Introduzione all'Ayurveda: i tre dosha

L'Ayurveda, che si traduce come "conoscenza della vita", risale a 5.000 anni fa, agli antichi testi sanscriti, i Veda. È un sistema di guarigione che esamina la costituzione fisica, la natura emotiva e la prospettiva spirituale nel contesto dell'universo. Secondo la filosofia, la forza vitale universale si manifesta come tre diverse energie, o dosha, note come vata, pitta e kapha. Siamo tutti costituiti da una combinazione unica di queste tre forze. Sebbene tutti ne abbiano alcuni, la maggior parte delle persone tende ad avere un'abbondanza di uno o due dei dosha. Questa combinazione unica è determinata al momento del concepimento ed è il tuo progetto personale, o prakriti(natura). Mentre ti muovi nella vita, la proporzione di ciascuno dei tre dosha fluttua costantemente in base al tuo ambiente, alla tua dieta, alle stagioni, al clima, alla tua età e a molti altri fattori. Man mano che entrano e fuori equilibrio, i dosha possono influire sulla salute, sul livello di energia e sull'umore generale.

I tre dosha

Kapha

I tipi Kapha hanno una struttura forte e sono naturalmente atletici fintanto che si esercitano regolarmente per gestire la loro tendenza ad aumentare di peso. L'influenza degli elementi terra e acqua li rende innatamente stabili, compassionevoli e leali. Apprezzano fare le cose in modo metodico, passo dopo passo e preferiscono una routine regolare nella loro vita personale e professionale. Quando sono squilibrati, possono diventare immotivati, testardi e compiacenti anche quando è necessario un cambiamento. Il loro metabolismo tende ad essere lento e il loro appetito sia per il cibo che per la stimolazione è meno intenso rispetto ai tipi vata o pitta. Traggono vantaggio dall'esposizione a nuovi ambienti, persone e, occasionalmente, dal digiuno.

Pitta

I tipi Pitta sono dominati dall'elemento fuoco, che li rende innatamente forti, intensi e irritabili. Tendono ad avere una corporatura media e una resistenza con una muscolatura potente. Hanno spesso la pelle lentigginosa che si arrossa facilmente al sole, durante l'esercizio, il massaggio e quando arrossiscono. Hanno una forte volontà e sono bravi a fare ciò che pensano sia giusto. Si avvicinano al lavoro e giocano con la stessa intensità e competitività. Sono leader naturali e studenti veloci la cui capacità di comprendere e padroneggiare facilmente nuove abilità e concetti può renderli giudicanti o impazienti nei confronti delle persone che sentono essere più lenti o meno concentrate di loro. Hanno una forte digestione e appetiti intensi, sia per il cibo che per le sfide. Se saltano un pasto, è probabile che diventino scontrosi e potrebbero invece "mordere" qualcuno.È normale che soffrano di condizioni di salute come infiammazioni, eruzioni cutanee, acne e feci molli. Per avere equilibrio, le Pitta devono gestire le loro tendenze "focose", canalizzandole in modi produttivi e imparando a riconoscere il loro potere distruttivo.

Vata

I tipi Vata tendono ad essere magri e allampanati. Sono molto attivi mentalmente e fisicamente e amano gli sforzi creativi, incontrano nuove persone e viaggiano in posti nuovi. Quando sono equilibrati, i vata sono flessibili, hanno un'immaginazione vivace e sono pensatori originali. Quando sono sbilanciati, possono diventare ansiosi, infondati e possono sembrare "instabili" riguardo all'adempimento degli impegni, al rispetto di una routine e al completamento dei progetti. Tendono a funzionare freddi e secchi e godono di un clima caldo e umido. È comune per i tipi di vata provare mani e piedi freddi, stitichezza, pelle secca e articolazioni screpolate. L'influenza dell'elemento aria nella loro costituzione fa sì che la loro energia, umore e appetito fluttuino drammaticamente. Per questo motivo i tipi di vata spesso non riescono a mangiare e dormire regolarmente, passando dal mangiare cibi pesanti a macinare e sedarsi,o ingerire stimolanti come caffè e zucchero per sostenere un'intensa attività fisica o mentale. L'insonnia e la bassa immunità sono problemi molto comuni per le persone sensibili.

Bi-dosico

Bi-doshic indica che condividete fortemente le qualità con due tipi di doshic, ed è in realtà come sono la maggior parte di noi. Le persone con una doppia costituzione (vata-pitta, pitta-kapha e vata-kapha) sono, in un certo senso, "divise". In determinate condizioni, un dosha predominerà e in altre circostanze lo farà l'altro dosha. Il modo migliore per gestire la prakriti bi-dosica è la stagione. Ad esempio, se hai un vata-pitta o vata-kapha prakriti, durante l'autunno, che è una stagione di vata, seguirai un regime di diminuzione del vata. Durante la stagione calda, seguiresti un regime di riduzione del pitta. Durante la stagione fredda e umida, seguiresti il ​​kapha.

Tri-dosico

Tri-doshic significa avere la stessa quantità di ogni influenza doshic. La persona tridosica può essere molto forte, stabile e adattabile quando è in equilibrio. Quando sono fuori equilibrio, tuttavia, possono sperimentare cattive condizioni di salute. La chiave è preservare il tuo equilibrio personale è affinare la tua sensibilità per notare potenziali squilibri che possono derivare dal tuo ambiente o da squilibri alimentari o emotivi e adottare pratiche che controbilancino queste influenze. Ad esempio, in autunno, una persona tridosica agirebbe se fosse una persona con una costituzione vata e seguisse uno stile di vita e una dieta bilanciati dal vata. Lo stesso vale per le altre stagioni: adotta un regime di bilanciamento del pitta quando il clima è caldo e un regime di bilanciamento del kapha quando il clima è freddo e umido.

Rispondi al nostro quiz per scoprire il tuo dosha.

Raccomandato

Guerrieri sul ghiaccio
Come coltivare un cuore coraggioso
Gli eroi, i santi e i saggi dietro i nomi delle pose yoga