Domande e risposte: è sicuro fare inversioni con la pressione alta?

D: Ho la pressione alta controllata dai farmaci. È sicuro praticare le inversioni, in particolare la posizione sulle spalle e sulla testa?

—Diane Kane, Kirkland, Washington

La risposta di Roger Cole:

Dovresti verificare con il tuo medico il tuo caso individuale, ma il consiglio medico standard per le persone la cui pressione sanguigna è controllata dai farmaci è quello di impegnarsi in esercizio fisico e altre attività salutari che una persona con pressione sanguigna normale farebbe. Pertanto, sembra ragionevole che tu possa introdurre in sicurezza le inversioni se lo fai gradualmente. In effetti, le inversioni innescano diversi riflessi che riducono temporaneamente la pressione sanguigna, quindi in teoria, la pratica regolare può migliorare il trattamento della pressione alta. Si noti, tuttavia, che le persone la cui pressione alta non è sotto controllo dovrebbero prima abbassare la pressione con altri mezzi prima di praticare le inversioni.

Innanzitutto, lascia che ti spieghi come le inversioni influenzano la pressione sanguigna. In una postura invertita, la gravità fa aumentare la pressione all'interno dei vasi sanguigni (arterie, vene e capillari) della testa e del collo. I vasi del cervello e degli occhi sono ampiamente protetti da questo aumento di pressione perché sono immersi nel liquido (liquido cerebrospinale all'interno del cranio e umore vitreo negli occhi) la cui pressione aumenta anche durante le inversioni: la pressione del fluido che spinge dentro le pareti dei vasi sanguigni dall'esterno contrasta la pressione del sangue che spinge verso l'esterno sulle pareti dei vasi dall'interno.

I vasi sanguigni che si trovano all'esterno del cranio e degli occhi, come quelli che riforniscono il rivestimento interno del naso, non hanno questa protezione. Molti invece sono protetti dai riflessi locali che rispondono all'elevata pressione sanguigna contraendo i muscoli delle pareti dei vasi. Questa contrazione impedisce che le pareti dei vasi vengano tese eccessivamente. Se le inversioni vengono introdotte gradualmente, in teoria stai rafforzando sistematicamente i muscoli delle pareti dei vasi sfidandoli a contrarsi contro una pressione sempre maggiore.

L'aumento della pressione sanguigna nella testa durante un'inversione dipende principalmente da due fattori: quanto si trova il cuore sopra la testa e quanto si trovano le gambe e il tronco al di sopra del cuore. Pertanto, una postura leggermente invertita come Adho Mukha Svanasana (cane rivolto verso il basso), che solleva il cuore solo un po 'sopra la testa e non solleva le gambe, aumenta solo un po' la pressione nella testa. Il Setu Bandha Sarvangasana supportato (posizione del ponte, sdraiato sui cuscini, gambe orizzontali, piedi all'altezza dei fianchi) aumenta la pressione nella testa un po 'di più perché il

le gambe e il tronco sono leggermente al di sopra del cuore e il cuore è leggermente al di sopra della testa. Salamba Sarvangasana (Spalla) aumenta la pressione nella testa ancora di più, perché le gambe e il tronco sono sollevati alla loro massima posizione verticale sopra il cuore, e il cuore è sollevato leggermente più in alto sopra la testa che in Setu Bandha. Sirsasana (Headstand) aumenta maggiormente la pressione sanguigna nella testa, perché le gambe e il tronco sono sollevati al massimo e la testa è il più in basso

il cuore che può ottenere.

Per praticare in sicurezza le inversioni, ti consiglio di introdurle nell'arco di diversi mesi, iniziando prima con inversioni lievi o parziali, quindi tentando gradualmente inversioni più ripide e passando alla verticale sulla testa

scorso.

Roger Cole, Ph.D., è un insegnante certificato di Iyengar Yoga e uno scienziato ricercatore specializzato nella fisiologia del rilassamento, del sonno e dei ritmi biologici. Forma insegnanti e studenti di yoga in anatomia, fisiologia e pratica di asana e pranayama. Insegna workshop in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni, visitare //rogercoleyoga.com.

Raccomandato

Ottimizzazione dei chakra del nuovo anno
Sii Uno con la Terra: Energia Elementale dei Chakra
Posa della sfida: Hanumanasana