Yoga 101: una guida per principianti alla pratica, alla meditazione e ai sutra

1. Che cos'è lo yoga?

La parola yoga, dalla parola sanscrita yuj significa aggiogare o legare, ed è spesso interpretata come "unione" o metodo di disciplina. Un maschio che pratica yoga è chiamato yogi, praticante donna, yogini.

Si ritiene che il saggio indiano Patanjali abbia raccolto la pratica dello yoga nello Yoga Sutra circa 2.000 anni fa. Il Sutra è una raccolta di 195 affermazioni che funge da guida filosofica per la maggior parte dello yoga praticato oggi. Delinea anche otto arti dello yoga: yama (restrizioni), niyama (osservanze), asana (posture), pranayama (respirazione), pratyahara (ritiro dei sensi), dharana (concentrazione), dhyani (meditazione) e samadhi(assorbimento). Mentre esploriamo questi otto arti, iniziamo a perfezionare il nostro comportamento nel mondo esterno, e poi ci concentriamo all'interno fino a raggiungere il samadhi (liberazione, illuminazione).

Oggi, la maggior parte delle persone che praticano yoga sono impegnate nel terzo arto, asana, che è un programma di posture fisiche progettato per purificare il corpo e fornire la forza fisica e la resistenza necessarie per lunghi periodi di meditazione.

Leggi gli Yoga Sutra di Patanjali

2. Cosa significa Hatha?

La parola hatha significa ostinato o forte. Hatha yoga si riferisce a una serie di esercizi fisici (noti come asana o posture) e sequenze di asana, progettate per allineare la pelle, i muscoli e le ossa. Le posture sono anche progettate per aprire i molti canali del corpo, specialmente il canale principale, la colonna vertebrale, in modo che l'energia possa fluire liberamente.

Hatha è anche tradotto come ha che significa "sole" e tha che significa "luna". Questo si riferisce all'equilibrio degli aspetti maschili - attivo, caldo, solare - e femminile - ricettivo, freddo, lunare - dentro tutti noi. Hatha yoga è un percorso verso la creazione di equilibrio e l'unione degli opposti. Nel nostro corpo fisico sviluppiamo un equilibrio di forza e flessibilità. Impariamo anche a bilanciare il nostro sforzo e ad arrenderci in ogni posa.

Hatha yoga è un potente strumento per l'auto-trasformazione. Ci chiede di portare la nostra attenzione sul nostro respiro, che ci aiuta a calmare le fluttuazioni della mente ed essere più presenti nello svolgersi di ogni momento.

Vedi anche  Il significato di Namaste

3. Cosa significa Om?

Om è un mantra, o vibrazione, che viene tradizionalmente cantato all'inizio e alla fine delle sessioni di yoga. Si dice che sia il suono dell'universo. Cosa significa?

In qualche modo gli antichi yogi sapevano quello che oggi ci dicono gli scienziati: che l'intero universo si sta muovendo. Niente è mai solido o immobile. Tutto ciò che esiste pulsa, creando una vibrazione ritmica che gli antichi yogi riconoscevano con il suono di Om. Potremmo non essere sempre consapevoli di questo suono nella nostra vita quotidiana, ma possiamo sentirlo nel fruscio delle foglie autunnali, nelle onde sulla riva, all'interno di una conchiglia.

Cantare Om ci permette di riconoscere la nostra esperienza come un riflesso di come si muove l'intero universo: il sole che tramonta, la luna nascente, il flusso e il riflusso delle maree, il battito dei nostri cuori. Mentre cantiamo Om, ci porta a fare un giro in questo movimento universale, attraverso il nostro respiro, la nostra consapevolezza e la nostra energia fisica, e iniziamo a percepire una connessione più grande che è sia edificante che calmante.

Leggi Luce sugli Yoga Sutra di Patanjali

4. Devo essere vegetariano per praticare lo yoga?

Il primo principio della filosofia yoga è ahimsa, che significa non danneggiare se stessi e gli altri. Alcune persone interpretano questo per includere il non mangiare prodotti animali. C'è un dibattito su questo nella comunità dello yoga - credo che sia una decisione personale che ognuno deve prendere da sé. Se stai pensando di diventare vegetariano, assicurati di prendere in considerazione i tuoi problemi di salute personale e di come le tue scelte influenzeranno le persone con cui vivi. Essere vegetariani non dovrebbe essere qualcosa che imponi agli altri: quel tipo di azione aggressiva in sé non è un'espressione di ahimsa.

Vedi anche  Ahimsa significa che non posso mangiare carne?

