La tua abitudine al Palo Santo danneggia l'ambiente?

Sin dai tempi degli Incas, il profumato albero di palo santo è stato raccolto dagli sciamani in Perù ed Ecuador, che usano i suoi oli essenziali o il fumo per purificare gli spiriti maligni prima di iniziare i rituali di ayahuasca o per aiutare i morenti nei loro viaggi nell'aldilà. L'atto stesso di cercare il legno da parte dello sciamano è una parte fondamentale di questo processo spirituale. Solo le piante mature, intorno ai 50-70 anni di età, sviluppano il "cuore", un nucleo denso e profondamente resinato, necessario per la distillazione in un olio essenziale. E gli alberi di palo santo producono i migliori oli quando muoiono naturalmente e siedono sul suolo della foresta per diversi anni. 

Possiamo ottenere lo stesso effetto spirituale da una scatola di bastoncini di provenienza discutibile catturata su Amazon? Lo penseresti così: il profumo di questo "legno sacro" (una traduzione dallo spagnolo) ammaliante, speziato e agrumato è ovunque in questi giorni, infuso nelle candele; che si diffonde dagli studi di yoga; in vendita presso negozi mistici, negozi di casalinghi e Anthropologie. Puoi acquistare bastoncini di palo santo da Etsy e seguirli su YouTube mentre una donna con indumenti da yoga insegna agli spettatori come pulire una stanza senza bruciarla.

È vero, le sbavature con il palo santo hanno raggiunto lo status di ultima moda. Una rapida ricerca a #palosanto il giorno di Capodanno ha rivelato che un sacco di palo santo è andato negli Stati Uniti mentre le persone sporcano le loro case per bandire gli spiriti maligni e dare il benvenuto a un promettente anno nuovo. “Bruciare Palo Santo e pulire! Così entusiasta di essere in un nuovo anno! Ho buone sensazioni per quest'anno! " ha dichiarato un utente Twitter.

Vedi anche  6 semplici modi per eliminare l'energia negativa

Il Palo Santo è una specie minacciata?

Ma alcuni blogger del benessere hanno suggerito che il palo santo è in grave pericolo. Se lo è, il tuo rituale di sbavatura potrebbe contribuire all'annientamento di un albero sacro. È un brutto scherzo, quindi volevo sapere: le voci sono vere? 

Per prima cosa, chiariamo un po 'di confusione. In realtà ci sono due alberi chiamati palo santo. Uno, noto come Bulnesia sarmientoi , cresce in Paraguay, Argentina e Bolivia; questa pianta è stata infatti inserita nella Lista rossa delle specie minacciate dall'Unione internazionale per la conservazione della natura, la principale organizzazione dedicata al monitoraggio della conservazione globale di piante e animali. A causa del sovrasfruttamento e della perdita di habitat, l'albero è vicino all'estinzione. 

L'altra specie, Bursera graveolens, è anche chiamato palo santo ma si avvicina all'equatore e non è ancora sulla Lista Rossa. Questo è l'albero spesso usato per scopi spirituali. Ma solo perché non è nella lista di controllo non significa che non sia minacciato. Con le sue radici lunghe e poco profonde, questo albero prospera nelle foreste tropicali secche dal Messico al Perù, in aree che subiscono gravi siccità per un massimo di sette mesi alla volta. Poiché queste foreste hanno stagioni secche così estreme, sono particolarmente vulnerabili all'erosione del suolo se il mix di flora e fauna è compromesso a causa della raccolta eccessiva o del taglio netto. "Solo il 5-10 per cento delle foreste tropicali secche è ancora intatto in tutto il mondo", ha detto al New York Times Susan Leopold, PhD, direttore esecutivo di United Plant. Mentre questi ecosistemi svaniscono, avverte, il palo santo potrebbe andare con loro.

Vedi anche  Affrontare l'odore e la sensibilità in classe

In Perù, ad esempio, le foreste di palo santo sono state devastate per il mercato industriale, che ha costretto il governo del paese a classificare la Bursera graveolens come "a rischio critico". Mentre il taglio di alberi vivi è vietato qui, è difficile da applicare. E a circa $ 4 per libbra a livello locale, il legno è abbastanza prezioso che le persone rischiano multe e carcere per trarne profitto. Il National Forest and Wildlife Service (SERFOR) del Perù ha riferito che un camion che trasportava quasi 10.000 libbre di legno illegale di palo santo è stato intercettato il 26 dicembre 2019, diretto a Lambayeque, una città nota per i suoi importanti resti archeologici. Solo due mesi prima erano state intercettate altre 7.500 libbre, il legno nascosto tra banane e limoni per mascherarne il profumo caratteristico.

