitudine o una dipendenza radicata, di ritagliarti del tempo per la pratica o di seguire una chiamata interiore. La Durga shakti può darti il ​​potere di affrontare parti di te stesso che ostacolano la tua evoluzione, ma può anche mostrarti come parlare per te stesso quando devi chiedere un aumento, affrontare una sfida o affrontare una responsabilità difficile: in breve, mettere le cose a posto.

Più inviti l'energia di Durga nella tua vita, più sentirai che ti apre al tuo guerriero interiore. Il suo potere protegge le tue più alte aspirazioni e promette di non deluderti mai.

Vedi anche  5 modi per attingere al tuo leader interiore (e rimanere fedele a te stesso)

Circa l'autore

Sally Kempton è un'insegnante di meditazione e filosofia yoga riconosciuta a livello internazionale e autrice di Meditation for the Love of It . Trovala su sallykempton.com .

Questo pezzo è apparso originariamente nel numero di giugno 2013 di Yoga Journal ed è adattato dal libro di Sally Kempton, Awakening Shakti: The Transformative Power of the Goddesses of Yoga(Suona vero, 2013).

Raccomandato

Buzzed: Yoga and Alcohol
Di quale olio essenziale ha bisogno il tuo chakra? Rispondi al nostro quiz!
12 pose per mantenere la calma quest'estate