9 rituali mattutini ayurvedici

Se quel mantra mattutino "alzati e risplendi" ti colpisce come l'ultimo ossimoro, potresti avere qualcosa da guadagnare dall'approccio dell'Ayurveda al risveglio. Secondo la filosofia ayurvedica, le scelte che fai riguardo alla tua routine quotidiana aumentano la resistenza alle malattie o la distruggono. L'Ayurveda richiede di iniziare bene la giornata concentrandosi su rituali mattutini che lavorano per allineare il corpo ai ritmi della natura, bilanciare i dosha e promuovere anche l'autostima insieme all'autodisciplina. Adottare solo una o più delle seguenti pratiche per un mese può alterare radicalmente la tua esperienza della giornata. Non sorprenderti se inizi a vedere le mattine sotto una nuova luce.

Beat the Sun: alzati dal letto almeno 20 minuti prima dell'alba. L' energia Vata riempie l'atmosfera durante queste ore prima dell'alba e poiché Vata è nota per il movimento, questo è il momento ideale per risvegliare il tuo corpo. "Svegliandoti prima dell'alba, sei esposto all'energia speciale nell'aria", afferma Vaidya Rama Kant Mishra, esperta ayurvedica di Colorado Springs, Colorado. "È una buona idea svegliarsi, uscire e avere quella brezza nel tuo corpo." Perché quando la luce del sole illumina il cielo, l'energia vata viene sostituita da kapha, o muscolo, energia, spiega Michael Sullivan, il direttore di Riverview Spa, un ritiro di yoga ayurvedico a Buckingham, Virginia. Sunrise significa che è ora di mettersi in movimento. E in effetti se sei già in piedi, la transizione sarà un gioco da ragazzi. Una volta che i tuoi piedi toccano il pavimento, assapora la quiete concedendoti un breve giro di pranayama e Saluti al sole o andando sul cuscino per una breve meditazione.

Attiva le tue interiora: la filosofia ayurvedica crede che il primo elemento che ingerisci crei l'atmosfera per il resto della giornata. Con questo pensiero in mente, bevi un bicchiere di acqua tiepida aromatizzata con una fetta fresca di limone o lime. Qui il ragionamento ayurvedico è duplice. L'acqua calda serve a stimolare il tratto gastrointestinale e la peristalsi, le onde di contrazioni muscolari all'interno delle pareti intestinali che mantengono le cose in movimento. In secondo luogo, i limoni e le limette sono ricchi di minerali e vitamine e aiutano a sciogliere ama , o tossine, nel tratto digerente.

Valore facciale: il sonno è duro sul viso. Risciacquare il viso al risveglio è un modo semplice per disperdere il calore, o l'energia residua di pitta, e preparare la pelle per le sfide della giornata, ovvero calore, stress e inquinamento. Pertanto Mishra consiglia di schizzare il viso sette volte con acqua fresca, preferibilmente non clorata. (Un numero di buon auspicio in Ayurveda, sette rappresenta i chakra del corpo, o centri energetici.) "Il viso è l'area più esposta del corpo, quindi la reidratazione mattutina è fondamentale", dice. "Tutto il giorno il viso è bombardato da stress. Più idratazione, meglio è." Durante la notte, il calore intrappolato asciuga anche la bocca. Quindi, mentre sciacqui il viso, bevi un sorso di acqua fresca, agitalo lentamente e sputalo quando diventa tiepido. Ripeti due o tre volte.

Mind Your Mouth: Mentre molti di noi possono liquidare la peluria mattutina come un innocuo sottoprodotto del sonno, l'Ayurveda lo interpreta come un segno di ama non digerito in agguato nel tratto digestivo. I professionisti ayurvedici si affidano quindi al raschietto per la lingua dal nome appropriato per rimuovere ama, per evitare che venga riassorbito mentre si mangia o si beve. (Sia i raschietti in plastica che quelli in metallo sono venduti in molti negozi di alimenti naturali, ma un cucchiaio di acciaio inossidabile funziona in un pizzico.) Raschiare delicatamente la lingua, lavorando da dietro in avanti. Usa da sette a 14 colpi per coprire l'intera area. Questo non solo libera la lingua dall'ama, ma porta alla luce anche le papille gustative, risvegliando il fuoco gastrico per un altro giorno di assaporare il cibo.

