La meditazione di Tara Brach per la compassione di sé

I sentimenti più profondi della sofferenza umana sono quelli di non essere amabili: vergogna, paura, disperazione e isolamento. Quando ti perdi nella sofferenza, una domanda chiave da porsi è: posso lasciar entrare l'amore?

Lasciatemi spiegare. Ho iniziato la pratica di far innamorare da una fonte più grande anni fa, quando ero a un ritiro di meditazione. Era appena dopo le vacanze e stavo annegando in sentimenti di vergogna e auto-recriminazione perché non ero stato molto presente con la mia famiglia. Ho provato a suscitare consapevolezza e auto-compassione, ma una voce arrabbiata e vergognosa si è conficcata dietro: non sto bene. Sono egoista e non amorevole, e non voglio essere così!

Quando la rabbia si è trasformata in impotenza, ho cominciato a piangere. Una parte profonda di me non si sentiva amabile. Mi chiedevo di cosa avesse più bisogno questa parte di me triste e vulnerabile. All'improvviso, ho sussurrato ad alta voce: "Per favore amami". Più e più volte, una supplica affranta: "Per favore, amami".

In questo momento, sono diventato consapevole di una presenza intima - un campo di sensibilità e luce che mi circondava - che era del tutto tenera e compassionevole. Ho abbassato leggermente la testa e ho sentito un bacio sulla fronte, una benedizione di pura accettazione e cura. Qualcosa in me si è aperto. Mi sono sentito immerso in una luce amorevole.

Vedi anche  Come trovare l'amore per se stessi e l'accettazione attraverso il dolore e la paura

Più luce facevo entrare, più ogni senso di separazione svaniva. Qualunque cosa fosse sorta - suoni esterni, il ricordo di un amico che era morto, un'ondata di dolore - era contenuta in questo spazio luminoso e aperto del cuore. Ho ricordato le parole di uno dei miei insegnanti: "L'amore ti ama sempre". Mi sono riposato in quella verità.

Da allora, nei momenti di difficoltà, ho spesso invocato questa presenza intima e chiesto amore. Sento la benedizione sulla mia fronte e mi sento ammorbidire e aprirmi. Ma ho anche imparato a non aspettare i momenti difficili per riconnettermi con questa consapevolezza compassionevole sempre presente. Oggi, tra le e-mail, sotto la doccia, spesso mi fermo, mi volto verso questa presenza e lascio entrare l'amore.

L'amore ti ama sempre . Per realizzare questo, permetti a te stesso di desiderare l'amore, chiedilo e lascia che ti circondi dall'interno. Per me, più lo pratico, più diventano accessibili i sentimenti di amore e di essere amati dagli altri. Sì, sorgono vecchi schemi (egoismo, autovalutazione e paure), ma sempre più spesso si trovano in uno spazio del cuore che è indulgente e tenero.

Vedi anche  La semplice pratica in 5 parti per incoraggiare l'autoaccettazione

Pratica l'auto-compassione

Siediti comodamente e prenditi qualche minuto per respirare. Rilassa qualsiasi tensione evidente nel tuo corpo.

Richiama alla mente una situazione in cui eri pieno di autocritica e sentimenti di deficienza. Visualizza cosa stava succedendo. Nota cosa ti mette maggiormente contro te stesso. Dove si trovano i tuoi auto-giudizi e le tue insicurezze?

Consenti a te stesso di identificarti e di connetterti con i luoghi rudi e vulnerabili del tuo corpo che ti sentono non amabile o indegno. Nota quanto desideri essere veramente visto, amato, trattenuto. Quindi, in silenzio o in un sussurro, esprimi il tuo desiderio. Potresti dire: "Per favore amami", "Per favore stringimi" o "Per favore abbi cura di me" e ripeterlo dolcemente un certo numero di volte.

Immagina che la tua vulnerabilità e il tuo desiderio siano visti e sentiti da una presenza più ampia e amorevole. Senti che questa presenza è vicina, infinitamente tenera e premurosa. Come una spugna assorbente, lascia che quella cura ti circondi e si impregni di te. Sentilo come un flusso di nettare dorato, che penetra, lenisce e guarisce i luoghi più feriti dentro di te. Quando lasciate entrare questa energia amorevole, percepite la possibilità di dissolvervi e diventare uno con il campo della consapevolezza amorevole.

Adattato da Radical Compassion di Tara Brach, pubblicato a dicembre da Viking, un'impronta di Penguin Publishing Group, una divisione di Penguin Random House, LLC. Copyright © 2019 di Tara Brach.

Raccomandato

Master Class con Kathryn Budig: Firefly (Tittibhasana)
The Yoga Journal Makeovers Parte II: Tales of Transformation
Wake Up and Flow: una playlist di yoga di 60 minuti per uccidere il giorno