Assegnazione Yogi: 5 modi per mettere in pratica il Niyama in questo momento

Quando ho iniziato a praticare lo yoga, non avevo idea che la pratica avesse così tanta profondità. Tutto quello che sapevo era che volevo vivere una vita più pacifica e pensavo che lo yoga mi avrebbe portato lì. Anni dopo, posso affermare con certezza che lo yoga è  un percorso verso la pace interiore, ed esplorare le basi filosofiche della pratica è un passo importante lungo quel percorso.

Se devo essere onesto, immergermi in questo lavoro filosofico non è stato qualcosa a cui ho preso subito. Eppure, pochi anni dopo essere stato ossessionato dalle posizioni yoga, ho sentito l'inclinazione a saperne di più sulla filosofia yoga tradizionale. Ho iniziato con gli Yoga Sutra, che non è stato un compito facile. Ma quando sono arrivato ai cinque niyama, o autodiscipline, ho immediatamente visto la loro applicazione pratica nella mia vita sia dentro che fuori dal mio tappetino yoga.

Vedi anche  10 modi per portare gli Yama + Niyama nella tua pratica yoga

Un buon modo per pensare ai cinque niyama è inquadrarli come osservanze che tu come praticante di yoga intraprendi per ottimizzare la tua pratica. A volte i niyama sono chiamati la lista delle "cose ​​da fare" (in opposizione alla lista delle "cose ​​da non fare" che comprende gli yama. Tuttavia, piuttosto che un elenco di cose da fare e spuntare, l'idea è di fare i niyama il più personali e pertinenti possibile alla tua vita quotidiana.

Vedo gli yama come le linee guida morali ed etiche su come lo yogi agisce idealmente nella società e in relazione con gli altri, e i niyama come lo stesso schema di come lo yogi tratta se stesso. I niyama sono osservanze che possono essere fatte in silenzio e senza troppe fanfare. La maggior parte, se non tutte, sono fatte meglio come una ricerca solitaria nei regni del corpo e della mente interiori. In effetti, se qualcuno dei niymasa è performativo e fatto per lodi mondane, allora manca il bersaglio.

Potresti anche pensarla in questo modo: mentre gli yama sono evidenti nelle scelte di vita di uno yogi, i niyama sono più sottili. Ecco cosa devi sapere su ciascuno dei cinque niyama e su come metterli in pratica nella tua vita in questo momento.

Niyama: Śaucha

Definizione : pulizia, purezza

Pratica: Tradizionalmente il principio di śaucha viene applicato al corpo, alla mente e alla parola. È importante tenere presente che il termine "corpo" può essere inteso per includere non solo il proprio corpo fisico, ma l'ambiente che si occupa, sia in termini di spazio vitale che di mondo. La mente implica il tipo di pensieri che dominano il mondo interiore; il discorso di solito indica la responsabilità per ogni parola pronunciata, sia in termini di intenzione che di effetto. Questo principio ha il potere di cambiare radicalmente la tua vita se applicato con diligenza. Ti incoraggio a scegliere un aspetto di śaucha che trovi ispirato da applicare nella tua vita. Forse ti senti motivato a pulire un vecchio armadio o spazzare il pavimento. O forse è il momento di ripulire i tuoi pensieri e sostituire il distruttivo odio per te stesso con affermazioni positive. Finalmente,prendi in considerazione di essere consapevole del tuo discorso e lascia perdere tutti i commenti pettegoli o sarcastici, scritti o parlati.

Niyama: Santosa

Definizione : contentezza, accettazione, ottimismo

Pratica: Alcune persone resistono alla pratica di santosa perché pensano che essere contenti e accettare ciò che è normalizza (e persino perdona) azioni dolorose intraprese da altri. Oppure, altri pensano che l'ottimismo sia un bypass spirituale, un modo per ignorare la realtà a favore del pensiero positivo. Eppure santosa non potrebbe essere più lontano da questo. Così spesso scappiamo da verità scomode e cerchiamo di evitare situazioni che provocano disagio. L'accettazione in questo contesto implica la disponibilità a vedere chiaramente e veramente e ad andare nei luoghi che ti spaventano. Se nel mondo c'è un'ingiustizia o se sono state compiute azioni dannose, l'insegnamento di santosa lo riconosce volentieri e lo accetta con cuore pieno d'amore. Se c'è qualcosa nella tua vita che devi riconoscere ma lo stai evitando, santosa ti incoraggia ad essere chiaramente onesto con te stesso.Senza quel primo passo di onestà, la guarigione non può aver luogo. Ad esempio, se non ammetti mai a te stesso di essere esausto o esaurito, non farai i passi necessari per riposare e guarire. Allo stesso modo, se una società non riesce a vedere la propria ingiustizia, non farà mai i passi necessari per creare una vera uguaglianza.

