Fallire meglio: imparare ad appoggiarsi all'ignoto

Questo estratto dal nuovo libro di Pema Chodron Fail, Fail Again, Fail Better offre saggi consigli per i tempi della vita in cui le cose non vanno come volevi.

"Mai provato. Mai fallito. Non importa. Riprova. Fallisci di nuovo. Fallire meglio. "

- Samuel Beckett

Nessuno sa mai cosa succederà dopo. Ma questi tempi di transizione - tra qualcosa che viene impostato e le cose che sono incerte - sono momenti di enorme potenziale. Tutto è possibile.

Se c'è un'abilità che non viene sottolineata molto, ma è davvero necessaria, è saper fallire bene. La raffinata arte del fallimento. C'è molta enfasi sul successo. E indipendentemente dal fatto che acquistiamo l'hype o meno, vogliamo tutti avere successo, soprattutto se consideri il successo come "funziona nel modo in cui lo desidero". Sai che si sente bene nell'intestino e nel cuore perché ha funzionato. Quindi fallire con questa definizione è che non ha funzionato come volevi. E [fallire] è ciò per cui di solito non ci prepariamo molto.

Quindi fallisci, fallisci di nuovo, fallisci meglio. È come diventare bravo a trattenere la crudezza della vulnerabilità nel tuo cuore. O come diventare bravo a "accogliere gli sgraditi". Questa è una citazione del fondatore di Passage Works, che porta l'educazione contemplativa nelle scuole elementari. Accogliere gli sgraditi.

Accetta il fallimento per quello che è

Bene, una delle cose che voglio dire sul fallimento è che sembra molto crudo. Penso che la cosa più significativa sia che di solito la pensiamo come qualcosa che ci accade dall'esterno, giusto? Non possiamo entrare in una buona relazione o siamo in una relazione che finisce dolorosamente o non possiamo trovare un lavoro. Oppure siamo licenziati dal lavoro che abbiamo. Oppure non otteniamo i voti che vogliamo, o un numero qualsiasi di non ottenere le cose nel modo in cui vogliamo che siano che pensiamo al fallimento come a qualcosa che ci accade. Di solito ci sono due modi per affrontarlo. Diamo la colpa a qualcun altro oa qualcun altro: l'organizzazione, il nostro capo o il nostro partner, qualunque cosa. Ci allontaniamo dalla crudezza, dal tenere la crudezza della vulnerabilità nel nostro cuore, incolpandola dell'altro.

L'altra cosa veramente comune, che probabilmente è inerente a qualunque approccio adottiamo, è che ci sentiamo davvero male con noi stessi e ci etichettiamo come "un fallimento". Abbiamo la sensazione che ci sia qualcosa di fondamentalmente sbagliato in noi, qualcosa di fondamentalmente sbagliato in noi. Credo che questo è ciò che abbiamo bisogno di un sacco di aiuto con: questa sensazione che ci sia qualcosa di sbagliato in noi, che  siamo  in realtà siamo un fallimento a causa del rapporto non lavorare fuori, il lavoro non lavorando, o qualunque cosa sia, opportunità pasticciata , facendo qualcosa che fallisce.

VEDI ANCHE  Impara a perdonare te stesso

Trova l'opportunità nel fallimento

Uno dei modi per tirarti su o aiutarti a trattenerlo è iniziare a chiederti cosa sta realmente accadendo quando c'è un fallimento. Così qualcuno mi ha dato una citazione, qualcosa da Ulisse di James Joyce  dove Joyce ha scritto su come il fallimento può portare alla scoperta. E in realtà non ha usato la parola "fallimento"; ha usato la parola "errore", come nel commettere un errore. Ha detto che gli errori possono essere "i portali della scoperta". In altre parole, gli errori sono il portale per la creatività, per imparare qualcosa di nuovo, per avere uno sguardo nuovo sulle cose.

Puoi permetterti di sentire quello che provi quando le cose non vanno come vorresti che andassero? Quando le cose non vanno come speravi, desideravi e desideravi che andassero?