Quindi picchiettare i denti insieme alcune volte per stimolare i meridiani energetici che si trovano nella bocca. Per gengive e smalto sani, lavati i denti con un nylon morbido o uno spazzolino da denti con setole naturali. (L'uso di uno spazzolino da denti duro può causare recessione gengivale, dolore tra i denti e le gengive e danneggiare lo smalto.) Utilizzare un dentifricio privo di sostanze chimiche sintetiche e abrasivi aggressivi. I dentifrici ayurvedici contengono erbe, come neem, lohdra e kushta, che aiutano a stimolare le gengive e proteggere lo smalto. Dopo aver lavato i denti, sciacquare la bocca per due o tre minuti con olio d'oliva o di sesamo caldo (sciacquare e sputare, non ingerire). "Fare i gargarismi con olio caldo rafforza i denti, le gengive e le mascelle oltre a proteggere la voce", afferma Amita Banerjee, nutrizionista ayurvedica presso l'Ayurvedic Beauty Holistic Center di New York.Quindi usa il dito indice per massaggiare l'olio rimanente sulle gengive con piccoli movimenti in senso antiorario. Un massaggio gengivale stimola il tessuto gengivale, lubrifica le cellule e purifica il fuoco digestivo.

Sii sensibile ai sensi: un massaggio alle orecchie è un vantaggio per tutto il corpo. Inizia dalla parte superiore dell'orecchio e usa i pollici e l'indice per strofinare il bordo, muovendoti lentamente verso il lobo. Quindi posizionare alcune gocce di olio di sesamo appena fuori dall'apertura del condotto uditivo per mantenere sotto controllo l'asciugatura dell'energia vata. L'Ayurveda considera il naso il percorso verso il cervello, quindi Banerjee suggerisce di strofinare fino a quattro gocce di sesamo o olio d'oliva appena dentro la narice per pulire i seni e garantire la chiarezza mentale.

Watch Your Peepers: In Ayurveda, gli occhi sono visti come "la sede del fuoco", nel senso che sono di natura pitta e si surriscaldano facilmente. Quindi spruzzare leggermente acqua fresca negli occhi aperti aiuta a bilanciare i dosha. Se i tuoi occhi sono molto gonfi o irritati, coprili con fette di cetriolo o batuffoli di cotone imbevuti di aloe vera, tè al finocchio raffreddato o latte. (Il latte di capra è più fresco e quindi preferibile, ma va bene anche il latte di mucca). Per gli occhi iniettati di sangue, prova tre gocce di acqua di rose pura in ciascun occhio. Rafforza i muscoli oculari trascurati e stimola il nervo ottico con pochi semplici movimenti oculari. Ruota gli occhi su e giù, da un lato all'altro e in diagonale. Quindi ruotali in senso orario e antiorario. Termina stringendo forte gli occhi e poi rilasciandoli. Fallo più volte.

Concediti un automassaggio : massaggiare uno o più canali energetici con olio aromatico inonda la mente e il corpo di energia curativa. Inizia scegliendo un aroma che corrisponda al tuo dosha. Per bilanciare la vata usa lo zenzero, il cardamomo o l'arancia; la pitta preferisce i profumi freschi e dolci del legno di sandalo o della lavanda; i kaphas rispondono meglio all'eucalipto, al rosmarino o alla salvia. Metti una goccia di olio sull'anulare della mano destra e strofina delicatamente sul punto del terzo occhio tra le sopracciglia, usando piccoli cerchi in senso orario. Approfondisci e rallenta la tua inspirazione ed espirazione mentre conti 11 respiri completi. Se ti senti intontito, Mishra suggerisce di stimolare i canali energetici tra la testa e il cuore esercitando una leggera pressione contro le tempie con i lati piatti di quattro dita. Non spingere con la punta delle dita; invece, premi delicatamente sui lati della testa.

Fai un tuffo: un bagno reidrata la pelle e respinge la fatica. Tutti e tre i dosha beneficiano di una rapida pulizia, ma la temperatura dell'acqua varia a seconda della costituzione. La Patta beneficia di acqua fresca, mentre l'acqua tiepida è l'ideale per le vasche, e anche le temperature più calde sono le migliori per bilanciare i kapha di natura fredda. Una convinzione fondamentale dell'Ayurveda è che tutto ciò che viene messo sulla pelle viene alla fine assimilato dal corpo, quindi abbassa la tossicità del corpo evitando prodotti pieni di profumi e sostanze chimiche di sintesi, optando invece per saponi e shampoo ayurvedici.

Mangia saggiamente: non è mai saggio saltare la colazione, avverte Banerjee. Ma non dovresti nemmeno esagerare la mattina. "Dall'alba alle 10 del mattino è l'ora del kapha, un momento per fare esercizio e muoversi", dice Sullivan. "Un pasto leggero non sovraccaricherà il fuoco digestivo, che non raggiunge il picco fino a mezzogiorno." Inizia la giornata con frutta, succhi di verdura, yogurt magro o cereali, come muesli o muesli.

Raccomandato

Crea una lezione di yoga incentrata sul tema
3 erbe per chiarezza mentale e concentrazione
3 integratori ayurvedici che aumentano l'energia