Licenza per insegnare

Mentre si preparavano con entusiasmo per lanciare il loro secondo corso di formazione per insegnanti, gli amministratori di Ananda Ashram non si aspettavano che lo stato avrebbe fatto fallire i loro piani.

"Ad aprile, due settimane prima che avremmo dovuto accogliere 10 tirocinanti, abbiamo ricevuto una lettera inaspettata in cui si diceva che dovevamo sospendere immediatamente il nostro programma o che dovevamo affrontare multe fino a $ 50.000", afferma Jennifer Schmid, co-direttrice della Ananda's School of Hatha Yoga. "Lo Stato di New York ha detto che dovevamo completare un processo di licenza di un mese che richiedeva pratiche burocratiche esaurienti, ispezioni in loco e nuovi protocolli di corso. Le persone erano tutte pronte a partecipare al nostro corso di formazione intensivo di quattro settimane, dal vivo. all'ultimo minuto, rimborsa i soldi degli studenti e rimandalo a tempo indeterminato ".

La richiesta che la formazione degli insegnanti di yoga sia approvata dallo stato sta sconvolgendo la pace non solo ad Ananda Ashram, un rifugio di 84 acri di dolci colline e pini a Monroe, New York, ma anche nelle scuole di yoga negli Stati Uniti. Questa spinta controversa non influisce sulla posizione degli insegnanti regolari oggi, e funzionari statali affermano che probabilmente non lo farà in futuro, insistendo sul fatto che gli istruttori con una certificazione stabilita non dovrebbero essere influenzati dai nuovi insegnanti che hanno una formazione professionale approvata dallo stato. Anche così, ogni istruttore di yoga dovrebbe conoscere questi requisiti e ogni istruttore che forma gli insegnanti dovrebbe essere preparato ad affrontarli.

Secondo Patricia Kearney, istruttrice di salute e scienze motorie presso il Bridgewater College di Bridgewater, in Virginia, tali requisiti vengono applicati in almeno 14 stati: Arizona, Colorado, Delaware, Idaho, Kansas, Louisiana, Massachusetts, Minnesota, Oklahoma, Texas, Utah, Virginia, Washington e Wisconsin; New York è ora in un limbo per la regolamentazione a causa di un respingimento degli insegnanti di yoga lì.

"La regolamentazione dei programmi di formazione yoga, come la regolamentazione delle scuole professionali, sta diventando una pratica standard in un numero crescente di stati", afferma Kearney. "Alcuni stati richiedono che un programma sia di una certa dimensione prima di dover essere concesso in licenza o certificato. Alcuni stati hanno tariffe una tantum basse per questo; alcuni hanno tariffe elevate e ripetute; e alcuni richiedono una tariffa inizialmente bassa ma tariffe di rinnovo che sono raddoppia l'importo originale. "

Sebbene le leggi che governano i programmi professionali e di formazione siano state sui libri fin dall'inizio degli anni '30, gli stati non hanno iniziato a farle rispettare nelle scuole di formazione yoga fino al 2004, quando il Wisconsin ha dato il via alla tendenza.

"Volevamo assicurarci che le scuole di yoga, come altri programmi di formazione, fossero finanziariamente stabili e avessero una solida serie di regole che disciplinassero il modo in cui operavano", afferma Patrick Sweeney, un funzionario autorizzato del Wisconsin. "Alla fine, altre agenzie statali per la protezione dei consumatori hanno deciso di seguire le nostre orme".

La maggior parte degli stati basa i propri requisiti normativi sulle linee guida della Yoga Alliance, un'organizzazione no profit con sede ad Arlington, in Virginia, che aiuta l'industria a regolamentarsi.

"Quando ci siamo formati nel 1999, abbiamo deciso di raccomandare agli istruttori 200 ore di formazione, tra cui filosofia, anatomia, fisiologia e studio delle pose", afferma Mark Davis, l'ex presidente di Yoga Alliance. "Quelle linee guida dovevano essere del tutto volontarie. Ma alcuni formatori di insegnanti di yoga non etici entrarono nel business e, in risposta, gli stati iniziarono ad avvicinarsi alle 1.000 scuole nel nostro registro online e chiedendo loro di dimostrare che seguivano le nostre linee guida e si sottopongono a una licenza formale".