A volte provi il fallimento delle aspettative come crepacuore e delusione, ea volte provi rabbia. Il fallimento o le cose che non funzionano come speravi non si sentono bene; Certamente. Ma a quel tempo, forse invece di fare la cosa abituale di etichettarti come un "fallimento" o un "perdente" o pensare che ci sia qualcosa che non va in te, potresti incuriosirti di quello che sta succedendo. Ed è proprio qui che penso che la tua educazione tornerà utile.

Se riesci a ricordare che non sai mai dove porterà qualcosa. Diventando curioso delle circostanze esterne e di come ti stanno influenzando, notando quali parole escono e qual è la tua discussione interna, questa è la chiave. Se vuoi essere un essere umano completo e completo, se vuoi essere genuino e non fingere che tutto sia in un modo o nell'altro ma puoi tenere la pienezza della vita nel tuo cuore, allora questa è l'opportunità quando tu può essere curioso di quello che sta succedendo e ascoltare le trame. E non compri le trame che danno la colpa a tutti gli altri. E non compri nemmeno le trame che danno la colpa a te stesso.

VEDERE ANCHE  L'esperimento della resa: come uno yogi ha trovato la "perfezione della vita"

Usa il fallimento per andare avanti

"Fallire meglio" significa che inizi ad avere la capacità di trattenere la crudezza della vulnerabilità nel tuo cuore, e vederlo come la tua connessione con altri esseri umani e come parte della tua umanità. Fallire meglio significa che quando queste cose accadono nella tua vita, diventano una fonte di crescita, una fonte di avanzamento, una fonte di fuori da quel luogo di crudezza che puoi davvero comunicare in modo genuino con le altre persone.

Le tue migliori qualità vengono fuori da quel posto perché è incustodito e non ti stai schermando. Fallire meglio significa che il fallimento diventa un terreno ricco e fertile invece che solo un altro schiaffo in faccia. E quindi posso dirti che è da questo stesso spazio che derivano le nostre migliori qualità umane di coraggio, gentilezza e capacità di raggiungerci e prenderci cura l'uno dell'altro. È qui che inizia la vera comunicazione con le altre persone, perché è uno spazio molto aperto e non custodito in cui puoi andare oltre la colpa e solo sentirne il sanguinamento, la qualità della carne cruda.

La domanda è: crescerai o rimarrai come sei senza paura e sprecherai la tua preziosa vita umana con lo status quo invece di essere disposto a rompere la barriera del suono? Rompere il soffitto di vetro, o qualunque cosa sia nella tua vita? Sei disposto ad andare avanti?

Suggerisco di trovare la volontà di andare avanti invece di rimanere fermi, che essenzialmente è tornare indietro, in particolare quando si ha una chiamata in qualche direzione. Quella chiamata deve essere risposta. E non funzionerà necessariamente nel modo in cui vorresti che funzionasse, ma ti porterà avanti e lascerai il nido. E questo non può mai essere un errore: volare invece di restare nel nido.

VEDERE ANCHE  Coltivare la bontà: come praticare la gentilezza amorevole

Adattato da Fail, Fail Again, Fail Better: Wise Advice for Leaning into the Unknown di Pema Chodron. Copyright © 2015 di Pema Chodron. Sarà pubblicato da Sounds True nel settembre 2015.

CIRCA L'AUTORE

Pema Chödrön  è una suora buddista di origine americana e autrice di molti classici spirituali, tra cui  When Things Fall Apart  (Shambhala, 2000) e  How to Meditate  (Sounds True, 2013). Serve come insegnante residente al monastero dell'abbazia di Gampo in Nuova Scozia ed è una studentessa di Dzigar Kongtrul, Sakyong Mipham Rinpoche e il defunto Chögyam Trungpa. Per ulteriori informazioni, visitare pemachodronfoundation.org.

Raccomandato

I body sono tornati: ecco come indossare la tendenza con sicurezza
3 passaggi per entrare nella svolta di Bharadvaja
Posa reclinabile da mano a alluce in 5 passaggi