Libera il tuo corpo anteriore: un flusso per la tua fascia

Pratichi yoga regolarmente ma ti senti ancora "bloccato" in certi punti? L'insegnante di medicina yoga senior Allison Candelaria ha creato questo flusso che libera i muscoli e la fascia per sintonizzare l'intero lato anteriore del tuo corpo.

La parte anteriore del corpo subisce molto stress tenendoci in piedi ogni giorno e adattando le nostre abitudini posturali non ottimali nella vita quotidiana. Di conseguenza, risulta teso e / o debole dall'alto verso il basso.

Con lo stress e l'ansia, ad esempio, potremmo anche non renderci conto di quanta tensione e serraggio facciamo nella mascella. Rilasciare quest'area può aiutare ad alleviare lo stress in altre zone della testa e del collo, così come nel resto del corpo nel suo insieme. Anche lo slouching, la guida e gli SMS tendono a farci girare la parte superiore della schiena, il che lascia i muscoli pettorali tesi e difficili da aprire. Stare seduti, in piedi e camminare mantiene i flessori dell'anca costantemente attivi, creando una tensione in quest'area che può influire sulla salute dei nostri fianchi e della colonna vertebrale. Insieme, lo psoas major, che inizia dalla colonna lombare, e l'iliaco, che inizia nella parte anteriore dell'anca, creano il flessore dell'anca che si attacca alla parte superiore della gamba. Questo muscolo molto importante lavora sodo come l'unico muscolo che collega la metà superiore e inferiore del nostro corpo.Un'altra area tassata sul lato anteriore del nostro corpo è il quadricipite, uno dei quali attraversa l'anca. Questi muscoli si irrigidiscono rapidamente tenendoci su tutto il giorno e sono difficili da rilasciare.

Concentrandosi sul rilascio della fascia, questo flusso affronterà queste aree comuni di tensione un'area alla volta, quindi riqualificherà i muscoli per allungare, rafforzare e sparare in modo più efficiente. Poiché i tessuti sono tutti collegati tramite il sistema fasciale, lavorare su qualsiasi parte di questa linea muscolare anteriore influenzerà il resto della catena. Non solo questo flusso può ridurre il dolore e aumentare la gamma di movimento, ma con una pratica coerente possiamo insegnare ai nostri muscoli come muoversi in modo più efficiente. Dopo il rilascio miofasciale, testeremo la nostra gamma di movimento per vedere i risultati immediati del lavoro. Consiglio di utilizzare questa sequenza secondo necessità (ogni giorno per maggiori limitazioni o poche volte a settimana per meno), tenendo ogni area dei punti trigger per 30–60 secondi.

Vedi anche  Fascia: il fattore di flessibilità che probabilmente ti manca sul tappetino

12 pose per la fascia del corpo anteriore

AVRAI BISOGNO di due palline da tennis, due blocchi e un asciugamano per aiutare a colpire i tessuti fasciali più profondi dei muscoli nella parte anteriore del corpo.

TIENI A MENTE  Questi tessuti contengono molte terminazioni nervose. È importante riconoscere un buon tipo di dolore come una sensazione di mal di denti sordo e fare marcia indietro in caso di lesioni acute, dolore acuto, dolore lancinante o intorpidimento. Rimanere rilassati è utile mentre si lavora sui punti di questo flusso. Se necessario, puoi ammorbidire le aree di inserzione mettendo una coperta o un asciugamano tra il corpo e le palle.

1. Rilascio di Pec

1/13

Raccomandato

Piegamento in avanti dalla testa al ginocchio
13 ritiri di yoga che puoi effettivamente permetterti nel 2018
8 passaggi per padroneggiare e perfezionare la posa dell'albero