Con la diffusione della regolamentazione dello yoga, cosa devono sapere gli operatori della formazione degli insegnanti? Gli esperti che seguono questa tendenza consigliano di eseguire i quattro passaggi seguenti:

Conosci le corde

"Scopri esattamente ciò che il tuo stato richiede ora o ha in programma di richiedere in futuro", afferma Becca Hewes, che offre corsi di formazione per insegnanti presso YogaLife a Norman, Oklahoma, e che ha recentemente completato il processo di licenza. Potrebbe essere necessario creare un catalogo dei corsi; ottenere vincoli finanziari; superare un'ispezione del sito; creare un business plan; e stabilire politiche per assenze, cancellazioni e rimborsi. Ciò potrebbe richiedere da diverse settimane a diversi mesi e richiedere commissioni che vanno da $ 250 a $ 2.500, esclusi extra come gli 800 $ che Hewes ha dovuto spendere per un contabile e nuovi segnali di uscita.

Conosci il processo

Le scuole che sono già regolamentate dicono che il processo esaustivo ha un lato positivo. "Odiavamo affrontare tutto questo, ma il prodotto finito è semplicemente fantastico", afferma Gusti Ratliff, fondatore della Divine School of Yoga Therapy a Southlake, in Texas. "Ora abbiamo regole complete e chiare che proteggono i nostri apprendisti e anche noi". Come l'accogliente spazio della Divine School, un paradiso di musica soft, tisane e sale prove inondate dal sole, la sua certificazione, secondo Ratliff, lo rende più rispettabile agli occhi dei suoi allievi.

Considera i costi

Dato il tempo e il denaro necessari per ottenere la licenza, gestire un programma di formazione per insegnanti potrebbe minacciare i profitti del tuo studio, specialmente se lo studio è piccolo, appena agli inizi, già schiacciato dalla recessione o che deve affrontare commissioni particolarmente elevate. Piuttosto che mettere a repentaglio la loro sicurezza finanziaria, alcune scuole di yoga stanno riconsiderando se dovrebbero anche offrire una formazione per insegnanti, che può costare agli studenti da $ 2.000 a $ 5.000 ma può lasciare gli studi in pareggio a malapena.

"Qui a New York, un disegno di legge prima del legislatore statale esenterebbe le scuole di yoga dalla licenza, e un altro lo richiederebbe per una quota di $ 5.000", afferma Swami Ramananda, presidente dell'Integral Yoga Institute. "Se il secondo disegno di legge viene approvato, è difficile immaginare che annulleremmo la formazione degli insegnanti, che fa parte della nostra missione spirituale e comprende il 15% delle nostre entrate. Ma continuare il nostro programma, anche se è di lunga data ed è ben rispettato, potrebbe risultano essere troppo costosi per i nostri studenti e finanziariamente problematici per noi ".

Partecipa al dibattito

"Alcune persone ritengono che lo yoga non dovrebbe avere alcuna regolamentazione a causa delle sue origini spirituali e filosofiche, mentre altri ritengono che questa sia una pratica commerciale necessaria", afferma Davis di Yoga Alliance. Indipendentemente dal fatto che sia richiesta una regolamentazione nel tuo stato, valuta la possibilità di contattare altri formatori di insegnanti e avviare una discussione. Potresti ritrovarti a far parte di un crescente movimento di resistenza, come quello guidato dalla Yoga Association di New York, che sta combattendo le licenze locali e la sua proposta di quota di $ 5.000. Oppure potresti trovarti a condividere suggerimenti con scuole già regolamentate su come rendere il processo più fluido.

"La regolamentazione non è facile", afferma Debbie Williamson, proprietaria del Midwest Power Yoga ad Appleton, Wisconsin, e che ne ha ottenuto la licenza nel 2004. "Ma se ci sosteniamo a vicenda come colleghi, possiamo aiutarci a vicenda in questo e, in ultima analisi, migliorare il campo dello yoga ".

Molly M. Ginty è una scrittrice di salute che insegna yoga presso il Bayview Correctional Facility di New York City.

Raccomandato

Posa della sfida: cavalletta
5 modi per fai da te il tuo santuario yoga a casa
Come 31 giorni di meditazione in movimento hanno aiutato uno yogi a rallentare