5. Quante volte a settimana dovrei esercitarmi?

Lo yoga è fantastico, anche se pratichi solo un'ora alla settimana, sperimenterai i benefici della pratica. Se puoi fare di più, sperimenterai sicuramente più vantaggi. Suggerisco di iniziare con due o tre volte alla settimana, per un'ora o un'ora e mezza ogni volta. Se puoi fare solo 20 minuti per sessione, va bene anche questo. Non lasciare che i vincoli di tempo o gli obiettivi non realistici siano un ostacolo: fai quello che puoi e non preoccuparti. Probabilmente scoprirai che dopo un po 'il tuo desiderio di esercitarti si espande naturalmente e ti ritroverai a fare sempre di più.

Prova QuickFit Yoga Poses Poster

6. In che modo lo yoga è diverso dallo stretching o da altri tipi di fitness?

A differenza dello stretching o del fitness, lo yoga è molto più che una semplice postura fisica. L'ottuplice sentiero di Patanjali illustra come la pratica fisica sia solo un aspetto dello yoga. Anche all'interno della pratica fisica, lo yoga è unico perché colleghiamo il movimento del corpo e le fluttuazioni della mente al ritmo del nostro respiro. Connettere la mente, il corpo e il respiro ci aiuta a dirigere la nostra attenzione verso l'interno. Attraverso questo processo di attenzione interiore, impariamo a riconoscere i nostri schemi di pensiero abituali senza etichettarli, giudicarli o cercare di cambiarli. Diventiamo più consapevoli delle nostre esperienze di momento in momento. La consapevolezza che coltiviamo è ciò che rende lo yoga una pratica, piuttosto che un compito o un obiettivo da completare. Molto probabilmente il tuo corpo diventerà molto più flessibile facendo yoga, e così anche la tua mente.

Prova i legging Capri a vita alta con aerografo da donna Alo Yoga

7. Lo yoga è una religione?

Lo yoga non è una religione. È una filosofia iniziata in India circa 5.000 anni fa. Si dice che il padre dell'ashtanga yoga classico (il sentiero degli otto rami, da non confondere con l'Ashtanga yoga di Sri K. Pattabhi Jois) sia Patanjali, che scrisse lo Yoga Sutra. Queste scritture forniscono una struttura per la crescita spirituale e la padronanza del corpo fisico e mentale. Lo yoga a volte intreccia altre filosofie come l'induismo o il buddismo, ma non è necessario studiare quei percorsi per praticare o studiare lo yoga.

Inoltre, non è necessario abbandonare le proprie convinzioni religiose per praticare lo yoga.

Vedi anche  Lo yoga è una religione?

8. Non sono flessibile, posso fare yoga?

Sì! Sei un candidato perfetto per lo yoga. Molte persone pensano di dover essere flessibili per iniziare lo yoga, ma è un po 'come pensare che devi essere in grado di giocare a tennis per prendere lezioni di tennis. Vieni come sei e scoprirai che la pratica dello yoga ti aiuterà a diventare più flessibile.

Questa ritrovata agilità sarà bilanciata da forza, coordinazione e migliore salute cardiovascolare, oltre a un senso di fiducia fisica e benessere generale.

Vedi anche  Patanjali non ha mai detto nulla sulla flessibilità illimitata

9. Di cosa ho bisogno per iniziare?

Tutto ciò di cui hai veramente bisogno per iniziare a praticare yoga è il tuo corpo, la tua mente e un po 'di curiosità. Ma è anche utile avere un paio di leggings da yoga, o pantaloncini, e una maglietta che non sia troppo larga. Non è richiesta alcuna calzatura speciale perché sarai a piedi nudi. È bello portare un asciugamano in classe con te. Man mano che la tua pratica si sviluppa potresti voler acquistare il tuo tappetino da yoga, ma la maggior parte degli studi avrà a disposizione tappetini e altri oggetti di scena.

Prova Yogitoes Manduka Yoga Mat Towel

10. Perché dovresti evitare di mangiare 2-3 ore prima della lezione?

Nella pratica yoga ci giriamo da un lato all'altro, capovolgiamo e ci pieghiamo in avanti e indietro. Se non hai completamente digerito il tuo ultimo pasto, ti si farà conoscere in modi che non ti stanno bene. Se sei una persona con un sistema digerente ad azione rapida e hai paura di avere fame o sentirti debole durante la lezione di yoga, prova uno spuntino leggero come yogurt, qualche frutta secca o succo da circa 30 minuti a un'ora prima della lezione.

Vedi anche  AcroYoga 101: una sequenza classica per principianti

Tieni presente che forniamo in modo indipendente tutti i prodotti che presentiamo su yogajournal.com. Se acquisti dai link sul nostro sito, potremmo ricevere una commissione di affiliazione, che a sua volta supporta il nostro lavoro.

Raccomandato

Posa di pesce
Sequenza per principianti di 30 minuti per ripristinare la tua prospettiva sulla vita
Supporto sulle spalle