Per uno sguardo più intimo sulla situazione, ho contattato la mia amica, la designer Fiorella Yaksetig di Lima. Recentemente si è recata nel nord del Perù dove cresce il palo santo e ha parlato con i contadini che lo coltivano (forse illegalmente). Ha confermato che le foreste di palo santo sono state devastate. "È stato piantato e tagliato così tante volte che le terre in cui vive non possono più sostenerlo e semplicemente non fiorisce come una volta", mi ha detto. "L'albero si sta estinguendo."

Sebbene sia improbabile che tutti questi alberi raccolti fossero destinati ai mercati del benessere e dei rituali, la domanda combinata con pratiche illegali e insostenibili potrebbe portare alla scomparsa per sempre delle foreste di palo santo peruviane. Dato quanto è alta la posta in gioco, quanto ti fidi di una fonte online per darti lo scoop diretto su come è stato raccolto quell'albero a migliaia di miglia di distanza?

Vedi anche  I migliori pacchetti di incenso   

Palo Santo sostenibile

Il recente interesse internazionale per il palo santo come aiuto spirituale sta aumentando il valore del legno e, in alcuni casi, influenzando il modo in cui le comunità locali considerano l'albero e il suo ecosistema. A Boston, un contenitore delle dimensioni di una scatola di fiammiferi - circa un'oncia - di bastoncini di palo santo raccolti dal Perù (e certificati SERFOR) costa $ 7, che equivale a $ 112 per libbra, circa 28 volte il prezzo in Perù. Anche tenendo conto dei costi di trasporto, marketing e imballaggio, il denaro è ancora significativo.

In effetti, in Ecuador, le persone stanno iniziando a utilizzare gli enormi profitti del mercato del benessere per sostenere pratiche di raccolta sostenibili in cui l'albero prospera. Ecuadorian Hands, un rivenditore online con sede in Ecuador che vende "artigianato ecologico", ha pubblicato un video sul suo sito web che mostra i lavoratori che raccolgono il palo santo per il commercio spirituale. Niente motoseghe qui. Piccoli gruppi sfrecciano attraverso foreste sane in motocicletta alla ricerca di alberi morti e vecchi. Impiegano un'intera giornata per individuare due esemplari caduti. Una volta fatto, vestono i bauli con i machete tagliando via la corteccia ammorbidita dalle termiti per rivelare il cuore dell'albero, quindi imballano il legno in sacchi intrecciati, lo legano alla parte posteriore delle loro biciclette e tornano all'area di produzione . Lì, il legno viene distillato in olio essenziale, tagliato a bastoncini di incenso,o realizzati in perle ornamentali e gioielli. Ecuadorian Hands afferma che i soldi delle esportazioni sostengono il rimboschimento e progetti di educazione sostenibile, e pubblica regolarmente video a sostegno di queste dichiarazioni.

Altri fornitori, come Sacred Wood Essence, hanno collaborato con la Bolívar Tello Community Association dell'Ecuador (premiata con l'Equator Prize del Programma di sviluppo delle Nazioni Unite, che riconosce gli sforzi della comunità per ridurre la povertà attraverso la conservazione e la sostenibilità) per estrarre l'olio di palo santo dai semi dell'albero, piuttosto che dal legno stesso. Questa tecnica consente alla comunità locale di trarre profitto dal palo santo senza distruggere un solo albero. Il denaro ricavato dalla vendita di olio essenziale paga il rimboschimento. Dal 2010, secondo le Nazioni Unite, decine di migliaia di alberelli sono stati piantati in questo fragile paesaggio per sostenere la prossima generazione di raccolta del petrolio.

Vedi anche  5 buoni acquisti da marchi che restituiscono

Quindi, in teoria, se stai attento e fai le tue ricerche, il tuo acquisto di palo santo potrebbe supportare uno sviluppo positivo in alcune regioni.

Palo Santo e appropriazione culturale

Ma rimarrà sempre la questione più spinosa dell'appropriazione culturale e delle sbavature. Se non sei indigeno, dovresti anche usare il palo santo come aiuto spirituale? 

Per avere indicazioni, mi sono rivolto alla professoressa della Brown University Adrienne Keene, cittadina della nazione Cherokee ed esperta sull'argomento. In un saggio del 2018 pubblicato sul suo blog Native Appropriations, un forum per discutere le rappresentazioni dei popoli nativi, ha scritto un argomento tremendamente commovente contro l'uso non indigeno di bastoncini sbavanti. Il pezzo, innescato da uno "Starter Witch Kit" di cui ha sentito parlare (dal momento che è stato ritirato dal mercato), è inquadrato nel contesto vergognoso della soppressione europea-americana delle tradizioni e delle lingue native.