Vedi anche  Trova serenità ora con questa pratica di yoga riparatore

Non sono una persona che vive facilmente in uno stato di Santosa. Invece, spesso mi ritrovo a cadere nella disperazione e a prendere di mira figure al di fuori di me come cattivi da abbattere. Un altro ottimo esempio: ho avuto un brutto raffreddore per tutta la settimana, ma mi sono rifiutato di ammettere che avevo bisogno di riposo fino a questo fine settimana. Quindi, questa settimana, puoi trovare una cosa da cui stai scappando nella tua vita? Potrebbe essere il semplice riconoscimento dell'esaurimento o il venire a patti con azioni che hai intrapreso che hanno danneggiato un altro. Forse è ammettere che qualcuno di cui ti fidi ti ha deluso. Senza perdonare il comportamento dannoso o cercare di risolvere immediatamente un problema, inizia a praticare santosa essendo disposto a vedere ciò che è con occhi aperti e non giudicanti.

Niyama: Tapas

Definizione : disciplina, persistenza

Pratica : forse il niyama più facile da applicare, il tapas ti dà le basi del rituale della pratica. La disciplina quotidiana è necessaria per progredire lungo il percorso dello yoga. Il sentiero spirituale è un'operazione della mente e, come ogni buon chirurgo, devi esercitarti. Impegnati per 5 minuti al giorno e sali sul tappetino per fare yoga asana o meditazione ogni singolo giorno di questa settimana. Lascia che questo sia il fondamento di una pratica coerente.

Niyama: Svādhyāya

Definizione : studio individuale, studio delle sacre scritture

Pratica : tradizionalmente svādhyāya include non solo la lettura effettiva di testi sacri, ma il paradigma di studio stesso. Durante la lettura dei testi chiave di qualsiasi tradizione spirituale, svādhyāya istruisce lo yogi ad essere di mentalità aperta e ricettivo all'insegnamento. Invece di assumere una prospettiva critica che cerchi di sfatare il testo, lo yogi è incoraggiato a leggere i testi primari dal paradigma dell'utilità personale. Questo paradigma incarna la mente dello studente e riconosce che lo yogi è prima di tutto uno studente. In un cenno alle tradizioni dello yoga basate sul lignaggio, Patañjali include svādhyāya nei niyama per garantire che tutti gli yogi rimangano studenti.

Per la tua pratica di questa settimana, scegli un testo chiave dal tuo lignaggio spirituale principale. Potrebbe essere lo Yoga Sutra, ma potrebbe anche essere il Dhammapada o la Bibbia. Al mattino, prima di iniziare a leggere le notizie e rispondere alle e-mail, impegnati a leggere alcune righe o paragrafi del testo. Puoi iniziare dall'inizio oppure puoi sfogliare e scegliere a caso un passaggio. Lascia che le parole degli antichi siano il tuo inizio di giornata. Più tardi, mentre svolgi la tua giornata, rifletti su queste parole e vedi se riesci a trovare rilevanza nel loro insegnamento. Se hai tempo, annota la tua esperienza alla fine della giornata.

Vedi anche  Cerchi ispirazione per il diario? Questi 11 suggerimenti possono trasformare la tua pratica di scrittura

Niyama: īśvarapranidhāna

Definizione : devozione, arrendersi a Dio

Pratica : sebbene ci siano molte religioni e definizioni di Dio, il principio divino è quasi universale in tutti gli esseri umani. Anche gli atei autoproclamati di solito credono in una forza più grande di loro. Che tu chiami questa forza Universo, Sorgente-energia, Vita stessa, Unità, Amore, Luce, Natura di Buddha, Vuoto, Spirito, Brahman, Isvara, Gesù o Dio in realtà non ha importanza. La devozione e la resa sono due aspetti chiave della fede.

Questa settimana, come esercizio per costruire la tua relazione con il Divino, scegli un posto nella tua vita in cui ti senti completamente bloccato o stressato. Quindi, invece di chiedere a Dio di risolvere i tuoi problemi e esaudire ogni tuo desiderio, chiedi che il tuo bisogno di risolverlo, risolverlo o che il controllo venga sollevato dal tuo cuore. Capovolgilo e chiedi che lo stress e la fermezza siano sostituiti con pace e comprensione.

Circa l'autore

Kino MacGregor è originario di Miami e il fondatore di Omstars, la prima rete televisiva di yoga al mondo. (Per un mese gratuito, fai clic qui. Con oltre 1 milione di follower su Instagram e oltre 500.000 abbonati su YouTube e Facebook, il messaggio di forza spirituale di Kino raggiunge le persone di tutto il mondo. Ricercato come esperto di yoga in tutto il mondo, Kino è un internazionale insegnante di yoga, relatore ispiratore, autore di quattro libri, produttore di sei DVD di Ashtanga Yoga, scrittore, vlogger, viaggiatore del mondo e co-fondatore del Miami Life Center.Scopri di più su www.kinoyoga.com. 

Raccomandato

Buzzed: Yoga and Alcohol
Di quale olio essenziale ha bisogno il tuo chakra? Rispondi al nostro quiz!
12 pose per mantenere la calma quest'estate