Triphala: tonico per la pancia dell'Ayurveda

Nel tentativo di rimanere in salute, probabilmente fai dei passi per mantenere organi come i polmoni e il cuore in perfetta forma, attraverso pratiche come il pranayama e la meditazione. Ma potrebbe essere conveniente abbassare la visuale.

"Circa l'80% di tutte le malattie degenerative e croniche hanno origine in una digestione, assimilazione o metabolismo inefficienti", afferma il dottor Rama Kant Mishra, medico e ricercatore ayurvedico di origine indiana. "Se non siamo in grado di digerire e assimilare correttamente il cibo che mangiamo, il corpo non riceverà il nutrimento di cui ha bisogno per mantenere e rigenerarsi. Inoltre, la disfunzione digestiva crea ama , un sottoprodotto tossico, che può devastare il normale funzionamento corporeo se permesso di accumularsi nel tempo ".

Per rafforzare i fuochi digestivi, i medici ayurvedici raccomandano tradizionalmente una potente miscela di erbe chiamata triphala. Una combinazione di amalaki, haritaki e bibhitaki, il triphala rafforza il processo digestivo, fornisce sostanze nutritive ed espelle le tossine dal corpo. Con un lieve effetto lassativo, migliora la salute del tratto gastrointestinale ringiovanendo la membrana di rivestimento dell'intestino e stimolando la produzione di bile. Triphala migliora la funzionalità epatica, aiuta a purificare il sangue e rimuove le tossine accumulate. È anche ricco di vitamina C e olio linoleico.

Triphala aiuta anche ad affrontare una vasta gamma di disturbi, dalla sindrome dell'intestino irritabile, colite ulcerosa, costipazione e diarrea, ad anemia, malattie degli occhi, disturbi della pelle, infezioni da lieviti e problemi legati al ciclo femminile. Secondo il dottor Mishra, quasi tutti possono trarre vantaggio dall'assunzione di triphala, sebbene sia controindicato per le donne incinte, le persone con malattie croniche del fegato e per coloro che assumono farmaci per fluidificare il sangue. In rari casi, se una grande quantità di ama si è accumulata nel corpo, quando inizi a prendere il triphala possono svilupparsi nausea o un'eruzione cutanea quando le impurità vengono espulse. In tal caso, interrompere l'assunzione dell'erba e consultare un medico ayurvedico prima di prenderla di nuovo.

Prendi l'erba per circa sei mesi alla volta, quindi fai una pausa di quattro settimane prima di continuare. Se prendi il triphala in polvere, si consiglia 1/2 cucchiaino ogni sera prima di coricarsi. Se lo prendi in forma di pillola, segui le raccomandazioni sulla bottiglia. Controlla i tuoi movimenti intestinali quotidiani. Se si allentano troppo, è tempo di ridurre la dose.

Raccomandato

Piegamento in avanti dalla testa al ginocchio
13 ritiri di yoga che puoi effettivamente permetterti nel 2018
8 passaggi per padroneggiare e perfezionare la posa dell'albero