Per secoli, scrive, i nativi sono stati costretti a praticare le loro usanze - come bruciare la salvia bianca - in segreto, fino all'approvazione dell'American Indian Religious Freedom Act nel 1978. Era solo 42 anni fa. Ora, dice con comprensibile risentimento, le sbavature sono diventate solo un'altra forma di intrattenimento da confezionare e monetizzare. “La vendita della spiritualità dei nativi è facilmente un'industria da un milione di dollari, senza nemmeno includere tutti gli avvoltoi della cultura e gli sciamani bianchi che vendono false cerimonie. Chi trae vantaggio dalla vendita di questi prodotti? Non nativi. "

Guarda  Live Be Yoga prende una lezione di yoga mista a spiritualismo dei nativi americani

Keene sostiene che quando si scelgono i rituali, le persone dovrebbero considerare la propria eredità. “Scopri cosa possono aver bruciato i tuoi antenati per la purificazione e usalo. A meno che tu non sia Native, probabilmente non era la salvia bianca. Scusate. So che non sei abituato a sentire che non puoi avere qualcosa. Ma non puoi averlo. "

I popoli nativi hanno combattuto a lungo e duramente per il diritto di affermare questo. Se Keene dice di non bruciare la salvia bianca, non lo farò. 

Detto questo, le nostre storie individuali spesso non sono ben confezionate. La fretta di decodificare il nostro DNA ha risvegliato molti di noi al nostro patrimonio complesso. Quando i gruppi migrano per sfuggire all'oppressione, alle minacce ecologiche o al genocidio, perdono o rielaborano le loro identità spirituali e ne adottano di nuove. Quindi, se abbiamo imparato qualcosa da siti come ancestry.com, è che la cultura e l'identità sono molto più fluide di quanto pensassimo una volta. Questo è il motivo per cui anche legare le nostre pratiche al nostro patrimonio genetico specifico potrebbe non sembrare esattamente corretto.

Forse un modo migliore per trovare un'erba o una resina da sfumare è onorare gli spiriti della regione in cui viviamo. Cosa cresce lì? Cosa c'è in abbondanza? Cosa puoi coltivare sul davanzale della finestra o in giardino o trovare allo stand dell'azienda agricola locale?  

La storia peruviana è per molti versi diversa dalla storia degli Stati Uniti, quindi sono tornato ancora una volta dal mio amico peruviano per una guida. "Dal momento che il palo santo è ora coltivato per l'esportazione", ha scritto Yaksetig, "ha perso gran parte del suo significato". Quindi eccolo. Mentre brujos (stregoni) e curanderos (sciamani) una volta usavano il palo santo per rimuovere gli spiriti e l'energia dannosa e persino scolpivano rami in figure simili a voodoo, nel Perù moderno, la pianta viene ora bruciata principalmente come repellente per insetti. Gli usi sciamanici sono diminuiti; è più redditizio che spirituale.

Vedi anche  Green Your Practice: 39 Eco-Friendly Yoga Essentials

Ma la mia domanda ha scatenato una discussione tra Yaksetig e la sua famiglia, che non aveva ancora avuto con i suoi genitori e nonni. "Dopo molte lunghe conversazioni, i membri della mia famiglia (tutti peruviani) hanno convenuto che usare il palo santo come purificatore spirituale in qualsiasi luogo diverso dal Perù è un po 'strano", mi ha detto. “Molti membri della mia famiglia hanno detto che avrebbero disprezzato e disapprovato qualcuno che lo usa spiritualmente poiché è usato raramente in Perù al giorno d'oggi. Sarebbe strano praticarlo come una tradizione peruviana poiché è speciale ed è usato raramente in questo modo qui ".

Il rispetto per le tradizioni di una cultura, anche condividendole, può favorire una più profonda comprensione tra le persone. Ma farlo richiede rigore, che è forse la parte più potente del saggio di Keene: "Quello che mi interessa è la rimozione del contesto dalle conversazioni sull'appropriazione culturale, la cancellazione della storia dolorosa e violenta intorno alla soppressione della spiritualità nativa, le lotte in corso Gli studenti e le persone native hanno nel praticare le loro convinzioni, e le società non native e gli individui non nativi che stanno facendo soldi con queste storie e tradizioni senza capire il danno che stanno mettendo in atto ". 

Coltiva le tue erbe detergenti

Guarda la mappa e le descrizioni per una carrellata sulle piante di tutti i giorni che puoi acquistare o coltivare per bruciare come alternative alla salvia bianca e al palo santo. Se stai coltivando la tua vegetazione, scegli piante che possano prosperare nella tua zona. 

Raccomandato

Posa della sfida: cavalletta
5 modi per fai da te il tuo santuario yoga a casa
Come 31 giorni di meditazione in movimento hanno aiutato uno yogi a rallentare